Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Marcela Remiasova diventa "sesto dan"

MARCELA REMIASOVA (4)

“Dedico questo traguardo ai miei allievi e a mia figlia Veronica”

Marcela Remiasova è istruttrice di karate a Casamassima dal 1999. La conosciamo infatti per le gare, i risultati e le vittorie dei nostri bambini ai quali, con impegno e passione, insegna ogni giorno le mosse e le regole dello sport giapponese. Oggi però non è di loro che vogliamo parlare, quanto del successo personale che ha visto il Maestro Marcela Remiasova, nata il 1975 a Kezmarok nella Repubblica Slovacca, superare l’esame di 6° dan.

MARCELA REMIASOVA (3)

L’esame richiede il possesso della qualifica di maestro. Ciò significa che i candidati devono avere almeno 40 anni. Prevede una prova pratica (kata e combattimento) e una prova teorica. La prova teorica consiste nella discussione di una tesi. I maestri possono scegliere fra 3 temi. Marcela ha affrontato l’argomento dell’attività giovanile, in particolare le opportunità di sviluppo psicofisico, cognitivo, creativo e educativo nei bambini dai 3 agli 8 anni mediante il karate con le sue inevitabili varianti metodologiche.

L’esame, indetto dalla FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali), si è svolto in due giornate presso il Centro Olimpico “Matteo Pellicone” del Lido di Ostia a Roma. Tra sabato 17 e domenica 18 novembre una commissione di 26 esperti ha esaminato oltre 350 cinture nere provenienti da tutta l’Italia. Domenica è avvenuto il prestigioso esame di graduazione di 6° dan. I karateki lo aspettavano da tempo perché, come ci spiega la stessa Marcela, era da circa 10 anni che tale esame non aveva più luogo, ed è pertanto che l’afflusso dei partecipanti è stato abbondante. In 7 hanno conseguito il diploma del 6° dan, tra cui Marcela Remiasova, unica donna del gruppo.

MARCELA REMIASOVA 2

Marcela prende la cintura gialla nella sua città natale il 28 dicembre 1987. “Fino all’ultimo - ci racconta - non avevo la certezza di avere il kimono. I miei genitori me lo regalarono a Natale. Quello fu il Natale più bello della mia vita”. Invece il 1° dan lo riceve per meriti nel 1993 quando si qualifica alle finali dei Campionati Europei di Praga. Nel 2001 la Slovacchia la elegge campionessa del secolo, essendo stata la migliore atleta slovacca ad aver vinto nella propria specialità una medaglia mondiale seniores. Viene insignita della medaglia di bronzo al valore atletico per l’anno 2002/2003. Si classifica prima ai Campionati Italiani Assoluti di Monza e Lanciano. Sale sul terzo gradino del podio ai Campionati del Mondo di Madrid, ai Campionati Europei di Bremen, a Eboli, Loano e Monza durante il Campionato Italiano Assoluto. Conquista il titolo di campionessa europea a Helsinki e Parigi, mentre di campionessa nazionale assoluta nella Repubblica Slovacca.

Tutti i karateki del mondo iniziano con la cintura bianca. Prendono poi la cintura gialla, arancione, verde, blu, marrone e nera. Esistono vari gradi della cintura nera: si arriva dal 1° al 5° dan. Marcela indosserà ora la cintura bianca e rossa del 6° dan. Il 7° dan è un obiettivo irraggiungibile. Lo detengono soltanto pochissimi personaggi che hanno fatto la storia del karate, quindi Marcela crede che il 6° dan sia la sua ultima tappa. Ma mai dire mai!

FRANCESCA VALENTINO

MARCELA REMIASOVA (1)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI