Lunedì 26 Agosto 2019
   
Text Size

Acquisizione Conad di Auchan: pensiamo ai lavoratori

2848656_7af097_768x573

L'onorevole Ubaldo Pagano ha depositato un'interrogazione parlamentare per chiedere al Ministro dello Sviluppo Economico (Ministro Di Maio) quali azioni intende intraprendere in una vicenda che colpisce anche molti lavoratori casamassimesi.

Al Ministro dello Sviluppo Economico. Per sapere - premesso che:

il 13 maggio del corrente anno è stato sottoscritto il contratto preliminare per l’acquisizione da parte di Conad del pacchetto azionario di controllo di Auchan Retail Italia SpA, società controllante di Simply/Sma e Auchan Spa;

in data 28 maggio 2019, durante l’incontro fissato presso la struttura per la crisi di impresa del Mise tra i rappresentanti di Conad, Auchan SpA e Sma SpA e i rappresentanti delle segreterie nazionali di Fisascat, Filcams-Cgil, Uiltucs in rappresentanza dei lavoratori coinvolti nell’operazione di acquisizione, i rappresentanti di Conad hanno esplicitato che BDC Italia SpA, il cui capitale sociale è detenuto al 51% da Conad Società Cooperative e al 49% da Pop 18 Sarl, acquisirà il controllo dell’entità societaria che controlla sia Auchan SpA che Sma SpA;

nella stessa occasione, la nuova proprietà ha dichiarato che la sottoscrizione del contratto d’acquisto definitivo dovrebbe avvenire entro l’estate;

sempre per la giornata di martedì è stato proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori degli ipermercati Auchan e uno sciopero territoriale dei lavoratori Simply, Sma e Auchan, a causa dello stato di forte preoccupazione che riguarda i posti di lavoro coinvolti nell’operazione; secondo fonti sindacali, riportate anche dal Sole 24Ore, i lavoratori coinvolti dall’acquisizione sono circa 24.500 in tutta Italia (17.751 lavoratori diretti e circa 6.500 addetti nel network di affiliati) di cui 800 impiegati per le funzioni di sede sia centrale che decentrate;

ad oggi, non essendo ancora noto il piano industriale dell’operazione di acquisizione, non vi sono notizie certe relative al futuro occupazionale dei lavoratori coinvolti;

negli ultimi anni i dipendenti delle insegne del gruppo francese hanno subìto il ricorso agli ammortizzatori sociali come solidarietà e cassa integrazione guadagni oltre a pesanti tagli occupazionali a seguito della chiusura di parecchi ipermercati Auchan;

a quanto si apprende da diversi organi di stampa, il perfezionamento dell’operazione è legato al via libera dell’Antitrust che dovrà pronunciarsi, provincia dopo provincia, sulla presenza di situazioni riconducibili all’abuso di posizione dominante;

parallelamente, si avvierà la definizione di un nuovo modello organizzativo con il passaggio, dopo l’approvazione da parte dell’Antitrust, agli imprenditori soci Conad dei punti vendita Auchan, Sma e Simply;

i circa 18mila addetti del gruppo francese hanno appreso dell’acquisizione con una lettera di congedo inviata il 14 maggio da Edgard Bonte, presidente di Auchan Retail Italia, che ha ricordato a tutti i lavoratori che «le nostre attività hanno vissuto difficoltà significative a partire dalla crisi del 2011» che ha colpito i «consumi delle famiglie e i risultati dell’azienda»;

in tutta la Regione Puglia, inoltre, vi sono alcuni grandi punti vendita del gruppo in acquisizione che contano quasi 900 dipendenti diretti e diverse centinaia di lavoratori indirettamente connessi; al termine dell’incontro odierno, il Mise ha convocato le parti per il prossimo 20 giugno; se il Ministro interrogato fosse già a conoscenza di quanto riportato in premessa prima della diffusione della notizia di acquisizione e quali iniziative intenda adottare per scongiurare ricadute sul fronte occupazionale e salvaguardare il posto di lavoro degli oltre 24.000 dipendenti coinvolti;

se il Ministro interrogato intenda sollecitare la società acquirente a diffondere, prima del tavolo del 20 giugno prossimo, le informazioni richieste dai lavoratori coinvolti, per il tramite dei sindacati rappresentanti, in merito alla titolarità e alla gestione dei singoli punti vendita, al modello organizzativo che sarà adottato, all’eventualità di esuberi, all’entità delle risorse investite per rilanciare la rete commerciale e alla possibilità di coinvolgere ulteriori soci nell’iniziativa.

Ubaldo Pagano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.