Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

PDL, VINCENZO CRISTANTIELLI E' IL CANDIDATO SINDACO

casamassima-porta-orologio

Tempo di assestamento per il PDL di Casamassima: mentre fino a poco tempo fa sembrava che  nulla fosse cambiato dai tempi di Alleanza Nazionale e Forza Italia, in questo momento si sta dando un riassetto interno che vede la convergenza su un unico candidato sindaco per le prossime amministrative e il tentativo di rifare l’assetto dirigenziale del partito sul territorio, che dovrebbe portare alla nomina del commissario cittadino.

Abbiamo incontrato Antonio Lucio Episcopo e Nicola Valenzano, referenti per la sezione ex AN del PDL.

L’idea di partenza era affidare la scelta del candidato sindaco alle primarie. C’è stata un’inversione di rotta?

Si, si era parlato di primarie, anche se non fanno parte della storia del centrodestra. Si era ipotizzata la partecipazione della popolazione, ma è altrettanto evidente che questo sistema avrebbe funzionato solo cercando di coinvolgere più gente possibile, altrimenti il dato finale sarebbe stato falsato. Probabilmente lo zoccolo duro di alcuni partiti avrebbe portato alle urne i cittadini a loro legati, mentre la maggioranza silenziosa, difficilmente avrebbe aderito a questo primo voto, giacché non si è tanto entusiasti di votare.

Circola insistentemente la voce di Vincenzo Cristantielli come candidato sindaco proposto dal centrodestra. Confermate?

Il PDL ha raggiunto una sintesi al suo interno e, posto che i partiti alleati hanno manifestato la volontà di non presentare candidati sindaci, proporrà nei prossimi giorni agli stessi la candidatura ufficiale di Vincenzo Cristantielli come sindaco di Casamassima, sintesi del PDL sul presupposto della convergenza di Puglia Prima di Tutto, Lista Schittulli e UDC. Nello spirito di massima democrazia, il PDL ha anche considerato eventuali altre ipotesi di cui, se necessario, si parlerà al momento opportuno.

Dai commenti sul nostro sito è facile capire che i casamassimesi si sono stancati dei soliti nomi in politica e vorrebbero volti nuovi e giovani. Questo ha influito sulla scelta del candidato?

Ne siamo consapevoli e proprio in virtù di questo, il PDL è riuscito a concretizzare una sintesi fra la componente di Alleanza Nazionale e quella di Forza Italia, addivenendo all’ipotesi di candidare come sindaco Vincenzo Cristantielli, sul nome del quale non c’è alcun veto. Parallelamente il PDL  sta tentando anche un riassetto interno che ci auguriamo porterà a breve al rinnovo dei quadri direttivi del partito, magari nominando un unico coordinatore cittadino. Stiamo percorrendo nuove strade per cercare di presentarci alla popolazione nel miglior modo possibile, e fino a oggi abbiamo cercato di fare del nostro meglio per convergere su una sola linea.

C’è in progetto una coalizione con le altre forze di centro destra?

Stiamo lavorando a una coalizione di centro destra che sia più allargata possibile. Nella storia di Casamassima l’UDC si è sempre schierata con il centro destra e si sta tentando di far convergere anche questa volta questo partito, anche a  livello provinciale. Stiamo avendo incontri con tutte le compo nenti del centrodestra, nel rispetto dell’autonomia di ciascuna, riguardo la formazione delle liste e la proposta dei candidati, che poi ovviamente andranno confrontati, per decidere chi sarà quello in grado di condurci alla vittoria.

Avete già stabilito i programmi di governo?

In un paese di queste dimensioni, con questa ubicazione e con queste potenzialità, viene facilmente la tentazione di redigere un libro dei sogni, salvo poi lasciarseli sfuggire. Questa sinistra, che in maniera autoreferenziale si proclama depositaria della cultura nazionale, internazionale e galattica, si è lasciata sfuggire la realizzazione gratuita sul nostro territorio di un polo teatrale che avrebbe dovuto sorgere laddove invece c’è un distributore Q8. Alla scorsa amministrazione è stato proposto gratuitamente, con acquisto del terreno e investimenti a carico di un privato, la realizzazione di un polo teatrale composto da teatro con novecento posti, scuola musicale e scuola d’arte che sarebbero state gratuite per gli studenti del territorio, foresteria e un piccolo centro per commercializzare prodotti artistici e musicali. Un tale centro culturale non solo è stato rifiutato dall’amministrazione, ma alla nostra interpellanza presentata in consiglio comunale, è stato risposto che l’operatore che avrebbe dovuto realizzare il tutto, si è fatto vedere poco. A quanto pare, aver presentato un progetto (depositato agli atti del comune) e aver rincorso gli amministratori per due anni, non è stato abbastanza.

Bisogna in ogni caso fare i conti con il pragmatismo derivante dal fatto che non abbiamo grande disponibilità finanziaria. Il bilancio del Comune è in dissesto anche se non si vede, per cui bisognerà considerare innanzitutto un corposo riassetto delle finanze e poi iniziare a programmare gli interventi, naturalmente partendo da quelli più urgenti. Abbiamo ereditato questa assoluta carenza di fondi perché, tra l’altro, ci sono tanti artigiani e imprese che devono essere pagati da tempo: sono tante le imprese che vantano un credito nei confronti del Comune, il quale dovrà necessariamente pagare. Di conseguenza i futuri amministratori partiranno con uno svantaggio di alcune centinaia di migliaia di euro: ancora prima di poter iniziare ad amministrare, ci sono da pagare debiti pregressi di non poco conto.

A questo proposito, proprio per venire incontro alle esigenz e degli imprenditori e degli operatori del territorio, stiamo guardando con attenzione ad un’iniziativa dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) che con l’ABI (Associazione Bancaria Italiana), ha in corso di perfezionamento un accordo per la cessione dei crediti alle banche, purché siano certi, certificati ed esigibili (operazione tipo sconto bancario pro solvendo). Se l’accordo sarà raggiunto, sicuramente si darà una boccata di ossigeno alle imprese che potranno così scontare i crediti certificati verso i Comuni. Cercheremo di sfruttare questa possibilità quando sarà data, avvalendoci delle professionalità interne del nostro partito che in questo campo non mancano, al fine di colmare il gap causato da una gestione un po’ superficiale delle finanze pubbliche da parte di chi ha amministrato fino a ieri.

Parlando di interventi concreti, avete già un’idea di quali siano le priorità del paese?

Sicuramente quelle che sono sotto gli occhi di tutti. Un altro han dicap di Casamassima è che questi interventi non mirano allo sviluppo del paese, ma semplicemente a riportarlo sui livelli standard di vivibilità: la viabilità è pessima, e l’idea della passata amministrazione per rimediare era ricorrere a un mutuo di oltre un milione di euro, ossia indebitare maggiormente il Comune, dimenticando però che in realtà tutti gli interventi riguardanti l’urbanistica vanno pagati con i proventi degli oneri di urbanizzazione o con le multe. In secondo luogo bisogna porre rimedio alla sfrenata fantasia di alcuni dirigenti del Comune che hanno ridotto il nostro territorio a un dedalo di strade impercorribili a causa della nuova segnaletica, rendendo il paese difficilmente transitabile, non solo per noi, ma anche per chi viene da fuori. Il tutto senza naturalmente tralasciare temi vitali come pulizia e sicurezza, temi da cui una comunità civilmente amministrata non può prescindere.

Per quanto riguarda lo sviluppo ci sono dei programmi che devono essere ben soppesati, perché siamo comunque in tempo di crisi e bisogna farci i conti, ma le potenzialità del territorio ci sono e sono tante, a cominciare dalla nostra posizione geografica: l’asse Bari-Taranto ci pone infatti in una posizione molto favorevole. Di certo c’è che sentiamo il dovere verso la coalizione di essere attenti alle loro sensibilità, e soprattutto verso i casamassimesi di non propinare a nessuno l’ennesimo libro dei sogni.

Commenti  

 
#39 luca battista 2011-03-26 22:10
I fatti loro devono diventare i fatti nostri,ossia l'interesse della cittadinanza,in quest'ottica l'istituzione Comune rappresenta il cittadino proiettato nella comunità, l' eletto verrà chiamato a rappresentare in Consiglio Comunale un numero più o meno consistente di concittadini ,asserzioni qualunquiste non aiutano il vincolo elettore-eletto impedendo una crescita civile del singolo e della comunità medesima.
A proposito d'interesse comune, la questione IRESE che ho citato in questo post, ha una sua valenza sia sotto il profilo del principio ,sia dal punto di vista materiale, laddove il Comune mediante il Consiglio rappresenta ogni casamassimese si può ben dire che, ogni singolo cittadino di Casamassima vanta un credito nei confronti della società citata un credito di 700 euro circa,ALLA LUCE DI CIò OGNI ELETTO HA IL DOVERE DI ADOPERARSI PER RECUPERARE QUANTO AL CITTADINO CASAMASSIMESE OSSIA AL COMUNE è DOVUTO,SENZA E SENZA MA!
 
 
#38 giuseppe70 2011-03-23 17:21
uno vale l'altro tanto si fanno sempre i fatti loro
 
 
#37 loyer 2011-03-22 10:48
Signori cari sicuramente il manto stradale è uno dei grossi problemi del comune di casamassima ,anche perché c'è da ricordare che eventuali danni creati dalla cattiva gestione e tenuta delle strade porterebbe al comune un'pagamento di danni a COSE e PERSONE ,ricordiamoci il problema delle inondazioni dovute alle piogge ,ad i marciapiedi che hanno vecchie Chianche ormai saponose ,l'estate scorsa personalmente ho soccorso una CITTADINA che è scivolata sulle Chianche di Corso Garibaldi,fiumi di sangue e un ambulanza arrivata dopo 40 minuti ;Un paese ormai divenuto UN DORMITOIO dove si continua a costruire palazzine che rimangono vuote,se non acquistate da quelli che poi definiamo forestieri,quelli che hanno rovinato Casamassima,quelli che hanno portato la delinquenza....., chiediamoci che fine hanno fatto i giovani che passeggiavano per casamassima ,che fine hanno fatto le feste di paese ,.... chiaramente il creare attrattive nel paese non porta guadagni ad i lor signori politici è sicuramente più sicuro poggiare il sedere in comune e come ormai si sente dire alla nausea ...FARE I C...I PROPRI.
SIGNOR candidato, chiediti cosa effettivamente potresti fare per questo paese, chiediti come mai le attività commerciali e produttive di Casamassima hanno una vita media di 2ANNI, come mai invece ci sono più agenzie immobiliari che qualsiasi altra attività ,TERRA DI CONQUISTA ,certo !!!
INIZIATE CON IL PARLARE IN MANIERA SEMPLICE (ALLA PAESANA)DICHIARATE, GUARDANDO LA GENTE NEGLI OCCHI., COSA AVETE INTENZIONE DI FARE PER IL PAESE E NON PER VOI!!!!
PERSONALMENTE MI FARò FAUTORE DI UN CONTROLLO DI QUELLE CHE SARANNO LE PROMESSE ,MOLTO FACILI DEL PRIMA ELEZIONE, e come ho già chiesto a molti cittadini, fotografate e denunciate tutto quello che non viene mantenuto ,.
ATTENDENDO VOSTRE DICHIARAZIONI , RIVENDICO IL DIRITTO DI ....

CONTROLLO NON PERSECUZIONE
 
 
#36 micah 2011-03-22 09:36
Finalmente.....ecco perchè con un normale intervento ordinario non fai niente, rimane tutto come prima..dopo un anno è tutto da rifare!! invece con un intervento straordinario risparmi sugli interventi che andrai a fare in seguito, non rovini il manto stradale per scavare e soprattutto è più comodo per cittadini e operai...
 
 
#35 cristantielli giusep 2011-03-21 21:32
Per micah: Quando società come Enel, AQP,Telecom e simili, Gas Natural ed altri eseguono dei lavori di distribuzione o installazione di nuove condotte ed impianti, hanno l'obbligo di ripristinare a "regola d'arte" il manto stradale, marciapiedi, cordoli etc. danneggiati durante tali lavori. Gli uffici preposti a tale vigilanza, sono tenuti al controllo ed alla osservanza di tale obbligo da parte delle aziende esecutrici dei lavori. Se i ripristini vengono fatti alla "carlona", hanno il conpito di richiamarli all'ordine ed eventualmente sanzionarli. Non ho mai, dico mai, sentito una volta che questo sia accaduto. Se in un posto vedo sporco, cartacce, mozziconi, bottiglie rotte, non avrò difficoltà a far cadere anch'io qualcosa in terra. Sporco su sporco carta su carta ect... Spero di aver reso il concetto...
 
 
#34 battista luca 2011-03-21 21:01
vedi micah sarò un illuso ma continuo pervicacemente a credere che la politica sia l'unico strumento di cui il cittadino può avvalersi al fine di risolvere i problemi della comunità,prescindendo dalle appartenenze,qualora questo concetto alberghi nelle anime e nelle menti di chi ha interesse per la politica,le strade rappresentano il luogo dell'incontro ,almeno in passato lo erano,in quest'ottica cittadini e politici devono tornare ad incontrarsi su un terreno comune che coinvolga l'intero paese da chi amministra a chi è amministrato,al fine di evitare che l'anti-politica sempre più dilagante in larghi strati della popolazione prenda il sopravvento ,minando alla base il concetto cardine della comunità,ossia lo stare insieme sentendosi protagonisti di quanto accade nella nostra cittadina a cui nonostante tutto vogliamo bene!
 
 
#33 micah 2011-03-21 09:00
Ok Luca, capisco il tuo impegno e la tua volontà, ma non puoi pensare solamente a "rifare le strade" perchè tra un anno arriva l'enel o la telecom con i loro lavori, sfasciano il manto stradale e la strada è da rifare perchè proprio dove sono intervenuti entra l'acqua piovana e in quei punti la strada diventa fragile, si spacca...allora se vuoi una strada che ti duri almeno 10-15 anni prova a pensare un pò più grande, provate a non limitarvi alla sola riparazione delle strade e magari con un unico intervento aggiustate le vie del paese, la fognatura, i cavi del telefono.........
 
 
#32 battista luca 2011-03-20 20:41
x micah leggi qua
http://bari.repubblica.it/cronaca/2011/03/18/news/troppe_buche_strade_a_rischio-13797413/
l'ordinaria amministrazione che torni a ripetermi, circa l'impegno da me richiesto, a tutte le forze politiche chiamate a contendersi il governo cittadino è sentita e condivisa da tutti i casamassimesi,il mio intento mira ,con tutti i limiti del caso,a far si che politici vecchi e nuovi,qualora eletti ,prendano a cuore questo tema,così sentito in ogni senso dal popolo ,sovente l'amministratore locale e non solo, tende ad occuparsi di altro;congiuntamente al problema strade auspico che i futuri amministratori intendano assumere una decisa e precisa posizione sulla questione IRESE di capitale importanza onde riuscire a recuperare risorse utili ,magari alla problematica sopra citata!
 
 
#31 micah 2011-03-16 14:46
Caro Luca la salute del cittadino casamassimese è sempre prioritario prima delle elezioni, MAI DOPO!! ti ripeto che le riparazioni delle strade entrano nell'ordinarietà degli interventi (anche se le nostre strade fanno veramente pietà)...in tutto questo tempo cosa stavano facendo i politici di casamassima?? abbiamo una visione diversa delle cose...sicuramente non vengo da un altro pianeta, non è che avete vissuto per tutto sto tempo sotto terra??
 
 
#30 battista luca 2011-03-16 13:59
La salute è il bene primario PER ECCELLENZA,tutto quello che mette a repentaglio l'incolumità della condizione fisica di un cittadino,per il sottoscritto è PRIORITARIO,IN TERMINI TECNICO-AMMINISTRATIVI il rifacimento del manto stradale è ordinaria amministrazione,alla luce dello stato delle strade del paese, l'intervento richiesto è straordinario oltre che per il tema salute,per una questione squisitamente economica alla luce dei tanti contenziosi che potrebbero interessare il Comune (quindi noi tutti,non so tu micah da quale pianeta provenga)!
 
 
#29 micah 2011-03-16 11:19
I lavori per il manto stradale fanno parte dei lavori di ordinaria amministrazione, se una lista mette tra i suoi punti anche questo è sintomo che non sanno cosa fare, tanto per allungare la lista per renderla credibile...a Casamassima ci sono problemi più gravi e voi pensate a voler mettere tra i vari obiettivi delle liste il rifacimento delle strade...poveri casamassimesi!!!
Pinturicchio non ti conosco ma se hai questa testa secondo me è meglio che non ti dai alla politica, non vorrai fare "percoco"
 
 
#28 battista luca 2011-03-15 23:11
la speranza è quella di vedere nel programma di tutti i gruppi politici competitori alle prossime elezioni fra le varie questioni 2 che spiccano,ovvero il ripristino di un manto stradale che non richiami immagini provenienti da paesi in cui è in corso un conflitto bellico e la questione del fallimento della IRESE,con l'auspicio di recuperare un milione e mezzo di euro alle casse del Comune da destinare al punto sopracitato!
 
 
#27 Pinturicchio 2011-03-10 21:21
Caro Sig. micah a questo punto io preferisco chi sa cosa vuole e cosa fare, chi si fa infinocchiare ...... farebbe meglio a starsene a casa prima di farsi e fare male!
 
 
#26 cristantielli giusep 2011-03-10 14:19
A tutti gli utenti del furum vorrei ricordare che il candidato Sindco ha molte responsabilità sulla carica che andrà a ricoprire. A meno che non sia completamente privo di "pall" e di propria dignità, quando vede che le cose non vanno per il verso giusto, ha la possibilità di dimettersi, e di mandare tutti a casa.. Ne abbiamo avuto un caso esemplare in passato. Purtroppo, la vittoria di un candidato sindaco passa anche dalla singola forza e peso politico di ciascun candidato alla carica di consigliere. Quindi la responsabilità dovrebbe essere ripartita in parti uguali. Che un candidato sindaco abbia la faccia e la coscienza pulita lo si evince dal fatto di voler essere o meno solo l'aspetto esteriore del mandato che andrà a ricoprire. Continua.....
 
 
#25 micah 2011-03-10 14:08
ma c'è una netta differenza tra una persona che si sporca le mani "senza rendersi conto" e una persona che parte già col presupposto di sporcarsi le mani!!! Non crede Pinturicchio??
 
 
#24 Pinturicchio 2011-03-10 13:46
Egregio Sig. Micah sa qual'è il problema? Qualcuno potrebbe anche sporcarsi le mani senza rendersene conto e solo perchè è stato accompagnato, mano nella mano, verso un determinato provvedimento. Pertanto, le mie perplessità restano!!!
 
 
#23 micah 2011-03-10 13:40
beh Pinturicchio la domanda giusta è se Cristantielli è più pulito di certe persone che stanno nel Comune da anni e anni???
 
 
#22 Pinturicchio 2011-03-09 18:48
Egr. Sig. Micah posso farLe una domanda??? SINO A IERI DOV'E' STATO?? SULLA LUNA?? Ognuno è libero di esprimere il proprio parere, ma se Lei ritiene "persona pulita politicamente" uno che afferma di essere di destra e che, dopo essere stato bocciato come candidato Sindaco, ha appoggiato un candidato Consigliere ed il candidato Sindaco del centrosinistra ........... non era sulla luna ma su Marte!! Mi saluti i Suoi amici Marziani!!
 
 
#21 micah 2011-03-07 20:15
Almeno hanno avuto il coraggio di candidare una persona PULITA politicamente...
 
 
#20 Domenico Spinelli 2011-03-06 19:11
gentile Pinturicchio,

l'auspicio di Autonomia Cittadina è quello di portare la campagna elettorale Casamassimese ad un livello di dignità, che purtroppo non si vede da qualche turno elettorale. Noi abbiamo cominciato esponendo le nostre idee, ed aspettandoci su queste un confronto con tutte le forze politiche. Sulla base di questa dialettica politica attendiamo il giudizio dei cittadini... questa non è fantasia, ma pura realtà.. se altri hanno scelto la solita strategia della campagna acquisti.. questo ci interessa poco.. noi continuiamo per la nostra strada. Il responso delle urne, ci dirà alla fine, se davvero Casamassima VUOLE una politica SANA.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.