Martedì 12 Novembre 2019
   
Text Size

Marica Angelillo eletta nella segreteria nazionale PD

Solo il volto. Marica Angelillo

Il segretario Bagalà: "Compiamo insieme il cambio di rotta"

Seconda fra gli eletti nella lista Puglia per Zingaretti. Un risultato che le è valso l'ingresso nell'assemblea nazionale del Partito democratico. È l'ottimo risultato conseguito da Marica Angelillo, trentenne casamassimese, studente universitaria alla facoltà di giurisprudenza, che lo scorso 3 marzo, in occasione delle primarie del Pd andate in scena nella sezione locale del partito, ha raccolto con la sua lista 175 preferenze sulle 240 complessive attribuite a Nicola Zingaretti. Quest'ultimo è stato poi sostenuto anche dai 21 voti della lista Piazza Grande e dai 44 frutto di voti espressi direttamente in favore del candidato.

Centodue, invece, le preferenze raccolte a Casamassima dal candidato Maurizio Martina e 8 quelle per Roberto Giachetti. Per un totale di 350 partecipanti all'appuntamento con le primarie. La nostra cittadina era inserita nel collegio 3, che comprendeva oltre a Casamassima anche Noci, Adelfia, Alberobello, Castellana, Cellamare, Conversano, Gioia, Locorotondo, Mola, Monopoli, Polignano, Putignano e Rutigliano. Quattordici comuni, dunque, a testimonianza del fatto che quello raggiunto da Angelillo è davvero un ottimo risultato.

 

Ma quali sono adesso le prospettive di Angelillo?

"Da un punto di vista personale – osserva lei stessa – devo ultimare gli studi universitari, mentre per quel che riguarda l'aspetto politico adesso sono al primo vero incarico. In passato ho fatto parte dell'assemblea regionale del Pd, ma quello era più che altro un incarico formale. Adesso entrare a far parte dell'assemblea nazionale rappresenta qualcosa di diverso".

 

Come pensa di operare?

"Il mio obiettivo – continua Angelillo – è quello di lavorare per cercare di dare qualcosa a Casamassima e ai comuni del collegio nel quale sono stata eletta, in termini di ritorno sul territorio a favore della cittadinanza. È chiaro che adesso dovrò comprendere come poter concretizzare questa mia aspettativa. Da parte mia posso garantire sin da ora il massimo dell'impegno per la nostra e le nostre città".

 

Torniamo adesso sulle questioni più strettamente locali. Come sta il Partito democratico a Casamassima?

"Le primarie – sottolinea ancora Angelillo – hanno dato un buon segnale circa lo stato di salute del partito, che sicuramente è in ripresa e sta vivendo una fase di rilancio. All'appuntamento del 3 marzo scorso, nel seggio allestito nella sede del Pd di piazza Aldo Moro, hanno partecipato 350 elettori, tra i quali ho notato molti giovani e molte facce nuove, che non conoscevo. Il Pd a Casamassima, negli ultimi tempi e in linea con quanto avvenuto in altri circoli del territorio ma anche a livello nazionale, ha vissuto una situazione particolare, ma adesso con Nicola Zingaretti credo che il partito abbia trovato una figura in grado di riunire tutto il centrosinistra. Anche a livello casamassimese, in occasione delle amministrative, io mi sono sempre espressa a favore di un centrosinistra compatto e capace di fare sintesi fra tutte le anime che lo compongono. La mia elezione, infine, rappresenta un risultato che mi inorgoglisce e che allo stesso tempo mi fa sentire forte il senso di responsabilità. Ringrazio il segretario del Pd di Casamassima, Rocco Bagalà, Andrea Palmieri, tutti i componenti della segreteria e tutti gli iscritti del partito per il sostegno e la fiducia accordatimi. Da soli non si va da nessuna parte e io in questa esperienza non sono stata affatto sola. Grazie a tutti".

"Ringrazio i 350 elettori – ha detto il segretario Bagalà in un messaggio diffuso dal Pd casamassimese – che hanno dato fiducia al Partito democratico, per una nuova ripartenza e per aver permesso l'elezione di Marica Angelillo del circolo di Casamassima. Assumersi questa responsabilità non sarebbe stato possibile senza l'impegno volontario e la straordinaria mobilitazione dei tanti militanti e amici che si sono spesi senza sosta e che hanno raggiunto il seggio domenica 3 marzo. Duecentoquaranta voti per Zingaretti, 102 per Matina e 8 per Giachetti denotano una dialettica interna vivace e costruttiva. Compiamo insieme il nostro cambio di rotta".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.