Domenica 21 Ottobre 2018
   
Text Size

La Granfondo Nove Colli non spaventa il ciclismo casamassimese

Gli atleti della Sc Casamassima+

Alla gara romagnola hanno partecipato anche gli atleti della ‘SC Casamassima’

Ci sono gare ciclistiche che durante il loro svolgimento richiedono valori importanti che vanno al di là della pratica sportiva, come l’amicizia e la solidarietà reciproca. Una di queste gare è la Granfondo dei Nove Colli, una manifestazione che è giunta quest’anno alla sua quarantottesima edizione e che richiama migliaia di atleti da tutto il mondo. Anche questa volta, come ormai di tradizione, l’Associazione sportiva dilettantistica “Società Ciclistica Casamassima” ha preso parte a questo evento, con 21 atleti.

Considerata la granfondo più bella e più vecchia del mondo, questa gara sportiva rappresenta una vera sfida per chi la porta al termine. Ricca di insidie, di salite e di discese, si sviluppa nel bellissimo territorio dei colli romagnoli e delle province di Forlì-Cesena e di Rimini. È suddivisa in due percorsi, uno lungo di 205 chilometri e uno breve di 130 chilometri. Il tracciato di gara ha inizio dal Porto canale di Cesanatico, città che ha dato i natali al campione Marco Pantani, vincitore del Giro d’Italia e del Tour de France nel 1998, e prevede la scalata di alcuni colli impervi come il Barbotto (dislivello 365 m e pendenza massima 18%). Quest’anno i partecipanti alla gara sono stati più di 12 mila, tra cui i campioni Ivan Basso e Mario Cipollini.

Nel percorso lungo si sono messi in evidenza Francesco Natuzzi e Vitorocco Iacovelli, che sono giunti al traguardo 839° e 899°. I due atleti della società casamassimese hanno percorso i 205 chilometri di percorso in meno di 7 ore e mezza e per questo motivo nella prossima edizione partiranno dalla prima griglia di merito. Di seguito sono arrivati al traguardo Giuseppe Todisco (1456°), Rocco Ettorre (1982°), Giacomo Liddi (2312°), Donato Fortunato (2871°), Vito Orofino (2964°), Michele Castrovilli (2965°), Antonio Petrone (3238°) e infine Aldo Angelico (4556°). Per quanto riguarda il percorso lungo, in questa speciale classifica il primo della società casamassimese è stato il presidente Pasquale Radogna (1402°), seguito da Nunziato Gioioso (1524°), Costantino Todisco (1573°), Michele Arturo (1799°), Alfredo Plomitallo (1928°), Giuseppe Milillo (2143°), Nicola Borrelli (2524°), Angelo Cristantielli(2656°), Antonio Latrofa(3168°), Lorenzo De Cosmis (3310°) e Andrea Angelico (5637°).

“Quattro atleti della nostra società – ha dichiarato il presidente Pasquale Radogna – percorrono questa competizione da diversi anni. È stata una gara abbastanza impegnativa, oltre che per la lunghezza anche per il dislivello, soprattutto per noi pugliesi che siamo abituati a percorrere tratti molto pianeggianti. Allo stesso tempo però, la fatica è passata in secondo piano, soppiantata da emozioni e divertimento, grazie anche al coinvolgimento del popolo romagnolo”.

DANIELE FOX

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI