Domenica 21 Ottobre 2018
   
Text Size

Il nostro viaggio nel mondo dello sport casamassimese

sport generica

La parola a Niccolo’ Andrea Carissimo e Stefano Berardino

È bello raccontare le realtà locali, soprattutto quelle nate da poco tempo. Per il nostro viaggio nelle società o associazioni sportive nostrane abbiamo voluto incontrare due nuove attività, nate poco più di 2 anni sul territorio. A loro abbiamo chiesto: quanto tempo fa è nata la vostra associazione sportiva? Dove praticate le vostre attività sportive? Quali sono i migliori risultati raggiunti? Quanti sono i tesserati e di che età? Quali sono gli obiettivi sportivi e associativi per questo nuovo anno di attività? Avete in mente un grande evento da realizzare nel nostro paese? Qual è il vostro sogno nel cassetto?

Niccolò Andrea Carissimo, presidente della Cerberus Quidditch Bari

“La nostra associazione è nata a Maggio del 2016, più di due anni fa. Al momento pratichiamo il quidditch, il nostro sport, un mix fra dodgeball, rugby e pallamano, al Parco di Punta Perotti a Bari, sfruttando i grandi spazi erbosi pubblici lì presenti. Cherberus Quidditch

Per chi non conosce questo sport, è un gioco di squadra. Due squadre si affrontano una contro l’altra. La squadra è composta da 7 giocatori: un portiere, 3 cacciatori, 2 battitori e un cercatore. I cacciatori si passano la “pluffa” (un pallone da volley leggermente sgonfio) e cercano di fare gol in uno dei tre anelli avversari, da qualsiasi lato e in qualsiasi modo. Il portiere è un “cacciatore aggiunto” che ha dei privilegi aggiuntivi nell'area degli anelli. I battitori usano i tre bolidi, dei palloni da dodgeball, per colpire e far "smontare" i giocatori avversari. Chi smonta dalla scopa autonomamente o perché colpito da un bolide, deve toccare uno dei propri anelli per poter rientrare in gioco. I cercatori entrano al 18esimo minuto, e devono cercare di afferrare il boccino (una palla da tennis in un calzino inserita come scalpo) protetto da un arbitro neutrale. La cattura del boccino chiude la partita e fornisce 30 punti alla squadra che lo prende. I gol valgono 10 punti.

Il nostro risultato migliore è stato l'ottavo posto alla Coppa Italiana Quidditch 2016-2017, nel nostro primo anno di attività.

Al momento contiamo circa una decina di tesserati di età variabile fra i 18 e i 26 anni, tre dei quali sono casamassimesi.

Per questo nuovo anno, contiamo di espandere le nostre fila per poterci permettere un gioco più vario e aggressivo, in modo tale da migliorare il nostro piazzamento nella Coppa Italiana di questa stagione, la competizione più importante dell'anno associativo.

Al momento no, ma i progetti in cantiere sono molti e nulla ci vieta di prendere in considerazione l'idea di organizzare qualcosa anche a Casamassima. Il nostro obiettivo a lungo termine, più che sogno, è migliorare abbastanza come squadra da qualificarci all'European Quidditch Cup, il torneo europeo per club, avendo così una chance di competere con squadre estere, che sarebbe un grande onore e una grande chance di crescita.

 

Stefano Berardino, istruttore della CrossFit70010

“L'associazione è nata il 3 Luglio 2017. È un progetto che, però, abbiamo meditato e studiato a lungo. Abbiamo voluto concretizzarlo per fornire un servizio diverso e innovativo alla comunità che speriamo possa apprezzare. CrossFit 70010

Le attività vengono svolte non in un classico centro fitness, ma in un box. All'interno non sono presenti i soliti macchinari che è possibile trovare in una qualunque palestra, ma tutto viene svolto a corpo libero utilizzando attrezzi come palle mediche, kettlebell, bilancieri e cavi in sospensione. In ogni caso l'attrezzo più importante che viene adoperato è il proprio corpo considerato il motore principale dell'allenamento. Il nostro box CrossFit70010 è sito in via Alessandro Manzoni 3/F vicinanze ex campo da tennis.

In questo breve ma intenso anno sportivo abbiamo partecipato a disparati tipi di competizioni, come gara di CrossFit dove si è chiamati a una prestazione completa e uniforme (forza, velocità, resistenza), gare di corsa, e gare che comprendono percorsi ad ostacoli sia artificiali che naturali. I migliori risultati sono stati: 4° e 5° maschile di categoria alla tappa di Poggiorsini del circuito regionale di corsa campestre ad ostacoli su circa 200 atleti da tutto il sud Italia, e 2° femminile di categoria alla tappa di Neviano (LE) su circa 500 atleti.

Durante il nostro primo anno di attività abbiamo raggiunto circa 300 tesserati delle età più varie, vista la variegata presenza di corsi, da CrossFit a Yoga, da Pilates a Functional Training e tanto altro. Abbiamo riscontrato un forte consenso in ampie fasce generazionali, dal giovane adolescente a chiunque abbia voglia di mettersi in gioco.

Gli obiettivi che ci siamo prefissati di raggiungere sono molteplici: quello principale è quello di essere sempre presenti e partecipi sul territorio con competizioni e manifestazioni, facendoci portavoce del genuino sport casamassimese. È un'idea che ci ha sempre allettato e che contiamo di portare a termine al più presto, quella di organizzare un grande evento pubblico che consenta alla comunità tutta, di provare ad assaporare i benefici psicofisici che un po' di sano e puro sport fatto in buona compagnia, può apportare alla vita di tutti i giorni.

Il nostro grande sogno nel cassetto è quello di creare un polo plurisportivo dove riuscire ad inserire attività idonee per tutti, anche per i più piccoli, creando per loro una valida e salutare alternativa agli, ahimè, sempre più occludenti smartphone, tv, pc. Un ulteriore sogno o meglio, impegno è quello di organizzare giornate all'aperto, perché l'attività fisica non è solo quella fatta in palestre o in centri specializzati, ma può essere svolta anche godendo a pieno del nostro territorio sia urbano che extraurbano. Obiettivo ultimo è quello di educare, in generale, a uno stile di vita sano cercando di creare un clima familiare e ludico.

DANIELE FOX

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI