Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Salento Wild Run, primo posto per la Gymnikos

Manzari, Tonelli e Porfido al termine della Salento Wild Run

A Porto Selvaggio Bruno Tonelli conquista il primo posto in classifica di categoria
Ottimi risultati anche da Giuseppe Manzari e Roberto Porfido

Gareggiare in un angolo di paradiso terreste. È questo quello che hanno provato gli atleti della “Salento Wild Run” domenica 18 novembre. A Porto Selvaggio, nelle vicinanze di Nardò, in provincia di Lecce si è tenuta la prima edizione di questa gara. Tra gli atleti partecipanti anche Bruno Tonelli, Giuseppe Manzari e Roberto Porfido della palestra casamassimese Gymnikos. La gara si è svolta nella località salentina, conosciuta in tutto il mondo per le sue splendide e bellezze naturali. All’evento, organizzato dall’Associazione sportiva dilettantistica Salento Spartans e sponsorizzato dall’Apulia Ocr Series 2018, ha visto la partecipazione di più di 200 atleti, provenienti da tutta la Puglia.

Una gara molto dura, che si dislocava su un percorso di 13 chilometri. Tra il sudore e la fatica gli atleti hanno dovuto eseguire il cammino tra 23 ostacoli posti sullo sterrato tra fossati, boschi, fanghi, stagni, dune e morfologie naturali della location ospitante. Bruno Tonelli, nella categoria M 30-39 ha conquistato la prima posizione nella classifica di categoria, il sesto posto nella classifica assoluta con un tempo di 1 ora, 12 minuti e 53 secondi. Non ha mai perso un bracciale (chi ha perso un bracciale vuol dire che non ha superato un ostacolo) portandone al termine della gara tre, ricevendo così il trofeo. Roberto Porfido, nella categoria M 18-29, è giunto al secondo posto nella classifica di categoria, il settimo posto nella classifica assoluta con un tempo di 1 ora, 20 minuti e 16 secondi, riportando al traguardo 2 bracciali. Nella stessa categoria Giuseppe Manzari si è giunto primo nella classifica di categoria, al decimo posto nella classifica assoluta con un tempo di 1 ora, 32 minuti e 50 secondi, conservando al termine della gara un solo bracciale.

“È stata una bellissima gara – ha dichiarato l’atleta e istruttore Bruno Tonelli – dall’organizzazione impeccabile, con degli ostacoli tecnici ed innovativi, dal paesaggio suggestivo. Il parco naturale "Porto Selvaggio" è un luogo splendido che spero resti il più possibile tutelato, uno dei fiori all'occhiello del Salento, nel territorio di Nardò. Il 2018 è stato un anno di approccio a queste competizioni, l’anno prossimo sarà un anno ancora più intenso e impegnativo dal punto di vista di allenamenti e le gare saranno ancora più difficili. I risultati finora ottenuti ci fanno ben sperare, Giuseppe e Roberto sono persone affidabili sulle quali puoi contare, persone che si impegnano, che sanno quello che vogliono e sono disposti a tutto pur di ottenerlo. Le competizioni continueranno nel 2019 e ci vedranno partecipi e determinati ad affrontare ulteriori sfide, consapevoli delle nostre potenzialità e certi che lo sport è sinonimo di impegno, di superamento dei propri limiti per il raggiungimento degli obiettivi. Personalmente mi impegnerò ad allenare chi volesse avvicinarsi a questa disciplina sportiva presso la palestra Gymnikos”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI