Martedì 23 Ottobre 2018
   
Text Size

I candidati consiglieri del Movimento Cinque Stelle

Caravella

Alessandro De Carne, Francesca Tamma, Maurizio Onorato, Gaetano Caputo, Tina Di Giovanni, Valeria Buccioli, Vito Squeo, Lorenzo De Giglio, Giuseppe Marotti, Antonella Schiavone, Alessandro Lovreglio, Francesco Fiorino, Mariantonietta Sansolino, Giuseppe Patrono e Francesco Bracale. Sono loro i componenti con i quali il Movimento cinque stelle si presenterà agli elettori alle prossime amministrative di giugno.

E' questa la squadra che darà vita alla lista a sostegno della candidatura a sindaco di Antonello Caravella, il 48enne casamassimese che – dopo la candidatura a primo cittadino del 2015 e l'ingresso in consiglio comunale nelle file della minoranza, in opposizione all'allora sindaco Vito Cessa – adesso si ripropone ai casamassimesi con il suo pregetto politico pensato, come sottolineato dallo stesso Caravella, "perché Casamassima torni a rialzare la testa".

Una compagine che – come da prassi nell'ambito del Movimento cinque stelle – si presenterà da sola alle elezioni e al giudizio dei cittadini, senza fare accordi con altre forze politiche e senza entrare in coalizioni. Un gruppo di lavoro, come dimostrano i suoi rappresentanti, espressione della società civile e delle differenti categorie e professionalità.

Alessandro De Carne, infatti, è impiegato in un'azienda, Francesca Tamma in uno studio notarile, Maurizio Onorato è perito elettronico, Gaetano Caputo impiegato in banca ora in pensione, Tina Di Giovanni nasce orafa, Valeria Buccioli casalinga , Vito Squeo è un rappresentante, Lorenzo De Giglio impiegato nel mondo del commercio, Giuseppe Marotti opera nel settore dell'abbigliamento, Antonella Schiavone è impiegata, Alessandro Lovreglio studia legge, Francesco Fiorino scienze politiche, Mariantonietta Sansolino è anche lei studente universitaria, Giuseppe Patrono gestisce un'azienda di informatica e grafica qui a Casamassima, mentre Francesco Bracale è operaio metalmeccanico.

"Ci presentiamo agli elettori – osserva il candidato sindaco Caravella – con una sola lista e un solo simbolo, un'idea di paese e un programma che è frutto dell'impegno dei nostri gruppi di lavoro e che sarà, se avremo l'opportunità di governare, il nostro faro. I nostri candidati sono in lista non perché fanno parte di famiglie numerose che possono garantire dei voti, ma per aver sposato un progetto in cui credono, alla cui redazione hanno operato attivamente. Il mio obiettivo, prima di uscire dalla politica, è quello di contribuire a creare una Casamassima migliore. Paolo Borsellino diceva che 'le rivoluzioni si fanno nelle piazze, ma il cambiamento si fa nell'urna, con una matita: più potente di una lupara, più affilata di un coltello'. Usatela quella matita – ha concluso Caravella – e rialziamo la testa".

All'appuntamento ha partecipato anche il sindaco di Noicattaro, del Movimento cinque stelle, Raimondo Innamorato.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI