Sabato 21 Luglio 2018
   
Text Size

Vito Schiuma contro il M5S: “Non ne riconosco più i valori”

Vito Schiuma

E il gruppo: “Il suo è un attacco degradante e scomposto”

Lo scorso 2 maggio Vito Schiuma ha ufficializzato la sua uscita dal M5S Casamassima, scrivendo una dura nota sul suo profilo social. “Esco dal M5S Casamassima. Sarebbe più corretto dire – ha fatto sapere Schiuma - che il meetup Casamassima 5 Stelle è uscito dall’asse dei valori e dei principi fondanti del Movimento stesso. Ne esce solo grazie alla deriva di capetto 1 e capetto 2, sindaco e vicesindaco, forti di un gruppo leale al Movimento e dediti a giochetti di poltrone, doppiogiochismi, killeraggio politico e bullismo caricaturale per lesa maestà.

Si è passati da uno vale uno a “io sono io e voi non siete niente”. Dall’attivismo come forma più alta di politica all’attivismo sì, ma con lo stipendiuccio. Quando l’ambizione politica e il 'bene superiore' passano sopra i rapporti umani e il rispetto reciproco, si intuiscono disastri amministrativi di cui Casamassima, peraltro, non ha bisogno. Per anni abbiamo denunciato sterili personalismi e partiti in mano a pochi e interessati individui, ma è bastato l’odore della vittoria per trasformare persone in pedine da sacrificare.

Mi sono chiamato fuori da questa potenziale 'giunta' prima di legittimare tutto questo, perché la mia casa sono le mie idee, i miei valori e il mio modo di interpretare il mondo, con il simbolo o senza. Un abbraccio a tutte le belle persone che ho conosciuto in questi sette anni, che mi hanno mostrato la propria solidarietà. Ma guardatevi le spalle, perché oggi è a me, domani sarà a voi”.

 

Non è tardata ad arrivare la risposta del Movimento, pubblicata sulla pagina dello stesso social: “Comunque andiamo avanti – si legge sulla pagina ufficiale del Movimento cinque stelle casamassimese - come sempre uniti. Lo abbiamo sempre detto e lo ha ripetuto il portavoce Antonello Caravella dal palco dell’evento del primo Maggio: siamo un gruppo di cittadini che mette avanti come unica priorità il progetto per il bene comune di Casamassima. Figuriamoci se il personalismo (o una improbabile poltrona persa) di qualcuno, neanche candidato né candidabile in lista per il nostro regolamento, in quanto non residente, possono intaccare la motivazione e la solidità di questo gruppo.

Non ce ne vogliano i ‘gossippari’ politici ma, purtroppo per loro, non perdiamo nessun ‘pezzo’ e l’unica risposta a un tale basso attacco da parte di un ‘ex’ è e sarà sempre Il vederci lavorare insieme per quella idea di paese che fino a qualche giorno prima era anche la sua. Naturalmente il fatto in sé ci delude e rammarica, perché è sempre una sconfitta perdere qualcuno che si riteneva degno di fiducia da parte dell’intero gruppo. Certamente non è il primo ma con l’intima speranza sia l’ultimo, non raccoglieremo alcuna ulteriore provocazione. Del resto è talmente degradante e scomposto tale comportamento, che in un post carico di livore vendicativo si classifica da solo per quello che è, al rango più basso.

Noi non useremo mai il suo deplorevole e diffamatorio linguaggio. Il soggetto in questione si è messo fuori dal gruppo e per noi ci rimane senza esitazione alcuna. Questione chiusa: proseguiamo il lavoro che di tempo a questa vicenda ne abbiamo dedicato anche troppo. Ad maiora”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI