Lunedì 15 Ottobre 2018
   
Text Size

I ciclisti casamassimesi alla conquista della Charly Gaul

Fortunato, Petruzzi e Radogna in una fase della gara

Tra montagne e dislivelli da paura i nostri atleti continuano a pedalare sulle Alpi

Le Dolomiti non hanno più segreti per i ciclisti casamassimesi. Nuovo weekend e nuove sfide in alta quota per i ciclisti del nostro paese. Cinque corridori dell’associazione sportiva dilettantistica “Sc Casamassima” e Angelo Petruzzi dell’Associazione sportiva dilettantistica “Pedale Elettrico” di Matera hanno preso parte domenica 8 luglio alla tredicesima edizione della Leggendaria Charly Gaul, la celebre granfondo e mediafondo dolomitica che si svolge in Trentino.

Due percorsi, uno della Mediofondo di 57 chilometri e di 2000 metri di dislivello, uno della Granfondo di 141 chilometri e 4000 metri di dislivello. Stesso punto di partenza e di arrivo, da Trento al Monte Bondone. Ecco le caratteristiche di una classica delle scalate ciclistiche italiane. La Leggendaria Charly Gaul è una di quelle gare che fanno tremare le gambe anche ai ciclisti più esperti. Intitolata all’omonimo ciclista lussemburghese, autore di una tappa del Giro d’Italia del ’56 e di una scalata del Monte Bondone sotto il freddo e il gelo, da tredici anni la gara riunisce gli appassionati del mondo della bicicletta. Da Casamassima sono giunti ben sei atleti.

Nicola Borrelli, unico atleta impiegato nella Mediofondo, si è posizionato in classifica generale al 762esimo posto (in classifica di categoria M7 al 46esimo posto). Nella Granfondo Vito Rocco Iacovelli si è posizionato al 525esimo (in classifica di categoria M5 al 55esimo posto). È stato seguito da Lino Radogna, giunto 644esimo in classifica generale (in classifica di categoria M7 al 13esimo posto), e Donato Fortunato, giunto 646esimo in classifica generale (in classifica di categoria M6 46esimo posto). Chiude Nunziato Gioioso che è arrivato al 720esimo in classifica generale (in classifica di categoria M7 18esimo posto). Tra Radogna e Fortunato è giunto 645esimo (in classifica di categoria M3 119esimo posto) l’atleta casamassimese dell’Asd “Pedale Elettrico” Angelo Petruzzi. Il quarantenne è stato costretto a rallentare la gara a causa di problemi e ha proseguito la manifestazione in compagnia dei suoi ex compagni di squadra fino al traguardo.

Il trio Fortunato, Petruzzi e Radogna (1)

“La Charly Gaul è una gara molto bella, intensa – ha commentato Lino Radogna – che regala la visione dei bellissimi paesaggi del Trentino, passando per alcuni luoghi caratteristici e mozzafiato fino a giungere alle salite del Monte Bondone. La gara è andata bene, secondo le nostre aspettative. È stata molto dura e impegnativa e per finirla abbiamo dovuto stringere i denti. Con noi c’era anche Angelo Petruzzi che, a causa di un problema tecnico alla catena e al cambio della bicicletta, ha subito un rallentamento e ha proseguito la gara con noi. In modo particolare ha 'accompagnato' me e Donato Fortunato fino al termine della gara. Ci è stato di grande aiuto e ci ha dato il giusto sprint per andare avanti fino alla fine”.

“Purtroppo, questa volta mi è andata male – ha raccontato Angelo Petruzzi – perché dopo appena 5 o 6 chilometri dall’inizio della gara ho rotto la catena e ho atteso una ventina di minuti prima che arrivasse uno dei meccanici messi a disposizione degli organizzatori della gran fondo per sistemarla. Una volta riparata sono ripartito, ma purtroppo il cambio non funzionava a dovere, e quindi ho pensato a terminare la gara, approfittando anche della compagnia dei miei amici Lino Radogna e Donato Fortunato. Nonostante l’appartenenza a due squadre ciclistiche diverse, la bella amicizia che ci unisce da diversi anni, ci ha permesso di superare i 4000 metri di dislivello, aiutandoci l’uno con l’altro. La gara comunque è stata molto dura, ma immersa in uno scenario a dir poco stupendo”.

Sabato 7 luglio, invece, Nicola Muschitiello dell’Asd Sc Casamassima ha preso parte a un’altra gara ciclistica, la Sudtirol Dolomiti Superbike. Impegnato nel percorso lungo da 119 km, nella categoria M3 si è classificato 117esimo, mentre nella classifica generale si è posizionato 822esimo. Una gara difficile dal punto di vista fisico, che attraversa i posti più belli della Val Pusteria, partendo e arrivando a Villabassa, passando da Dobbiaco, Sesto e San Candido.

I ciclisti casamassimesi non si fermano qui e sul programma agonistico stagionale, prima di chiudere i giochi, li attendono altre due sfide importanti e caratteristiche a livello nazionale. Il 30 settembre gli uomini dell’Asd Sc Casamassima saranno impegnati nella Granfondo del Gallo Nero, che si sviluppa in Toscana sui Colli del Chianti. Invece, il 14 ottobre saranno nella capitale d’Italia, per la Granfondo Campagnolo Roma. Insomma, non si fermano mai e macinano chilometri in vetta ai colli o alle montagne in tutte le condizioni possibili e immaginabili.

DANIELE FOX

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI