Un anno a Palazzo di Città

comune di casamassima

Maggioranza e minoranza raccontano la propria esperienza di consiglieri comunali

Il Consiglio Comunale è l’organo di indirizzo e controllo politico-amministrativo del Comune. A un anno dall’insediamento dell’attuale Consiglio Comunale di Casamassima, abbiamo chiesto ai consiglieri se sono soddisfatti di questo primo anno di amministrazione. Se gli obiettivi che si erano prefissati sono stati raggiunti, oppure agli occhi della minoranza si poteva fare di più. Se il Sindaco e la Giunta tengono conto dei loro consigli, spunti e idee. A chi non è nuovo della politica, abbiamo domandato quali sono le differenze rispetto ad altre amministrazioni con cui ha collaborato. Quanto durerà secondo il proprio parere il Governo Nitti. Infine, di riferirci un risultato personale. Ringraziando i componenti del Consiglio Comunale che si sono prestati a rispondere alle nostre domande, vi proponiamo le dichiarazioni rilasciate dalla maggioranza e da quattro dei sei consiglieri che siedono tra i banchi della minoranza.

Francesco Pastore

FRANCESCO PASTORE - RIVOLTIAMO CASAMASSIMA

“Il bilancio è sicuramente positivo. Si poteva fare qualcosina in più, ma il mandato è ancora lungo e c'è tanto tempo a disposizione. A mio parere un buon 90%. Scuole, sicurezza, villa comunale, campo sportivo e decoro urbano erano gli obiettivi prioritari. Su questo abbiamo lavorato tantissimo ed i risultati si stanno vedendo. Ci sono cantieri aperti ovunque. Ciò non toglie che c'è ancora molto da fare e su queste tematiche non bisogna mai mollare la presa. Io mi ritengo a disposizioni dei cittadini e del mio gruppo politico. Ho seguito alcune situazioni particolari ed ho fatto del mio meglio. Non inseguo e non mi interessano risultati personali, mi gratificano di più un grazie o una pacca sulla spalla se riesco a risolvere qualche problema alla gente. Assolutamente sì. La squadra si muove in sintonia. L'esecutivo non fa nulla che non sia stato discusso in maggioranza. D'altro canto, la cifra della nostra compattezza emerge sistematicamente ad ogni Consiglio Comunale, laddove spesso anche l'opposizione, quella costruttiva e collaborativa, approva e vota i nostri provvedimenti. Diciamo che ero sicuro del nostro impegno e di tutto il lavoro che ci aspettava considerando il decennio di buio politico da cui venivamo. E chi lo sa. In politica ho imparato che non si può dare mai nulla per scontato, basta poco per far sbriciolare anche un palazzo antisismico come potrebbe sembrare il nostro. Però una mia idea ce l'ho, ma non voglio renderla pubblica per non scoraggiare gli avversari politici. Sono stato sempre molto vicino alla politica, un po' per passione e un po' per la voglia di migliorare la mia città. Negli ultimi 10 anni, eccetto ora, ho ricoperto il ruolo di segretario del mio gruppo attuale e l'ho fatto sempre come forza di opposizione. Posso affermare che con le ultime due amministrazioni non c'era alcuna possibilità né di dialogare e men che meno collaborare. E i risultati si sono visti. Grazie”.

 

Vito Mazzei

VITO MAZZEI - RIVOLTIAMO CASAMASSIMA

“Sono molto soddisfatto. Abbiamo rimesso in moto la macchina amministrativa mettendo al centro i cittadini e Casamassima. Ci siamo da subito concentrati sui problemi essenziali di questo Comune per dare una risposta ai cittadini e affrontare alcune problematiche rimaste ferme da anni. I primi riscontri stanno arrivando grazie al lavoro intenso e continuo di tutta la squadra amministrativa. Gli obiettivi che questa amministrazione si è prefissata di raggiungere durante il suo mandato sono molteplici. A oggi, alcuni punti del programma amministrativo sono stati raggiunti. In campagna elettorale abbiamo presentato ai cittadini un programma amministrativo da realizzare in tre fasi per dare risposte concrete al Paese riguardo alle cose da fare e alle tempistiche. Infatti, il nostro programma era diviso in provvedimenti urgenti da realizzare nel primo anno di amministrazione, provvedimenti da realizzare nel medio termine (dal secondo al terzo anno) e infine i provvedimenti da realizzare nel lungo periodo (scommettendo sulla visione a lungo termine del Paese). In questo primo anno ci si siamo concentrati sulle questioni più urgenti (strade, scuole, campo sportivo, servizi sociali). Nei prossimi anni saranno avviati ulteriori progetti importanti del programma amministrativo. Un risultato personale? Su questo punto voglio essere molto chiaro per dare l’idea ai cittadini di quello che siamo riusciti a costruire come squadra. I RISULTATI SONO DI TUTTI. Questo gruppo che guida Casamassima nasce dall’unione di persone che nutrono passione per il proprio Paese e hanno voluto mettere le proprie competenze a disposizione della cittadinanza. Ogni singolo consigliere è personalmente molto vigile nel segnalare agli assessori di competenza le problematiche del Paese. Lavoriamo in sinergia per dare risposte concrete ai cittadini e risolvere le tante questioni aperte. Siamo una squadra unita e affiatata. Sindaco e Giunta sono il cuore operativo della squadra, noi consiglieri siamo gli organi periferici sempre presenti sul territorio e sempre pronti ad ascoltare i cittadini e segnalare le criticità presenti nel Paese. In ogni nostro incontro le idee e i contributi di ciascun consigliere vengono ascoltati, discussi, approfonditi. Le decisioni finali rappresentano la sintesi delle idee di tutti. L'amministrazione Nitti non sta deludendo le mie aspettative. Siamo una squadra molto unita, composta da persone che si rispettano e si stimano reciprocamente. Una vera novità rispetto al passato perché dà stabilità all'Amministrazione. Ovviamente il lavoro da fare è tanto, ma sono sicuro che, con tutti i progetti messi in campo, già da metà mandato cominceremo a raccogliere i frutti del nostro lavoro. Dureremo per tutto il mandato. Siamo un gruppo di persone coese, serie e intelligenti che si è impegnato ad amministrare questo Comune per i prossimi cinque anni. Questo impegno lo vogliamo mantenere, per il bene di Casamassima. Abbiamo ancora tanto da fare per il Paese. Rispetto al passato questa amministrazione si è mostrata unita e coesa fin dal primo giorno. La stabilità è una condizione fondamentale per il bene della Comunità”.

 

Giuseppe Capone

GIUSEPPE CAPONE - GIUSEPPE NITTI SINDACO

“In un anno abbiamo già risolto e posto rimedio a tante questioni rimaste appese per troppo tempo. Penso per esempio al cantiere della scuola Collodi, che siamo riusciti a riaprire facendo partire i lavori, al cantiere di Santa Chiara, anche questo riaperto dopo tantissimo tempo, al nuovo depuratore, finalmente attivato. Un primo bilancio dell’attività amministrativa non può dunque che essere positivo. Molti obiettivi sono stati raggiunti. Ma abbiamo ancora molto da fare. Non ci fermeremo. I risultati personali si possono conseguire nella vita privata, non in politica. In politica si fa parte di un gruppo e si ragiona con il ‘Noi’ e mai con l’ ‘Io’. Se la nostra amministrazione continuerà a lavorare con questo passo, in armonia come fatto finora, durerà altri quattro anni, portando a compimento l’intero mandato. Sono certo che sarà così”.

 

Nicola Guerra

NICOLA GUERRA - NOI CIVICAMENTE

“Per indole non sono mai di manica larga nei giudizi, essendo il primo censore di me stesso. Fatta questa breve premessa, posso dire che l’amministrazione in questo primo anno ha lavorato, ma non se ne percepiscono ancora gli effetti più evidenti. Alcuni obiettivi sono stati raggiunti, altri sono ancora in fase di realizzazione. I tempi sono lunghi e sarebbero anche potuti essere più ristretti, tenendo conto che le difficoltà incontrate derivano da un’eredità amministrativa piuttosto negativa. L’auspicio è quello di riuscire a fare sempre meglio. Non ci sono risultati personali. La politica è la capacità di centrare gli obiettivi che un gruppo di lavoro si è dato, anche se parzialmente possiamo considerare risultati del mio gruppo alcune proposte poi accolte dall’intera maggioranza. Col sindaco e la giunta abbiamo un naturale e frequente confronto, durante il quale a volte abbiamo la stessa visione, altre un po’ meno. Ma la politica è anche e soprattutto mediazione, quindi l’importante alla fine è trovare la via in grado di convergere verso l’obiettivo. Un amministratore si impegna in un progetto di medio e lungo termine, della durata di cinque anni. Questo è il tempo che dovrebbe durare l’amministrazione. E noi su questa lunghezza d’onda siamo sintonizzati. Sempre al fine di provare a lasciare un segno tangibile del nostro lavoro, che possa essere apprezzato dalla cittadinanza. E lasciare agli amministratori che seguiranno un punto dal quale continuare a costruire concretamente. Rispetto al passato, ritengo positivo che non vi siano rivalità intestine alla stessa maggioranza, che impediscano di produrre risultati. È chiaro e naturale che in un gruppo sociale, pur condividendo l’obiettivo finale, i percorsi proposti dagli attori a volte possano essere diversi. E questo dà luogo a frizzanti confronti”.


Giuseppe Valenzano

GIUSEPPE VALENZANO - GIUSEPPE NITTI SINDACO

“Lascio ad altri le risposte. E lo faccio per rispetto verso tutto il Consiglio Comunale. Ringrazio la redazione della Voce del Paese per l’attenzione che mi ha dedicato rivolgendomi le sue domande. Quesiti che, ovviamente, attengono alla sfera politica della nostra cittadina. Faccio parte, e sono onorato di questo, di una maggioranza e di una compagine politica ben definita, questo è ovvio, ma sono anche il presidente del consiglio comunale. Proprio per questo, per rispetto del mio ruolo istituzionale e di quello di tutti i consiglieri comunali, tanto di maggioranza quanto di minoranza, preferisco non entrare specificatamente in questioni politiche. Lascio pertanto ad altri la facoltà di rispondere alle domande”.


Michael Barbieri

MICHEAL BARBIERI - RIVOLTIAMO CASAMASSIMA

“In considerazione del fatto che la nostra comunità eredita una realtà politica molto complicata, basti vedere i 3 commissariamenti, le aspettative sul nostro operato sono altissime. Molto lavoro è stato fatto, ma moltissimo c'è da fare soprattutto per risolvere problemi regressi. Non nascondo che all'inizio di questa esperienza ho scoperto il significato della parola ansia, ma se adesso guardo a quanto abbiamo fatto, l'entusiasmo prende il sopravvento. Nel nostro programma elettorale gli obiettivi sono stati suddivisi in un asse temporale a breve, medio e lungo termine. Posso confermare che con costante impegno da parte di tutti, stiamo rispettando la tabella di marcia. È presto per parlare di risultati personali ma più che di questi, l'interesse che ci accomuna è quello di lavorare bene e mantenere l'impegno con i cittadini in maniera unita senza spirito di protagonismo. Siamo una squadra molto affiatata e fra noi si è creata una bella sinergia. Ognuno di noi ha piena facoltà dire la sua, che sia una proposta, un suggerimento e quant'altro e tutto viene preso in considerazione e discusso in maniera condivisa. Essendo alla mia prima esperienza, non avevo un'idea precisa sulle modalità di lavoro di una macchina politica. Da subito però c'è stata una bella intesa fra di noi e questo mi rasserena molto. Per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, il mio augurio per il bene della nostra comunità è quello di continuare a lavorare con la serenità che fino ad ora ci ha accompagnato e contraddistinto, portandomi ad essere ottimista sulla durata fino a fine mandato. In passato ho avuto qualche collaborazione da esterno che, seppur non di tipo politico, forse è stata la scintilla che ha acceso in me la voglia di mettermi in gioco al servizio della comunità. La nostra squadra è un giusto equilibrio tra "new entry" come me e "veterani". La trasparenza, il rispetto, il dialogo e la fiducia sono caratteristiche che fanno di noi un bel team. L 'unico paragone che posso azzardare, è sull'esperienza di quanto mi hanno raccontato amici che hanno intrapreso questo cammino prima di me. Sulla base dei loro racconti ero molto preoccupato ma ad oggi posso dire con estrema sincerità che sono molto più fortunato di loro”.


Michele Azzone

MICHELE AZZONE - GIUSEPPE NITTI SINDACO

“Sono molto soddisfatto di questo primo anno di amministrazione. Sono alla mia prima esperienza in consiglio comunale ma l’aver trovato una squadra affiatata, preparata, competente rende un po’ più semplice portare avanti questo compito di grandissima responsabilità. In un anno abbiamo raggiunto tanti obiettivi. I cantieri aperti, soltanto per fare uno degli esempi possibili, sono diversi. Ma adesso dobbiamo guardare avanti e proiettarci già verso i prossimi traguardi. La cittadinanza attende risposte e noi faremo di tutto per cercare di dargliele. Non esistono risultati personali. La politica, l’amministrare sono azioni di squadra. I risultati del consigliere Azzone sono i risultati di tutta la compagine amministrativa. Nessuna decisione viene presa in maniera unilaterale, ma tutto viene concordato, analizzato, verificato in maggioranza. L’amministrazione durerà 5 anni. Abbiamo fatto molto in questo anno. Ma c’è ancora tanto da fare”


Marida Lerede

MARIDA LEREDE – GIUSEPPE NITTI SINDACO

“Sono felice di quanto fatto in questo primo anno perché credo siano stati raggiunti diversi risultati importanti per Casamassima e siano state risolte diverse questioni rispetto alle quali la cittadinanza attendeva risposte da tempo. Anche in base a quanto detto nella risposta precedente, posso serenamente dire che sono stati raggiunti molti obiettivi in questo primo anno di lavoro. I risultati personali non attengono alla sfera politica, si amministra insieme, da squadra, e da squadra si raggiungono i risultati. In politica è sempre la squadra e mai il singolo ad agire. In maggioranza ci sono sempre momenti di dialogo costruttivo. Nessuno di noi ne è escluso. Ecco perché le idee di tutti vengono sempre valutate con la giusta considerazione. Sono alla mia prima esperienza politica. Un’esperienza che durerà fino al termine dei cinque anni di consiliatura”


Salvatore Nacarlo

SALVATORE NACARLO – AUTONOMIA CITTADINA

“In questo anno la nostra amministrazione ha fatto tanto e la cosa non può che darmi soddisfazione. Sono stati raggiunti tanti obiettivi, tutto frutto del lavoro collettivo. Una maggioranza è un mosaico fatto di tanti tasselli complementari tra loro, ecco perché non parlerei di risultati personali, che in politica non esistono, ma di lavoro di gruppo. La nostra azione amministrativa, sin dal primo momento, si è incentrata sull’ascolto e la condivisione delle idee. Nessun suggerimento viene lasciato cadere nel vuoto senza spiegazioni dal sindaco o dalla giunta. Siamo molto affiatati anche in questo. L’amministrazione lavorerà fino all’ultimo giorno previsto dal mandato conferitoci dagli elettori casamassimesi un anno fa. Rispetto alla mia precedente esperienza amministrativa, stravolta ho trovato maggiore unità, maggiore affiatamento, maggiore spirito di gruppo. Sicuramente oggi l’atmosfera in maggioranza è più distesa. E quando si lavora sereni, si lavora meglio”


Alessio Nitti

ALESSIO NITTI - AUTONOMIA CITTADINA

“In un anno abbiamo conseguito risultati positivi, nonostante le innumerevoli problematiche ereditate. Ma non per questo dobbiamo adagiarci, al contrario gli obiettivi raggiunti devono indurci ad agire sempre meglio. In questo primo anno di amministrazione, numerosi risultati sono stati raggiunti, dando priorità alle problematiche collettive più significative. Non ci sono risultati individuali. Penso che in politica gli obiettivi si raggiungano collettivamente ed è proprio questo il punto di forza della nostra amministrazione. L'amministrazione terminerà regolarmente il suo mandato quinquennale, perché è coesa e ogni decisione viene assunta sempre di comune accordo. In merito alla mia precedente esperienza politica, sebbene non sia corretto fare dei confronti, non posso non evidenziare che l'attuale amministrazione è sostenuta da armonia, condivisione, lealtà e rispetto delle persone, valori fondamentali per una politica sana e democratica rivolta al bene della collettività tutta”


Antonello Caravella

ANTONELLO CARAVELLA E GIUSEPPE PATRONO - MOVIMENTO 5 STELLE

“Crediamo che sia sotto gli occhi di tutti. Qualcosa si è mosso, lodevolmente hanno cercato di dare spazio alle minoranze e noi abbiamo colto l’occasione di questa collaborazione portando diversi risultati, peraltro presenti nel nostro programma. Fare questo non significa volersi arrogare il diritto di aver fatto qualcosa in maniera univoca, anzi. Non si può negare la soddisfazione di aver lavorato al fine di ottenere miglioramenti per il nostro paese fermo oramai da oltre 10 anni. Circa i risultati non ancora conseguiti lo abbiamo detto innumerevoli volte in consiglio, forse avrebbero dovuto essere un po’ più audaci, coraggiosi, in alcune scelte, ed un po’ più oculati su alcuni provvedimenti che a nostro avviso sono solo denaro pubblico mal utilizzato. Ma d'altronde la maggioranza governa e l’opposizione deve controllare minuziosamente. Sono tanti i risultati per i quali abbiamo collaborato. Ne citiamo alcuni: l'installazione delle colonnine di ricarica a costo zero per l'ente, e sappiamo che ci sono già un paio di veicoli immatricolati a Casamassima, e se va via la luce, tranquilli che non sono ancora collegate alla rete. Abbiamo sottoposto al consiglio ed approvato, su richiesta del ministro Costa, il ‘plasticfree’. Oggi abbiamo un paese che cerca di far rispettare questa direttiva, pur chiamandolo ‘noallaplastica’, e prende fondi per le ecofeste. Abbiamo redatto e fatto approvare il Regolamento per la videosorveglianza e attivazione telecamere esistenti. Abbiamo sottoposto all’attenzione dell’assessore al ramo il Fondo Unrra 1,8 mln ed abbiamo ottenuto dei fondi per il finanziamento di interventi socio-assistenziali. Abbiamo piantato, ‘collusi’ direbbe qualcuno, con la maggioranza ben 60 alberi per il paese durante la giornata dell’albero. Senza bandiere politiche con l’iniziativa ‘Alberi per il futuro’. Abbiamo richiesto e ottenuto le videotrappole e il drone per la repressione dell’abbandono rifiuti. Abbiamo combattuto per la trasparenza e regolarità dell’affidamento sul servizio scuolabus. Abbiamo istituito la giornata per le vittime meridionali dell’Unità d'Italia. Abbiamo richiesto l’adesione al Pums e ciclabili, attualmente risulta in stand by, va sollecitata.

Giuseppe Patrono

Abbiamo sottoposto all’assessore al ramo e condiviso l’ottenimento e la destinazione per i fondi di 90mila euro per efficientamento energetico, 100mila euro per nuove strade, discutendone insieme in un evento pubblico e partecipato insieme all’amministrazione ed era presente anche Patty Labbate, senatrice M5S. Abbiamo proposto l’adesione al bilancio civico che garantirebbe una libera lettura del bilancio comunale a tutti i cittadini, e ne stiamo ancora discutendo. È chiaro che noi Movimento5Stelle, come forza di opposizione, abbiamo dato l’input per avviare le procedure. In seguito, interessandoci in prima persona dove possibile. È L’amministrazione ad accogliere favorevolmente la nostra collaborazione e direi anche diligentemente in ottica costruttiva per il nostro amato paese, portando a termine delle ottime iniziative molto utili per la cittadinanza. Crediamo sia una novità questa, ma una bella novità che ci permette di controllare e proporre allo stesso tempo, delle belle iniziative a vantaggio della cittadinanza casamassimese. Quindi riteniamo che Sindaco e giunta tengano conto dei nostri consigli, spunti e idee e ne sono dimostrazione i progetti portati a termine ed elencati. Non avevamo previsto che l’amministrazione avrebbe lavorato in questo modo. Per ora stanno operando con molto impegno, certo si potrebbe fare meglio se si sistemasse la macchina amministrativa, gli uffici insomma. Magari anche dovrebbero essere più coordinati, magari il Sindaco potrebbe iniziare a delegare qualche sua mansione ai consiglieri competenti sui temi. Non vediamo le classiche crepe di maggioranza alle quali siamo abituati da decenni. Ma non si può mai sapere quanto effettivamente durerà in carica. Auspichiamo che si possa portare a termine il mandato, ma ovviamente nessuno ha la sfera magica. L’inciampo è dietro l’angolo e noi saremo pronti a cogliere ogni minima défaillance controllando analiticamente ogni provvedimento e non faremo sconti a nessuno al primo sentore di ‘non conformità’. Le differenze rispetto ad altre amministrazioni con cui abbiamo avuto modo di collaborare sono evidenti. Il mandato consiliare durante l’amministrazione PD Cessa è stato un calvario che pesa ancora nella memoria cittadina. Pur nelle ben note contraddizioni, l’amministrazione Nitti sembra, ad oggi, avere le connotazioni civiche necessarie. Consiglieri e assessori di maggioranza giovani, molti alla prima esperienza, preparati ma poco avvezzi ai soliti giochi politici, cose queste che noi apprezziamo”


Cristiano Marinò

CRISTIANO MARINO’ - FRA VOI

“Sono alla prima esperienza politica e pur non avendo memoria storica posso confermare che avere un'amministrazione come quella attuale composta da molti giovani rappresenta un "bel cambiamento" rispetto al passato. In questo primo anno molte idee e progetti mai realizzati da precedenti amministrazioni finalmente oggi rappresentano una realtà. Spesso si ha la tendenza a volersi attribuire esclusivi meriti politici così accantonando progetti intrapresi da pregresse amministrazioni, ma devo dare atto che questa amministrazione sposa la logica dell'operatività nell'interesse collettivo. Il recupero delle aree verdi che rappresenta una delle priorità del programma politico di questa amministrazione ritengo non del tutto raggiunto, anche se, ad onor del vero, un solo anno di amministrazione non può ritenersi sufficiente per poter realizzare progetti di così ampia portata. Rispetto al tema delle aree verdi, ed in particolar modo della loro pulizia, ho avuto modo di interfacciarmi con il resto della maggioranza e, in linea con il loro programma, hanno mostrato sensibilità al tema risolvendo numerose problematiche. Come già detto, noto un’estrema apertura dell'intera maggioranza a voler accogliere consigli, spunti e idee non trincerandosi mai dietro il paravento della "maggior loro forza politica". Dialogo che intendono attuare con tutte le forze politiche di minoranza (non essendo prerogativa di alcuno) purché finalizzato ad un confronto costruttivo ed ispirato al buon senso. L'amministrazione Nitti mi è sempre stata rappresentata come "non operativa" rispetto al programma promesso in campagna elettorale e quindi, sulla scorta di questa personale "riserva mentale", non immaginavo, di contro, un'amministrazione così presente e impegnata quotidianamente. Inizialmente convinto che l'amministrazione Nitti non avrebbe spento neanche la prima candelina, oggi ritengo che l'eterogeneità delle forze politiche che compongono questa maggioranza e la fisiologica diversità di idee che animano l'agire amministrativo e umano, rappresentano una risorsa per "far meglio”. Ritengo quindi riuscirà a portar a termine questa legislatura. Non in grado di rispondere essendo, come già detto, alla mia prima esperienza politica”


Andrea Palmieri

ANDREA PALMIERI – PARTITO DEMOCRATICO

Ritengo che il lavoro prodotto direttamente dall'Amministrazione sia deludente. Mi aspettavo una maggiore spinta innovativa e maggiore coraggio, oltre che un'attenzione diversa per la cura del paese, del verde pubblico (come già ampiamente documentato). Solo interventi spot, per esempio sulla piazza A. Moro, con l'installazione delle panchine e poi nessun intervento ulteriore, anzi nessun intervento sul monumento ai caduti, lasciato in stato di abbandono, anche durante le feste del 25 Aprile e del 2 Giugno. Altrettanto nel centro storico, dove le erbacce e la parietaria hanno invaso S. Chiara e non solo e dopo mesi è stata ripulita solo la storica Torre dell'Orologio. Altrettanto per gli interventi di manutenzione stradale, quasi interamente utilizzati su lavori mal eseguiti da Aqp, Enel e operatori telefonici, che bisognava diffidare ai ripristini. D'altronde se, come ampiamente documentato in Consiglio Comunale, si danno autorizzazioni e non si fanno le convenzioni, con impegni e fideiussioni per i ripristini anche per lavori che obbligherebbero ad asfaltare interamente o parzialmente la carreggiata ed invece il nulla. Se ci sono fondi disponibili, nazionali come quelli utilizzati, si asfalti, per intero, qualche strada, piuttosto che rappezzatura, che salta inevitabilmente con pioggia e gelate. Dopo un anno non sono stati ancora affidati gli appalti e si rischia il definanziamento per il 1°e 2° piano di Santa Chiara, per il finanziamento residuo di 1.000.000,00 di euro per gli alloggi degli studenti nel convento di S. Chiara, per il bando delle periferie (600.000,00 euro), per i fondi ottenuti dal Patto per la Città Metropolitana di Bari (320.000,00 euro per il percorso museale a Monacelle - euro 196.000,00 per videosorveglianza e 200.000,00 euro per la ZTL Centro storico e parcheggi e varchi nell'anello intorno al Centro Storico). Continuerò a svolgere il ruolo che gli elettori mi hanno assegnato in questa consiliatura e cioè controllo e verifica degli atti amministrativi dell'amministrazione, come già avvenuto: 1) Delibere su richiesta del finanziamento dell'abbattimento e ricostruzione della Scuola Media Centrale dalla Regione, priva di pareri tecnici espressi; 2) Affidamento diretto servizio scuolabus, totalmente illegittimo ed affidato a cooperativa che non aveva i requisiti per svolgere un servizio "sensibile", visto che doveva trasportare i nostri bambini; 3) Bando gestione villa Comunale a rischio di legittimità, per mancato passaggio in Consiglio Comunale di un qualsiasi atto di indirizzo per l'affidamento della concessione. Non è mancata anche la proposta politica fuori e dentro l'aula. Nello specifico con il PD che rappresento in Consiglio: 1) Dibattito per l'avvio del depuratore (che ha prodotto i suoi frutti) 2) Incontro con il direttore generale Sanguedolce della Asl Bari, per un potenziamento dei servizi territoriali sanitari (destinato a Casamassima poche settimane fa, un nuovo mammografo ed inoltre sono stati richiesti più specialisti e nuovo apparato radiografico). Il sindaco e la giunta hanno dimostrato scarsissima capacità di ascolto e poca correttezza istituzionale, in molti passaggi. Basta pensare sia alle richieste, più volte sollecitata in Consiglio, di aderire ad Avviso Pubblico, per garantire maggiore trasparenza e legalità nella produzione degli atti e nell'azione amministrativa, oppure sulla richiesta nel corso del 1°Consiglio Comunale, di un tavolo tecnico Comune-Regione-Asl Bari sul potenziamento della Casa della Salute, o come avvenuto nell'ultimo Consiglio comunale con la richiesta di modificare il progetto di fattibilità tecnica ed economica, per la ristrutturazione dei Capannoni del Baricentro (confiscati alla criminalità organizzata e richiesti ed affidati al comune dall'Amministrazione Cessa) e di affidare, nel progetto definitivo ed esecutivo in via di preparazione, più spazi ai Cartapestai per la ideazione, realizzazione ed assemblaggio delle sculture di cartapesta, piuttosto che affidarsi e concedere spazi, a pseudo tradizioni mai esistite a Casamassima, come la terracotta. Pensavo in una maggiore correttezza del sindaco e dell'amministrazione rispetto al riconoscimento legittimo di progetti pensati, finanziati ed in alcuni casi appaltati dalle Amministrazioni precedenti. Indecenti i meriti che il sindaco si è attribuito per l'avvio del depuratore, opera esclusiva della Giunta Emiliano e dell'assessore regionale Giannini, che ha risolto il problema dello scarico in Lama S. Giorgio, pensando alla soluzione "trincee drenanti" e finanziando ulteriormente l'ampliamento del depuratore. Altrettanto per la scuola Marconi dove l'amministrazione Nitti ha proceduto alla sola consegna dell'immobile alla ditta, ma addirittura persino il contratto era stato firmato, oltre che il progetto, la gara e l'affidamento, da Amministrazioni precedenti, che avevano portato avanti l'intero iter. La durata dell'amministrazione è nelle mani della maggioranza. Svolgerò il mio ruolo di opposizione, come richiesto dai nostri elettori. Correttezza e rispetto istituzionale, sono inesistenti, compreso il rispetto dei ruoli, poco chiaro a molti”

Francesca Valentino