Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

"Il verde pubblico privo di programmazione!"

Donato Fortunato

 

Tre sono state le interpellanze presentate dai consiglieri di opposizione. Più tecniche quelle presentate da Pietro Savino e da Rino Carelli, mentre di carattere “più popolare” è stata sicuramente quella del consigliere Donato Fortunato. La sua interrogazione ha fatto discutere parecchio dal momento che ha lamentato la situazione di via Michelangelo, dove egli stesso risiede. Tra le molte problematiche della zona – fa sapere Donato Fortunato – sicuramente le più gravi sono quelle che riguardano il verde pubblico. Il consigliere, ampliando il discorso, lamenta che il verde pubblico a Casamassima è abbandonato e che vi si fanno sempre e solo interventi “emergenziali”: non vi è, come in un po’ tutti i settori, un piano dettagliato di come, dove e quando agire sulle molte aree incolte del paese. Fortunato se ne stupisce dal momento che Casamassima ha a disposizione anche gli operatori impegnati dai Servizi sociali nel progetto Clorofilla.

 

La risposta del Sindaco dà in parte ragione a Fortunato. Ammette infatti il primo cittadino: «D’ora in poi occorre fare un intervento che sia più strutturale. È pur vero che negli ultimi mesi abbiamo fatto molto in tal senso: abbiamo tagliato l’erba in via Pietra Tonda, siamo intervenuti in via Noicattaro nella zona villette ed ancora in Via Fratelli Rosselli; abbiamo anche bonificato molte aree e vi è stata in effetti una diradazione del fenomeno della processionaria. Ammetto che serve una programmazione maggiore e a questo il Comandante della Polizia Municipale Ivano Eramo sta già lavorando, redigendo una mappatura delle zone verdi da recuperare». Quanto al progetto Clorofilla, che dà lavoro e dignità a persone segnalate dai Servizi sociali economicamente in difficoltà, Cessa ne parla in maniera fiera: «Queste sei persone che assumiamo e a cui diamo un'opportunità lavorativa, ci danno una grossa mano».

 

Tornando al verde pubblico, Cessa conclude: «Si deve pensare al verde in maniera più lungimirante, non si possono più rincorrere le situazioni, di questo le do atto consigliere».

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI