Sabato 21 Ottobre 2017
   
Text Size

Case popolari, l'enigma del "nuovo bando"

L'assessore Spinelli


L'ex assessore Spinelli: "È un semplice aggiornamento della graduatoria esistente"


"Un bando per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica che si renderanno disponibili nel comune di Casamassima, salvo eventuali riserve di alloggi previste dalla legge. È quello che è stato predisposto, ai sensi della legge regionale numero 10 del 7 aprile 2014, dal Comune di Casamassima, dal sindaco Vito Cessa, dall’assessorato ai servizi sociali guidato da Angela Giuseppina Di Donna, e dal dirigente dell’ufficio tecnico, l’architetto Flaviano Palazzo".

Così recita il comunicato stampa pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Casamassima. Ma a dimostrazione che la comunicazione non è il punto forte di questa amministrazione, sulla pagina Amo Casamassima, arriva la smentita secca dell'ex assessore ai Servizi sociali, Antonietta Spinelli.

"Solo per informazione corretta, vorrei precisare che questo tipo di bando non riguarda l'assegnazione di case popolari, ma è un semplice aggiornamento della graduatoria esistente, che si fa ogni 4 anni per legge della Regione Puglia. L'ultimo fu fatto a Casamassima nel 2012, che oggi lo deve riproporre, essendo in ritardo di un anno".

"Lo scorso anno - prosegue Spinelli - sollecitai l'ufficio tecnico in un tavolo conferenza di servizi alla presenza del sindaco, a seguito di colloquio presso Arca Puglia (ex Iacp) fatto da me, come ex assessore ai servizi sociali con la collega Francesca Barone e ci fu risposto in loco che occorrevano 60.000 euro, ma vi erano altre priorità. Il Comune avrebbe dovuto provvedere autonomamente senza accorparsi a Bari per risparmiare".

"Pertanto - chiosa l'ex assessore - non rappresenta un obiettivo politico o una progettualità, ma è un semplice atto gestionale dovuto dagli uffici, altrimenti c'e' la diffida della Regione Puglia. In particolare, è un bando redatto ai sensi del capo II, comma 2, art. 4 legge Regione Puglia n. 10 del 07.04.2014 [...] Giusto per correttezza informativa verso coloro che potrebbero avere aspettative sul tema, augurandomi che invece ci sia la reale previsione di nuovi alloggi popolari".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI