Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

“Iniziamo dai ragazzi”: sport sano e all’aria aperta con la “MaximaBike Mtb”

_DFX1218iniz rag V_20170528_6086

 

_DFX2252iniz rag V_20170528_7120

Vedere giovani e giovanissimi di età compresa tra gli 8 e i 14 anni divertirsi mentre corrono in bici e in uno scenario naturale: è stata questa una delle sensazioni più belle e suggestive vissuta domenica 28 maggio, giornata in cui, nel corso di una mattinata al tempo stesso soleggiata e ventosa, si è svolta la quinta edizione di “Iniziamo dai ragazzi”, manifestazione organizzata dall’Asd “MaximaBikeMtb”.

Costruita come una vera e propria gara sportiva, ma non competitiva, la manifestazione ha preso il via dalla piazza centrale: lo staff dell’associazione ha accolto i giovani atleti e ha consegnato loro un numero di riconoscimento e il pacco gara, contenente acqua, cibo e gadget vari, il tutto prima di farli riunire in un unico gruppo per partire alla volta di Largo Fellini, luogo in cui è stato allestito un percorso per ciclismo in mountain bike.

Come ha più volte sottolineato lo speaker della giornata, nonché presidente dell’associazione organizzatrice, Tommaso Carissimo, si è trattato di un gioco che ha messo alla prova le abilità fisiche dei ragazzi e li ha fatti divertire, facendo praticare uno sport sano e all’aria aperta, che li ha allontanati per una mattinata dalle moderne tecnologie. Il percorso sterrato creato nello spiazzale era lungo 800 metri e presentava una difficoltà media. I ragazzi iscritti, una cinquantina, dopo aver saggiato il percorso con due giri di prova, sono stati suddivisi in batterie in base al loro anno di nascita.

La particolarità di questa edizione è stata la scelta da parte dell’associazione di svolgere questa giornata in paese: una decisione presa per far conoscere meglio il territorio cittadino ai ragazzi e a quanta più gente possibile, ai forestieri venuti a Casamassima per partecipare a questa splendida manifestazione sportiva. Per realizzare tutto ciò è servito anche l’aiuto delle forze dell’ordine e delle altre associazioni locali, come la Polizia Municipale e l’Aserc, che hanno vigilato sul trasferimento dei ragazzi dalla piazza al campo di gara, offrendo anche mezzi di primo soccorso.

Presenti alla manifestazione, dall’alto valore simbolico e sportivo, anche l’assessore alla Cultura Giuseppe Cupertino, il consigliere comunale Stefania Verna e il presidente provinciale della FCI (Federazione Ciclistica Italiana) Lorenzo Spinelli. I ragazzi, dopo il ‘batti cinque’ allo speaker appena giunti al traguardo e un piccolo momento di ristoro con acqua fresca, hanno fatto, insieme agli ospiti, una foto ricordo e hanno beneficiato di un piccolo momento conviviale. Gli ultimi istanti della manifestazione sono stati dedicati alla consegna per ogni batteria delle medaglie e di simpatici gadget ciclistici.

“Lo staff della MaximabikeMtb – ha dichiarato nel post evento il presidente Tommaso Carissimo – è soddisfatto del lavoro e dell’evento svolto questa mattina. Vedere il sorriso dei ragazzi partecipanti non può che rappresentare un ottimo risultato per la nostra associazione. Certo, a differenza degli anni scorsi, le iscrizioni sono state minori, molto probabilmente anche a causa del fatto che alcune scuole ci hanno negato il permesso di divulgare le informazioni circa la manifestazione all'interno dei loro Istituti. Probabilmente la presidenza delle scuole in questione non coglie l'importanza di questo tipo di eventi, ma questo ‘modus operandi’ si ripercuote poi sugli alunni, che hanno perso un'occasione molto importante dal punto di vista sportivo, ludico e culturale”.

“Siamo ugualmente contenti – ha aggiunto il presidente – di aver trascorso una mattina all’aria aperta con questi ragazzi, praticando uno sport sano e pulito. Sarebbe bello avere a disposizione un’area comunale dove poter far praticare questa disciplina ai ragazzi 365 giorni anno. Il nostro grazie va all’amministrazione comunale, ai Vigili urbani, all’Aserc, a tutte le associazioni e agli sponsor che ci hanno aiutato e supportato nella riuscita di questo evento. Arrivederci al prossimo anno, per una nuova edizione di “Iniziamo dai ragazzi”, sperando, questa volta, in una maggiore collaborazione delle scuole e dei presidi”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI