Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

COLUMBO, DAREMO MAGGIORE VIVIBILITÀ AL PAESE

palazzo_municipale

Mentre in municipio si lavora al nuovo bilancio di previsione, i partiti politici iniziano a organizzarsi in vista delle prossime elezioni. Abbiamo sentito Ninni Columbo, segretario PDL.

Primarie nel centro destra per la scelta del candidato sindaco: vi trovate d’accordo?

Le primarie non sono tradizionalmente qualcosa che ha riguardato il centrodestra e mi accorgo che anche lo stesso centrosinistra non le vede più di buon occhio: in qualche modo si è riscontrato che poi non corrispondono alle effettive esigenze sia degli iscritti che di chi vi ha partecipato. Capisco lo spirito per cui può essere stata evidenziata questa necessità, lo spirito di massima democrazia, però spesso ci sono stati riscontri negativi perché si è notato che hanno partecipato anche persone  che forse non sono quelle che avevano effettivamente interesse nel trovare qualcuno che fosse gradito. Certo se venisse scelta questa strada, le cose andrebbero fatte per bene, con schede elettorali e possibilità di votare un’unica volta in un’unica sede, ma chiaramente questo comporta tempo e spese che non vedo come affrontare. Altrimenti meglio non fare nulla.

Fra i cittadini aleggia un certo malcontento per le mancanze di cui accusano la passata amministrazione, che potrebbe portare alla formazione di liste civiche. Sarebbe u n’ulteriore frammentazione dei voti?

Devo precisare che non sono mai stato un grande sostenitore delle liste civiche, perché penso che di partiti ce ne siano già tanti e sono più che sufficienti per avere il consenso dei cittadini, che così possono riconoscersi in simboli e ideologie sponsorizzati a livello nazionale. Non so quali potrebbero essere gli ideali di una lista civica e mi riesce difficile immaginare che non si trovi una collocazione in tutti questi partiti, che tra l’altro si sta cercando di restringere e accorpare, proprio per evitare frammentazioni e confusione nell’elettore. Ben vengano le liste civiche perché la società civile è sempre stato un valore aggiunto, ma devono essere composte da persone che abbiano un programma e anche la possibilità di realizzarlo: abbiamo appena visto cosa è successo con la passata amministrazione, che anche se formata da una coalizione di liste civiche e partiti, non ha dato grandi risultati.

Ha appena aperto a Casamassima una sezione del movimento Schittulli. Avversari o potenziali alleati?

Il Movimento Schittulli è sempre stato un movimento vicino al centro destra e mi auguro che si inserirà nella coalizione di centrodestra. Potrebbero anche voler correre come lista a sé stante, ma mi riesce comunque difficile vederli in una collocazione diversa dal centrodestra.

Avete già un’idea dei programmi di governo?

Ritengo il programma una cosa fondamentale della vita amministrativa del comune e ci stiamo lavorando con l’intera coalizione del centrodestra. Abbiamo già vagliato dei punti, naturalmente deve essere un programma realizzabile e quindi realistico. La vecchia amministrazione ha ripetuto con un ritornello ossessionante che non ci sono soldi e le casse del Comune sono vuote: speriamo che siano solo vuote e non ci siano debiti, perché risulta che ci potrebbero essere debiti fuori bilancio o latenti di cui non ci è dato di sapere l’entità, così come non ci è dato di sapere, nonostante l’abbiamo richiesto diverse volte, qual è l’ammontare del contenzioso del Comune di Casamassima. Realisticamente questo non permetterà di avere a disposizione delle miniere, ma abbiamo belle idee. I nostri sforzi saranno or ientati nel dare al paese maggiore vivibilità e fruibilità, soprattutto negli spazi che sono stati dimenticati e questo non credo comporti grandi costi. Daremo una particolare importanza al verde, che è un qualcosa a cui il cittadino non deve rinunciare, perché poi l’alternativa diventa raggrupparsi in ambienti chiusi e smettere di vivere la città. Dobbiamo tornare a far vivere il paese, anche prestando maggiore attenzione alle attività commerciali che possano incentivare il passeggio della gente e non il ristagno in determinati posti. Dovremo trovare strade perché almeno queste cose si realizzino. Pensiamo a un programma che sia a breve, medio e lungo termine, sperando che inizi un ciclo di centrodestra, in modo che i primi cinque anni siano propedeutici ai successivi. Mi auguro che si possa ripristinare la fiducia che attualmente manca verso le istituzioni, vedo un certo disamoramento dei cittadini verso il paese proprio perché gli elettori sono demotivati. Sappiamo che ci sono delle pecche, ma ci sono ancora tante persone serie e oneste che potrebbero ritrovare quell’entusiasmo che in questo momento manca e dare così un contributo veramente concreto, ripristinando quella fiducia che è venuta meno non solo ai giovani, ma anche alle persona di media età e agli anziani.

Commenti  

 
#22 Vito Cassano 2011-02-21 11:18
Caro Luca io ho parlato di un processo complesssivo di ridimensionamento del numero di posti letto nella regione (in zona fu chiuso in parte Rutigliano, Mola, ridimensionato Triggiano, ecc., non di specialità (quelle hanno subito un diverso iter per il riequilibrio). Ho già postato altrove che il processo di rientro della spesa sanitaria rinviene da antiche decisioni, addirittura di livello Europeo, e siccome quella ospedaliera era preponderante rispetto a quella territoriale si mise mano al riordino della rete ospedaliera, con concetti nuovi, cosa che Fitto ha cominciato e Vendola ha proseguito, ineluttabilmente, entrambi per migliorare l’organizzazione della sanità pugliese. Se per tanti anni abbiamo evitato il pagamento del ticket, oggi questo non è più possibile per ragioni di riequilibrio economico. Non è un caso che l’assessore regionale Fiore con grande coerenza, dopo le critiche del presidente della Commissione regionale alla sanità (pd), ha annunciato le proprie dimissioni; stretto tra populismo di Vendola e accordi nazionali con Tremonti – Fitto, non intende venir meno alla propria coerenza politica e correttezza nei rapporti istituzionali. Apprezzo la chiarezza nell’individuare i diversi modelli di democrazia quello del PD che è piramidale, cioè è la base che sceglie i propri dirigenti attraverso il voto, il PDL con “un solo uomo al comando”, mentre gli altri che evidentemente assentono e operano. Legittimi entrambi ed ognuno sceglie il modello che più gli aggrada. Concordo sulla necessità che la prossima amministrazione sia formata da un sindaco espressione della stessa maggioranza consigliare.
 
 
#21 battista luca 2011-02-20 19:40
Caro Vito il ridimensionamento del numero di posti letto,puoi anche verificarlo di persona,non ha interessato i reparti di dermatologia e neurologia all'epoca presenti nel plesso distaccato di Casamassima del "MIULLI",l'ente ecclesiastico per contenere i costi di gestione di 3 plessi distaccati e per consentire un attività più adeguata alle esigenze dell'utenza ,ha centralizzato in un unica struttura l'attività amministrativa e sanitaria,decisione presa dai gestori del nosocomio in epoca antecedente all'amministrazione Fitto,dato che hai citato il senatore Marino attualmente presidente della commissione sanità al senato,lo stesso ha manifestato apprezzamento per il piano sanitario dell'ex presidente salentino,il quale assunse su di se la responsabilità di quei provvedimenti che adesso il governo sta imponendo all'attuale governatore regionale,il quale attribuisce a Tremonti ,con la sua impareggiabile prosa,i sacrifici a cui sopratutto le categorie di pugliesi più fragili (vedi anziani pluripatologici mediante il pagamento tiket sulla prescrizione medica)è esposta.
Casamassima quando il MIULLI DISMISE TUTTE LE SUE ATTIVITà in loco è parsa impreparata all'evento,un pò come palesato da Vendola a microfoni spenti in una nota trasmissione televisiva di rai 3 di cui circola un video su you tube,circa le competenze sanitarie in seno alla maggioranza che lo sostiene,requisito assente anche per le questioni casamassimesi all'interno dell'amministrazione .
I n merito alle riflessioni che tu fai circa la democrazia all'interno del partito relativo alle differenze PD ,PDL,a mio avviso pur differendo in molti punti i processi alla base della genesi delle formazioni politiche sono accomunate da un azione di tipo verticistico la differenza è data dai fautori dei fenomeni PD ,PDL,NEL PRIMO CASO il prodotto di una stretta oligarchia,nel secondo "un uomo solo al comando" parafrasando un libro di coelho,le cosiddette primarie il PD quando ne fa ricorso sono ampiamente controllate dal partito come dimostra il caso marino,osteggiato nella sua carriera professionale a cause di interferenze politiche .
In ultima analisi il mio auspicio per il prossimo futuro a prescindere da chi sarà chiamato ad amministrare il paese ,augurandomi che non accada quanto successo 3 anni or sono,i politici amministratori tornino ad occuparsi di Casamassima e la sua gente che nel periodo del De tommaso bis chiedeva essenzialmente 2 cose :
-un paese pulito
-strade che non mettano a repentaglio l'incolumità della salute
nel recente passato chi ha governato si è occupato essenzialmente di altro!
 
 
#20 Vito Cassano 2011-02-18 18:29
Caro Luca, la mazza c’entra eccome. Ti consiglio di leggere il piano Fitto 2002/2004 punti da 10.2 in poi, vedrai che gli Enti Ecclesiastici, rientrando nel sistema Ospedaliero Regionale hanno dovuto adeguarsi alla riduzione dei posti letto, riorganizzando le proprie strutture (chiusura Casamassima, Acquaviva e Collone) con apertura di un numero complessivo minore di posti letto nel nuovo Miulli. Il Consiglio Comunale si mobilitò per rivendicare, come già detto, una più ampia organizzazione di servizi distrettuali con Pronto Soccorso ecc.. Le diverse concezioni politiche presenti nel PD sono state ampiamente dibattute nel Congresso con le tre mozioni (Bersani, Franceschini, Marino). La maggioritaria è stata quella di Bersani che oggi rappresenta tutti, pur con grande dibattito interno; questo per me è la democrazia. Nel PDL i soci fondatori si sono separati – è una realtà – in base ad una diversa concezione del partito. Vedremo come andrà a finire. Per tornare a Columbo; la sua riflessione circa la necessità di ripristinare la fiducia dei cittadini è importante, questo, secondo me è possibile solo se le liste che si propongono contengono personalità di riconosciuta popolarità e coerenza morale.
 
 
#19 nauseato 2011-02-18 16:04
è allucinante!!! Sono passati più di dieci anni e le sorti del nostro comune sono ancora nelle mani dei vari Pignataro,Birardi,Columbo,Tripoli........BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!
 
 
#18 casamassimese dop 2011-02-18 15:32
Signori credo che ormai siamo fuori di senno.
Siamo al puno di riconoscere onestà a chi preferisce bendarsi gli occhi invece di guardare ed agire, a chi si candiderà al fianco di coloro che dovrebbero essere i disonesti, magari candeggiando la propria onestà per raccimulare qualche voto in più. Costoro son consapevoli che non possono erigersi a garanti delle regole perchè il gioco è più grande di loro. Gli onesti, o coloro che tali si ritengono, candidandosi al fianco dei disonesti, non faranno altro che agevolare il realizzarsi dei disegni oscuri e forse anche loro impareranno a zoppicare.
Queste non sono provocazioni ma la cruda realtà.
Chi si professa onesto deve avere il coraggio di esserlo fino in fondo altrimenti son meglio i disonesti.
 
 
#17 Zelig 2011-02-17 01:56
E proprio perchè è onesto (ne sono certo) che ci sta a fare nella compagnia di chi porterà avanti il carro di imprenditori (falliti) e di tecnici(manager-politici-imprenditori di se stessi)? Non le viene di coltivare la sua passione politica in altri siti?...la politica è strana, non fa mai 2+2 agli occhi di chi la fa. Forse è per questo che non viene più voglia di seguirla.
 
 
#16 battista luca 2011-02-16 21:24
A Casamassima la pianificazione Sanitaria di Fitto chiuse il presidio ex Miulli allora funzionante, senza prevedere altro.
Sarò breve a Casamassima il piano sanitario di Fitto non stabilì un EMERITA MAZZA,IN QUANTO LA CHIUSURA DEL PLESSO DISTACCATO DEL MIULLI FU DECISA DAL MEDESIMO ENTE ECCLESIASTICO PRIVATO,a tal proposito ci fu un consiglio comunale monotematico anni or sono!

Anche se non formalmente organizzato, sul piano politico, il centrodestra è vistosamente diviso in almeno due concezioni della politica, che prima o poi si scontrerà anche a Casamassima.

Le vistose divisioni sono state il tema dell'intervento in risposta al suo d'intervento,ho voluto sottolineare come anche nel partito a cui è iscritto le divisioni erano ormai palesi ed evidenti ,aggravate dall'azione governativa dello stesso.
 
 
#15 Vito Cassano 2011-02-16 15:19
Gentile sig. Battista, la ringrazio per l’augurio che naturalmente ricambio. Quando dico la mia, cerco di stare al tema dell’articolo (veda precedenti) e quindi cercare di interloquire. Ho parlato di due concezioni politiche di centrodestra (per capirci liberal democratica e populistico libertaria tanto per sintetizzare) che a livello nazionale si è già – seppur non completamente – manifestata, e che a Casamassima prima o poi si manifesterà. Capisco bene la cautela di Columbo, che farebbero bene tutti ad utilizzare, perché, per le ragioni che ho già esposto, non vi sono ancora certezze finanziarie su cui poter impostare un serio programma. Vado a memoria. A Casamassima la pianificazione Sanitaria di Fitto chiuse il presidio ex Miulli allora funzionante, senza prevedere altro. Il Comune rivendicò che ci fossero almeno degli ambulatori, e qualche anno fa si decise l’attivazione di una cosiddetta casa della salute, cioè un insieme di attività di Pronto soccorso e ambulatoriali utili a soddisfare i bisogni più immediati anche di tipo diagnostico, oltre che a far in modo che molti lavoratori non si spostassero al Miulli. Lei sa bene, visto che ci lavora, che questo non è stato ancora realizzato per il blocco finanziario (per la sanità) imposto dal Governo alla nostra regione. Mi auguro, per il bene del paese, che i prossimi amministratori completino tempestivamente questo utile progetto.
 
 
#14 Nicola Valenzano 2011-02-15 22:02
Fare politica è una passione, io sono cresciuto in un partito isolato, mal visto, fuori dall'arco costituzionale ma con la convinzione di battersi fino in fondo per le proprie idee ed i principi. Ringrazio i gentili interlocutori per le attestazioni d stima ma non raccolgo le provocazioni di chi pensa che i "burattinai" possano usare la mia e le altre facce pulite per continuare a fare i loro giochi. Chi mi conosce da vicino sa bene che da 30 anni circa faccio un lavoro che se solo fossi capace di mettere da parte i miei principi, le mie idee, mi renderebbe ricchissimo invece di vivere onestamente con il mio stipendio. Oggi tutti pensano che ogni uomo ha un prezzo, io mi vanto di non averne non a parole ma con i fatti.
 
 
#13 Giovanni 2011-02-15 16:40
Vorrei fare una riflessione! Si parla di compenente AN ...FI...ma dimentichiamo che il presidente della camera G. Fini l'altro giorno è stato nominato Presidente di FLI ( Futuro e Libertà).
quindi mi chiedo chi è il portavoce a Casamassima di questa componente? Il dott. Pignataro ha già avuto modo di dire che non si riconosce in questa componente...quindi attendiamo un nuovo Generale nella coalizione di centrodestra!
P.S. .....eventualmemte non ci fosse.....sarei disponibile io a ricoprire tale incarico!
 
 
#12 battista luca 2011-02-15 15:48
Questa riflessione è anche conseguenza dell’affermazione di Columbo secondo cui i primi cinque anni debbano essere propedeutici ai successivi. Mi auguro di vivere a sufficienza per vedere realizzato almeno la prefazione del programma che propone

Nell'augurarle lunga vita Sig. Cassano mi soffermo su 2 punti del suo intervento ,ossia le divisioni in seno al PDL e la realizzazione dei programmi.
Per quanto concerne il primo punto vorrei ricordare un pò di storia del passato recente relativa alla dimissionata amministrazione,su tutti menzionerò il caso Forleo (omonima del magistrato inviso al PD nazionale)non chè il manifesto già citato prodotto da un esponente che aveva contribuito alla costituzione del PD locale la cui prole presenziava il consiglio comunale,tutto ciò per stigmatizzare le lacerazioni interne al partito e lo scollamento fra amministrazione e cittadinanza enfatizzato dal citato ex membro PD,sfociato nella nota manifestazione contro il degrado urbano,quindi non solo frizioni interne al partito ma sopratutto un rapporto lacerato con una popolazione che non aveva suffragato alle urne la coalizione di centrosinistra.
Quanto a realizzazione dei programmi le consiglio di farsi un giro al cup dell'asl locale,dove un manifesto risalente all'estate scorsa promuoveva l'attività amministrativa ,fra le tante cose "realizzate",il fiore all'occhiello dell'amministrazione a guida PD è "LA CASA DELLA SALUTE",giorni fa in attesa del mio turno al cup prenotazioni ,osservavo un manifesto ingiallito e penzolante dal muro emblema di quanto realizzato!
 
 
#11 CASAMASSIMESE 2011-02-15 14:02
sig Cassano, ma lei che straparla di tutto e di tutti, anche di leggi che ancora non sono state approvate, non sarai mica un babi-pensionato comunista che non fa un c... dalla mattina alla sera? si potrebbe prendere al tua pensione ingiusta per aiutare i pensionati veri.
 
 
#10 Vito Cassano 2011-02-15 12:41
Se dopo circa quattro anni a Casamassima si ragiona nel PDL in termini di equipollenza tra ex AN ed ex FI quando questo è stato superato dalle vicende nazionali, figuriamoci i tempi di realizzazione di un qualsivoglia programma!. Anche se non formalmente organizzato, sul piano politico, il centrodestra è vistosamente diviso in almeno due concezioni della politica, che prima o poi si scontrerà anche a Casamassima. Questa riflessione è anche conseguenza dell’affermazione di Columbo secondo cui i primi cinque anni debbano essere propedeutici ai successivi. Mi auguro di vivere a sufficienza per vedere realizzato almeno la prefazione del programma che propone. Voglio immaginare che Columbo conosca bene il bilancio comunale e quindi sappia bene come sono messe le relative poste. Si può impegnare, nel programma, a far rientrare immediatamente i crediti vantati dal comune? E quale sviluppo edilizio prevede? Ho l’impressione, invece, la cautela nasca dal fatto che il PDL sappia bene che la legge sul federalismo municipale, almeno come riportato da tutta la stampa, farà delle amministrazioni comunali dei veri e propri gabellieri che imporranno aumenti di tasse, ne tratterranno un po’, ed il rimanente le convoglieranno al Governo a trazione Lega che da Roma le orienterà al Nord. Addizionale Irpef ; a Casamassima non si paga, viene prevista fino allo 0,4%; il Pdl la applicherà? Cedolare secca su affitti; il comune viene cointeressato a svolgere la funzione gabellante, i piccoli proprietari (pensionati al minimo con casa data in fitto) saranno gli unici a rimetterci mentre i grandi proprietari di case date in fitto ci guadagneranno moltissimo. La tassa sul turismo; i gabellieri saranno gli albergatori a cui dovrebbe andare una parte dei proventi. I Casamassimesi che andranno a Roma inveiranno contro il Comune di Roma e i romani che andranno a Lecce contro i leccesi. E chi se ne importa?. La tassa di scopo; vogliamo delle belle strade? Una bella tassa comunale per tutti e quelle che già paghiamo rimangono a Roma. Compartecipazione IVA, e quote altri tributi; non sono in grado di valutare perché le notizie non sono complete. Infine l’IMU (imposta municipale propria che sostituisce l’attuale ICI; ora a Casamassima è pari al 5,75 per mille passa al 7,6 per mille. Sig. Columbo, è questo il Federalismo che lei ritiene si debba realizzare? Bisogna dirlo ora non dopo essersi presi i voti.
 
 
#9 sostenitore di zelig 2011-02-15 11:39
altro che zelig, dovresti chiamarti zarathustra....sottoscrivo il tuo intervento. Il PDL è marcio! L'animo di coloro che lo guidano è interessato a tutto tranne che a lavorare per migliorare il nostro paese! Hanno bisogno di facce pulite da presentare per confondere l'elettorato dato che quelle dell'ex FI (ma anche di qualcuno ex AN) sono impresentabili...State facendo il loro gioco! Non fatevi tirare i fili, o li manovrate voi che siete persone per bene...o li TAGLIATE! Medita Valenzano...MEDITA!!!
 
 
#8 Zelig 2011-02-15 00:46
Gentile sig. Valenzano. Conosco molte brave persone a sn. e altrettanti cretini.Gente di cui vergognarsi.E conosco brave persone di ds. che si accompagnano a grandi imbroglioni affaristi.Io la conosco e lei mi piace.Ma come pensa di poter parlare di buoni programmi e di buoni candidati con la compagnia a cui si mescola? Ho sentito in piazza nomi di vs. probabili candidati -da prima repubblica- che fanno venire i crampi (o sempre gli stessi, o mummie del passato).E che interessi pensa, in caso di vittoria, andrà a tutelare? La prego...si dissoci. Sa cosa credo? La politica è un grande circo (pure quella locale) con molti comprimari e due, massimo tre, veri burattinai.Ds. o sn. che vinca, vincono sempre loro e lei sarà un comprimario la cui faccia pulita servirà da paravento e alibi a chi continuerà i propri buoni affari.Saluti
 
 
#7 Aribert Heim 2011-02-14 22:26
Vorrei sapere, chi sarà il prossimo degno vassallo dell'ingegnere comunale? Sig.Columbro lei potrebbe dircelo?
 
 
#6 Nicola Valenzano 2011-02-14 21:14
Raccolgo la provocazione per confermare che a Casamassima, come nel resto d'Italia, non è stato nominato il coordinatore cittadino del PDL e che la rappresentanza ex FI e quella ex AN è assolutamente paritetica. Il PDL su Casamassima è rappresentato da una delegazione formata da ex componenti del direttivo di FI e AN in numero e peso politico uguale. Per quanto concerne le trattative, dopo gli opportuni confronti interni ad oggi il PDL ha fatto sintesi ed è uscito ad incontrare coloro che vogliono far parte del centro destra, sono moderatamente fiducioso di poter uscire a breve con la coalizione, le liste ed il candidato Sindaco.
 
 
#5 Giulio 2011-02-14 20:36
il PDL riproporà oltre che gli stessi uomini,anche le stesse contraddizioni, perchè non si mettono d'accordo tra di loro prima di cercare accordi con altri?
 
 
#4 Pinturicchio 2011-02-14 15:27
Caro Columbo la visibilità al nostro paese Forza Italia l'ha già data al nostro paese appoggiando il candidato Sindado De Tommaso nelle Amministrative del 2008!!!! Angòr v na vit a scj a r casr?????
 
 
#3 ilcasamassimese 2011-02-14 15:25
Certo che il Sig. Columbo perde il pelo ma non il vizio!!! Dice una serie di cose inesatte solo per nascondere la verità!!! Innanzi tutto non è stato nominato da nessuno Segretario cittadino del PDL!!! Il programma elettorale 2011/2016 probabilmente lo stà predisponendo con i suoi quattro leccapiedi (per non scrivere altro) e non con l'intera coalizione di centro destra, visto che ad oggi ha solo litigato sulla paternità del candidato Sindaco!!! Possiamo sapere per il Columbo quali sono i Partiti che secondo il suo pensiero fanno parte del suo centro destra??? Quali sono le sue idee e quelle dei suoi leccapiedi per portare risorse al Comune??? SE CONTINUI COSIì, CARO NINNI, FARAI VINCERE ANCORA UNA VOLTA LA SINISTRA!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.