Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Rincomincia il viaggio nel mondo dello sport casamassimese

sport generica

Incontro con Lucianna Ariemma, maestra di Scarpette Rosa, e Giacomo Pirolo, amministratore dell’Athletico Casamaxima


Nel tempo si possono fare tante scoperte. Sul nostro territorio, come pietre miliari, abbiamo scoperto la numerosa presenza di associazioni sportive che danno lustro e onore al nostro paese. Per questo motivo abbiamo deciso di conoscere da vicino alcune associazioni sportive rivolgendo loro qualche quesito.

Le domande rivolte sono state: quanto tempo fa è nata la vostra associazione sportiva? Dove praticate le vostre attività sportive? Quali sono i migliori risultati raggiunti? Quanti sono i tesserati e di che età? Quali sono gli obiettivi sportivi e associativi per questo nuovo anno di attività? Avete in mente un grande evento da realizzare nel nostro paese? Qual è il vostro sogno nel cassetto?

 

Lucianna Ariemma, maestra dell’Asd Scarpette Rosa

“La nostra associazione è nata 18 anni fa. La sede è via Grazia Deledda 70.

scarpette rosa

Tra i migliori risultati sicuramente ci sono le borse di studio per l'estero da parte di tre allievi della scuola, la presenza di un allievo al Tanzart festival (festival dedicato alla danza, che vede la partecipazione di ballerini da tutto il mondo) a Francoforte, l'ingresso in una compagnia di danza barese per due allieve. Tra gli allievi una ragazza ha studiato presso la scuola del balletto di Verona, un'altra ha avuto l'onore di studiare con Eleonora Abbagnato.

Il numero dei tesserati varia di molto, a giugno scorso erano più di novanta. Le età variano, dai più piccini di 3 anni agli adulti anche di 50 anni.

Gli obiettivi sono come ogni anno quelli di crescere sempre più anche artisticamente parlando e permettere ai ragazzi di studiare una meravigliosa arte, o meglio arti, oltre che la danza, anche il teatro e il canto.

Ci piacerebbe portare in scena anche qui quello che è stato il frutto di un anno di lavoro, culminato con il saggio. Abbiamo danzato, recitato e cantato con tema la mafia. Da Peppino Impastato, agli agenti della scorta, alla vedova Rosaria Costa, i giudici Falcone e Borsellino, i boss, i pentiti. #ionondimentico è un lavoro da portare sul palco anche qui nel nostro paese. Uno spettacolo che ha visto coinvolti anche i più piccoli.

Il sogno nel cassetto l'ho realizzato già. La mia scuola è il mio sogno. La danza è il mio sogno. I miei allievi sono il mio sogno”.

 

Giacomo Pirolo, amministratore dell’Adp Athletico Casamaxima

Gioacchino Prisciandaro

“La nostra società è nata nel 2010. L’organico dello staff è composto dal presidente Gioacchino Prisciandaro, ex calciatore professionista. Prisciandaro è anche il nostro allenatore insieme a Giovanni Campanella. Gli amministratori sono il sottoscritto e mio figlio Roberto. Tra i dirigenti accompagnatori ci sono Nicola Pastore, Pierluigi Gnoato e Giuseppe Morea.Svolgiamo le nostre attività al Duca Sport. Nel periodo invernale, dall’1 novembre al 31 marzo, svolgiamo l’allenamento e le partite con bambini dei piccoli amici e dei primi calci, nati dal 2010 al 2013, nella palestra della Scuola media centrale statale “D. Alighieri”. Le partite di campionato in casa con i giovanissimi le giochiamo al Campo sportivo di Adelfia.

I migliori risultati sono giunti con il Campionato giovanissimi dello scorso anno, in cui abbiamo fatto giocare atleti più piccoli rispetto all’età degli avversari e questo è stato un ottimo banco di provo. Inoltre, abbiamo partecipato al Torneo sperimentale, posizionandoci tra le prime posizioni. Un nostro atleta, Michele Cristantielli, si è laureato capocannoniere del torneo.

Athletico Casamaxima (2)

I nostri tesserati sono quasi un centinaio, di età compresa tra i 5 e i 13 anni. Ci sono pervenute richieste di iscrizioni da parte di alcune donne ma non hanno raggiunto un numero considerevole per formare una squadra.

I nostri obiettivi sono sempre stati gli stessi dall’inizio delle iscrizioni. La scuola calcio ha il compito di insegnare tramite lo strumento “pallone” dei valori. Questo è fondamentale, perché altrimenti non sarebbe una “scuola” di calcio ma bensì una “squadra” di calcio.

I valori sono quelli della solidarietà, dello spirito di squadra, del rispetto delle regole e delle persone orbitano intorno alla squadra e, soprattutto la condivisione delle emozioni. Noi cerchiamo di far vivere un calcio vero, reale, e non quello che si gioca con i videogiochi o che si vede in tv. Il rispetto per i giocatori avversari e gli arbitri è un altro valore essenziale per noi, che costituiscono la formazione dei ragazzi.

Il nostro sogno del cassetto è uno ed è molto importante. Avere un campo sportivo comunale in cui svolgere le nostre partite e i nostri allenamenti. Non si può andare fuori a giocare le partite e sostenere spese molto onerose. Quello che noi chiediamo al comune è la creazione di un campo in cui poter far svolgere le attività ai nostri ragazzi, perché noi per il nostro paese vogliamo fare tanto ma abbiamo bisogno anche del vostro loto aiuto”.

DANIELE FOX

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI