Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

Arriva Sportivity, la prima fiera dello sport

sportivity-696x358

Un weekend alternativo in cui coniugare passione per lo sport ad aggiornamento professionale e turismo nella città di Gravina in Puglia, città cerniera tra Puglia e Basilicata, che sta concorrendo a diventare patrimonio Unesco come braccio di Matera, a tutti nota come città europea della cultura 2019, già insignita del titolo di patrimonio Unesco nel 1993, con la quale ha molte affinità come ad esempio, il paesaggio rupestre e la buona cucina oltre che alle sempre più numerose fiere di cui la prima edizione interamente dedicata allo sport a trecentosessanta gradi si terrà dal 22 al 25 giugno 2017 presso il Padiglione della convegnistica del Parco Fiere di Via Spinazzola.

 

SPORTIVITY, fatti di sport è il suo nome ed è una originale narrazione del mondo dello sport che non è solo calcio – senza nulla togliere a questa splendida attività sportiva che ci fa sognare ad occhi aperti - ma anche altro come ad esempio, C.I.P. e/o Special Olympic e tutta una serie di attività e seminari dedicati ai giovani, che si terranno nel padiglione convegni della Fiera, ideati al fine di promuovere i principi cardine dello sport. Massima attenzione per i diversamente abili, con spazi e servizi dedicati.

 

Proprio in quest’ottica, la dr.ssa Emanuela Grassi, Referente del settore convegnistica della Fiera Sportivity nonché giornalista pubblicista da febbraio 2006 - anno dal quale non ha mai smesso di coltivare la sua passione nel campo del giornalismo e della comunicazione, pur svolgendo altra attività lavorativa per vivere - ha voluto impegnarsi nella realizzazione di una vasta serie di convegni, seminari, tavole rotonde che spaziano su vari argomenti, tutti legati al mondo dello sport.

 

Ad aprire la fiera, il 23 giugno alle ore dieci, sarà la volta di Special Olympics e dell’azienda U-tub, in cui verrà affrontato il tema dello sport come strumento di inclusione. Convegno in cui il Team Special Olympics, programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per oltre tre milioni di ragazzi ed adulti con disabilità intellettiva, una vera e propria istituzione, si affiancherà all’azienda gravinese U-Tub per esporre progetti e mettere a conoscenza il territorio del loro impegno nell’inclusione attraverso lo sport. Ad illustrare il progetto Special Olympics, il suo direttore Regione Puglia, la dott.ssa Ketti Lorusso con suo fidati collaboratori mentre a dare voce alla realtà locale gravinese nell’impegno sociale sarà il direttore marketing – U-TUB, dott. Angelo Lazazzera.

 

A seguire, nel pomeriggio del 23 giugno alle ore 15, prenderà la parola l’Associazione 2HE (Center for Human Health and Environment), costituita nel giugno 2014 da giovani donne professioniste in vari ambiti, amiche di Giorgia Rollo, moglie di Gaetano Fuso, poliziotto pugliese quarantenne che tre anni fa è stato colpito da sclerosi laterale amiotrofica e che ha visto la sua vita radicalmente cambiata ma ha voluto davanti al proprio letto la scritta IO POSSO: un incitamento a fronteggiare la malattia che diviene presto un impegno ad abbattere ogni forma di barriera fisica, mentale e sociale.

Mediante il progetto 'Io posso', l’associazione gestisce la struttura balneare “La terrazza: 'Tutti al mare!', un'eccellenza nel nostro paese, perché consente per tutta l'estate alle persone con disabilità il totale accesso al lido e soprattutto garantisce la costante presenza di personale specializzato atto ad assicurare un soggiorno degli ospiti all'insegna della completa sicurezza.

L’incontro avrà luogo in forma di tavola rotonda per raccontare le esperienze virtuose per un’accessibilità a 360 gradi. Interverrà anche il Presidente C.A.B.A. Gravina, Urbano Lazzari con un intervento mirato a capire se davvero il turismo può essere accessibile.

 

Mentre alle ore 17 sempre del 23 giugno, al centro i giovani e lo sport con il Prof. Franco Frezza, docente Fipav e Referente Miur del Consorzio Insieme Volley e l’arch. Nicola Laurenza del Consorzio sportivo lucano “Esportiamo Basilicata”, che presenterà il progetto “La città che vogliamo” come best practice Centro Studi di Potenza, progetto architettonico realizzato dai ragazzi del liceo artistico Gropius, con la RETE ARSPIS, rete scolastica del Centro Studi di POTENZA. Invece, a raccontare una delle tante storie inerenti i giovani e lo sport, sarà il giornalista melfitano Antonio Baldinetti con la presentazione del suo esordio letterario “Storie di Provincia”.

Alle 19:30 protagonista sarà Acquaworld con un workshop.

 

A seguire l’indomani, il 24 giugno, la giornalista Emanuela Grassi, supportata dall'Ordine dei Giornalisti della Puglia e dall’APFG Pugliese “Michele Campione” Per la Formazione al Giornalismo, dall’AIFO, Associazione Italiana Amici di Raoul FOllerau, Ong riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri e Partner ufficiale dell’Organizzazione mondiale della Sanità, e dalla RIDS - Rete Italiana Disabilità e Sviluppo - si è impegnata nella realizzazione di un seminario formativo dal titolo “Informazione e Sport… Il linguaggio giornalistico e la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità”, rivolto, in particolar modo a giornalisti ai quali verranno rilasciati dopo apposita iscrizione in piattaforma SIGEF ben 5 crediti formativi.

 

Nel pomeriggio del sabato ci sarà un incontro tecnico con la tappa gravinese per il TEAM ARTIST TOUR con Damiano Giovanni Dalerba, Responsabile Staff Consulenze di Team Artist, gli specialisti nella consulenza fiscale e normativa per le associazioni sportive, dilettantistiche e non.

Mentre alle ore 18, sarà affrontato il tema dello sport legato alla nutrizione.

 

La domenica, il 25 giugno alle ore 11, la fiera si concluderà con un convegno SPORTIVITY in cui l’associazione Sportivity, ideatrice della fiera da cui prende il nome, inviterà ad una tavola rotonda varie realtà legate al mondo dello sport con cui affronterà diverse tematiche; in particolare l’importanza dello sport nello sviluppo socio-economico di un territorio.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI