DIFFERENZIATA, ANCORA UTOPIA

raccolta_differenziata

Un negozio atipico dove non si va a comprare ma a vendere, e che tratta un solo tipo di merce: i rifiuti.

È questa la formula lanciata dall’assessore all’Ambiente del Comune di Gioia del Colle, Federico Antonicelli, e dalla Spes Spa, per incrementare la raccolta differenziata e per consolidare il primato appartiene al comune, cittadina al di sopra dei 20mila abitanti e il più virtuoso di Puglia.

Il centro compro rifiuti, sito presso i locali della SPESGIOIA Spasarà aperto il giovedì e il sabato dalle ore 15,00 alle 19,00 e sarà operativo nei prossimi giorni. Il meccanismo è semplice: a casa si fa la raccolta differenziata di carta, cartone, plastica, vetro, lattine e allumino in generale, ferro e legno, poi i rifiuti selezionati per tipologia si portano al negozio Compro Rifiuti  dove saranno pesati  e trasformati in soldi con questo parametro: € 0,40  per un chilo di alluminio - € 0,15 per il ferro e  la plastica - € 0,05 per la carta, il cartone, il legno e il vetro.

La somma così ottenuta sarà caricata su una carta magnetica e semestralmente si potrà ritirare il denaro accumulato. «Riteniamo sia un modo intelligente per valorizzare la raccolta dei rifiuti riciclabili e premiare i cittadini più sensibili» spiega Antonicelli.

E mentre a Gioia del Colle si vive l’avanguardia, a Casamassima, ancora, se ci si rivolge ai vigili urbani per avere indicazioni pratiche sulla raccolta dei rifiuti ingombranti la risposta offre il beneficio dell’incertezza, e la società preposta per la raccolta degli stessi è costantemente latitante (un numero di telefono che squilla senza risposta). A dispetto di quanto garantito nella conferenza stampa di qualche tempo fa dove assessore all’Ambiente e consigliere comunale avevano garantito migliore comunicazione!

differenziata