Lunedì 23 Settembre 2019
   
Text Size

PD, ANDREA PALMIERI SMENTISCE LE VOCI SU AZZONE

Casamassima

Vox populi: l’avvocato Azzone sarebbe in pole per la candidatura a sindaco nel Partito Democratico.

“Non ne abbiamo mai parlato” - è la secca smentita del segretario Pd, Andrea Palmieri, ai nostri microfoni - “Non capisco come facciano a tirare in ballo nomi che non abbiamo nemmeno messo in discussione”.

Ieri sera si è riunito il coordinamento del partito e per la prima volta si è dato inizio al percorso che porterà all’individuazione e successiva conferma del candidato sindaco. E’ ancora presto per fare nomi. Così come dagli ambienti di centro-destra le bocche sono ben cucite: non ci sono ancora conferme su Francesco Cristantielli. “Il nostro progetto è diverso – osserva orgoglioso Palmieri – gli altri pensano solo alle poltrone, mentre del programma non gliene frega niente. A noi interessa il programma. Per ora preferisco non fare nomi e non voglio che se ne facciano, o che si mettono in mezzo persone che non sanno nulla, magari sono nomi tirati in ballo per il solo gusto di bruciarli”.

Il programma elettorale è pronto: smussato e rivisto su alcuni punti ieri sera, nella riunione del coordinamento.

“Lo abbiamo già stilato” – conferma il segretario, che lo illustra per sommi capi.

IL PROGRAMMA ELETTORALE – “Stiamo puntando tutto sulla vivibilità del paese. Concentreremo l’impegno e le forze sul piano urbano del traffico. Vogliamo completare quel processo, già avviato dall’amministrazione uscente, di manutenzione e affidamento a gruppi di cittadini e associazioni di giardini pubblici e spazi verdi”.

Occhi puntati anche sulle lottizzazioni, una delle quali non è stata approvata in extremis, appena caduta l’amministrazione. Il cemento è un tema di scottante attualità qui, a Casamassima.

“Bisogna capovolgere il modo di intendere delle lottizzazioni. Meno cemento – osserva Palmieri – nei nuovi quartieri bisogna puntare innanzitutto ai servizi: verde pubblico, strade, parcheggi. Massimo riguardo anche verso quelle lottizzazioni in fase di attuazione. Alcuni istituti scolastici sono in sovraffollamento, serve quindi un nuovo istituto per le materne e le elementari. Bisognerà individuare un’area su cui costruire un nuovo istituto scolastico”.

Una menzione nel programma anche per la zona PIP (piano insediamento produttivo): “L’amministrazione uscente stava maturando già i primi frutti. Nel programma il Pip è una delle priorità assolute, serve all’occupazione e allo sviluppo del territorio. Il progetto di fattibilità andrà discusso con i cittadini e con le categorie per tutti i correttivi.”

Infine ci sono le strade e la viabilità: “Le strade del paese necessitano di un nuovo piano e di un sostanzioso investimento, da mettere in conto già nei primi mesi di mandato. Bisogna asfaltare gran parte delle strade comunali”.

Palmieri illustra i suoi criteri da seguire per la scelta del candidato sindaco. “Una persona che dia garanzia di trasparenza e moralità, che abbia professionalità e competenze, che sia molto conosciuto dai cittadini”.

Commenti  

 
#24 Casamassimese DOC 2011-02-09 12:14
Sig Cassano la ringrazio per la domanda!!!! Continuerò a scegleglie (cosi come ho sempre fatto)in base ai seguenti principi:
1 - Buoni Benzina;
2 - buoni spesa;
3 - 50 euri per nuclo familiare votante
4 ecc ecc.
... non si scandalizzi ...tanto poi di ME del mio paese.... e forse anche di lei non si ricordarà più nessuno!!!!
allora come diceva mio nonno " c pigh a prim pigh 2 volt!!!!!
 
 
#23 Vito Cassano 2011-02-09 09:28
Gentile sig. Doc, vede che la sua non è di origine controllata come avevo pensato io? Cioè Casamassimese puro? Perché se non è stato originato come me, è stato originato artificialmente. Mi permetto di scherzare sperando che apprezzi. Veda, la cultura contadina è stata fondamentale nei millenni passati. Il quotidiano duro lavoro, il ricominciare dopo le avversità, la gioia del raccolto, il risparmio e l’accumulo del surplus, il rispetto dei metodi tradizionali di coltivazione, sono oggi modelli superati dai modelli economici e sociali del vivere, sono marginali e comunque di nicchia, destinati a scomparire. A Casamassima (basta leggersi il DPP del Pist) questa realtà culturale è ancora molto presente e radicata. Le posso garantire che voterò solo chi avremo tutti insieme identificato come nostro rappresentante in consiglio, e non quello che acriticamente mi dovesse essere indicato. Ma lei con quali criteri sceglierà?
 
 
#22 Casamassimese DOC 2011-02-08 11:34
Sig. Cassano.....ora ho la certezza che Lei ci continua a prendere per i FONDELLI!!!!! Lei parla di libertà di scelta e poi afferma di aver votato BOCCIA....il PD aveva dato fortemente indicazioni su chi votare.. tantè che sul voto a Vendola da parte dei diessini cè stata una forte spaccatura politica. Quindi lei stia tranquillo tanto ci penseranno i suoi segretari locali a dirLe chi votare!!!!!!
P.S. per quanto riguarda il mio acronimo.....volevo rassicurarla che è meglio essere Di Origine Contadina .....e non come lei Di Origine ***!!!!!!!
 
 
#21 Vito Cassano 2011-02-08 10:17
Gentile sig. DOC, la invito a leggere e se necessario rileggere l’editoriale di Marilena Rodi “Casamassima invasa dall’invasore?” E io ci aggiungerei o “prigioniera della cultura doc?”, cioè una monade di cultura contadina tradizionalmente ostile a qualsiasi evoluzione. A tal proposito le chiedo la traduzione dell’acronimo, perché la mia potrebbe essere eccessivamente maliziosa. Le faccio presente che molte persone come lei, in passato, (quando ero iscritto al PCI) mi hanno accusato di portare il cervello all’ammasso. Oggi mi si chiede perché non porto il cervello all’ammasso. Guardi, oggi non lo farei ne se me lo ordina lei né se me lo ordinasse Bersani, perchè è questa la differenze tra il mio partito e il PDL (solo a titolo esemplificativo); nel mio chi dissente viene “ascoltato” non solo “sentito”; viene incluso nella responsabilità di direzione e partecipa liberamente alla battaglia politica interna, nel PDL invece chi dissente o tace, o non adula il capo viene immediatamente messo fuorigioco. Le faccio un esempio: le primarie di coalizione, in Puglia non hanno impedito a tanti iscritti al PD di votare Vendola – io ho votato Boccia - . Se ad esempio a Casamassima la coalizione dovesse comprendere l’UDC, liste civiche, ecc. e ci dovessero essere le primarie, se coinvolto nelle decisioni, in quanto iscritto, sarei leale e voterei le indicazioni che avrei contribuito ad approvare, altrimenti mi sentirei libero di votare chi ritengo. La democrazia la intendo così.
 
 
#20 giuseppe de pasquale 2011-02-08 07:25
non capisco,siamo alle solite,tutti ha parlare,siamo seri bisogna trovare un personaggio forte che sappia guidare il paese fuori dal vicolo cieco,perchè nn fate delle proposte serie invece di inveire su tutto,a casamassima purtroppo con l'anatra zoppa al 60% doveva succedere,ora bisogna lavorare sodo per risolvere il problema candidato sindaco.sia a sinistra che a destra sarà una bella competizione.Lo scrivente augura che ci sia una campagna elettorale equa è pensare al programma elettorale con proposte fattibili in breve tempo,in modo che casamassima esca dal buio.saluti
 
 
#19 Casamassimese DOC 2011-02-07 13:44
Mi scusi Sig. Cassano ma lei è iscrittoal PD o continua a prenderCi per i fondelli? e per quale motivo vuole acoltare gli altri politici!!!!!...... Per poter scegliere meglio!!!!!.... Ma Lei non deve scegliere.....Lei come iscritto al PD deve solo votare quello che il partito sceglierà.
 
 
#18 Vito Cassano 2011-02-04 10:33
Signora Cipriano, non ho alcun problema ad incontrarla, non fosse altro che per rassicurarla sul mio assoluto disinteresse e libertà nel formulare le mie riflessioni, che esprimo qui e nel Partito Democratico quando mi convocano in qualità di iscritto. Credo che l’informato (che concordo farebbe bene a metterci nome e cognome) l’abbia invitata a farsi avanti, nella formazione che crede per mettersi concretamente in gioco per il prossimo consiglio. Almeno, io ho letto questo. Cordialità
 
 
#17 Giuseppina! 2011-02-04 08:54
Egregio/a Sig. Casohavoluto! anche nel suo post non vedo contenuti!!!!!!! Comunque meglio un paese con 100 ignoranti (L'ignoranza è la condizione dell'ignorante, cioè chi non conosce in modo adeguato un fatto o un oggetto, ovvero manca di una conoscenza sufficiente).....che 20 pseudipolitici arroganti (Nell'uso corrente l'arroganza è il senso di superiorità nei confronti del prossimo).In altre parole quello che ha appena fatto LEI!!!!
 
 
#16 tonia cipriano 2011-02-03 19:00
dal nome non si direbbe, ma Lei non è molto informato. punto primo lei non è nessuno per decidere se le mie sono fesserie o no, punto secondo, se lei parla della domanda che ho fatto chiedendo chi fosse Vito Cassano, io non lo so per davvero e quindi mi piacerebbe sapere chi è. e comunque io ho il coraggio di dire fesserie mettendo il mio nome e cognome, lei a quanto vedo, dice le fesserie non avendo il coraggio di mettere il suo, BRAVO COMPLIMENTI.DOVREBBE ADOTTARE UN NOVO NIK.............INFORMATO PAUROSO, COME MAI SI NASCONDE???? ANCHE SE SINCERAMENTE, QUESTO MODO DI SCRIVERE LO CONOSCO MOLTO BENE!!!!!
 
 
#15 Vito Cassano 2011-02-03 18:21
Concordo con la riflessione di “un informato” (ma perché usate nomignoli?) fare delle proposte è più utile della arida protesta. Nostro buongrado o malgrado qualcuno ci dovrà governare quindi è meglio che si sia noi a scegliere, nel bene e nel male. Nessuno ha perso niente, perché a nessuno è dovuto niente. Il piacere di esporre le proprie idee che ho sempre ritenuto necessario per vivere felici, cerco di condividerlo con chi lo ritiene tale, altrimenti basta evitare la lettura, tutto qui. Caro “Casohavoluto” Casamassima è questo ed altro, non fare di tutta l’erba una fascio, ci sono persone ignoranti, ma anche sapienti, buone e cattive, capaci ed incapaci, ecc. come ovunque. Mi piacerebbe, invece, leggere i post di qualche politico (ad onor del vero il solo Pignataro lo ha fatto in altra circostanza) per capire quali siano gli intenti di ognuno e permetterci di scegliere meglio.
 
 
#14 un inofrmato 2011-02-03 17:20
gentile signora cipriano, invece di continuare a scrivere fesserie non crede che sia arrivato il momento di partecipare attivamente alla ripresa di questo paese? Basta ad inveire contro l'uno e contro l'altro, si impegni attivamente e dia modo ai cittadini di far vedere cosa è in grado di fare
 
 
#13 casohavoluto! 2011-02-03 16:49
Una depressione leggere il tono e il livello dei commenti. Mancano i contenuti e si tende solo ad aggredire le persone (le individualità) per demolirle. Che paese ignorante!
 
 
#12 tonia cipriano 2011-02-03 16:45
E CHI E' VITO CASSANO? COSA MI SONO PERSA? PERCHE' SONO SEMPRE L'ULTIMA A SAPERE LE COSE?.................DESTRA? SINISTRA? AMICO DI CHI????????? COSI' GIUSTO PER SAPERE E PER REGOLARMI::::::::::::
 
 
#11 Giuseppina! 2011-02-03 15:27
Bellissimo programma......praticamente è uguale ha quello presentato nelle ultime 3(15 anni) tornate elettorali!!!! E io che speravo nell'elevata competenza del Sig. Cassano!!!!
Come mai non le hanno permesso di partecipare??????
 
 
#10 nik 2011-02-02 22:56
voglio vedere dove trovate i soldi,non lo avete fatto per 7 anni e mezzo pensando solo a passeggiare la piazza ed ora proponete quello che non siete stati in grado di fare !!! andate a lavorare!!!
 
 
#9 Vito Cassano 2011-02-02 18:28
Non vi è dubbio che il programma sia lo strumento fondamentale con cui ci si presenta ai cittadini, ma se quel programma non viene vissuto e partecipato, a cominciare dagli iscritti, e confrontato con gli altri soggetti politici (partiti, associazioni, cittadini) diventa autoreferenziale e perciò a rischio fallimento. I post che mi precedono confermano quanto la politica sia, “scelta”. Avere piani di lottizzazione da “Le mani sulla citta” o una armoniosa e graduale crescita del paese (vedi intervista Nitti)? Agire per orientare e aiutare le imprese locali nella crescita (articolo Dr. Antonio Palmieri ) o lasciare fare all’iniziativa individuale? Continuare a sostenere l’economia terziaria del territorio o fermare questo processo? Anticipare le direttive europee in materia di ecosostenibilità delle produzioni e delle costruzioni o no? Affrontare o no le questioni che riguardano le grosse “querelle” ancora pendenti? Vogliamo un paese che si espanda all’infinito o riteniamo sia utile darci un limite, stabilire una gradualità? Per citarne alcune. E tutto questo, come si coniuga con il federalismo municipale in discussione? Con quali risorse dovremo affrontarle? Credo che se ai cittadini si chiarisse che la posta in gioco è di questa natura probabilmente ci sarebbe più facile sollecitarne le passioni, al di là delle diverse appartenenze.
 
 
#8 tigre 2011-02-02 17:56
che peccato ora l'ingeniere comunale nn potra piu abbufarsi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#7 luca battista 2011-02-02 15:37
.BACIAMO LE MANI!!!!!!!

Tonia se stava "mi piace" cliccavo sopra!
 
 
#6 Casamassimese DOC 2011-02-02 13:31
Caro Palmieri.....invece di cercare un candidato sindaco " AMICO" di tutti......cercatene uno che non conosce nessuno!!!!! solo così non avendo inciuci con nessuno..... potrà finalmente fare piazza pulita (non Piazza Aldo Moro)nel comune di casamassima!!!
 
 
#5 ilcasamassimese 2011-02-02 12:54
Quale sarebbe la lottizzazione non approvata in extremis??? Mi risulta, caro segretario del PD, che erano pronte ben quattro lottizzazioni da portare in Consiglio a settembre 2009, poi vi siete irrigiditi sull'approvazione del nuovo schema di convenzione e ci avete messo più di un anno per valutarlo senza neppure approvarlo!!! AVETE LE IDEE DAVVERO CHIARE!!!!!!!!! La gente paga le imposte sui terreni e VOI non avete fatto nulla per consentire di attuare lottizzazioni presentate oltre sei anni fa con danni patrimoniali per i proprietari, vista la recessione in atto anche sul mattone!!!!! Quanto al programma ............ ci avete messo un giorno a stilarlo ed approvarlo ........... per attuarlo non VI sono bastati otto anni!!!!!!! BASTA CON LE PAROLE, CI VOGLIONO I FATTI!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.