Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

"Abbandono dell'aula? Solo una questione di convenienza politica"

Antonello Caravella, foto Amo Casamassima


Non è certo passata inosservata la pagina nera della politica casamassimese consumatasi durante lo scorso Consiglio comunale del 18 maggio, quando - lo ricordiamo - non trovando la "quadra" sul nome del nuovo Presidente del Consiglio, maggioranza e Sindaco hanno abbandonato l'aula, invitando la minoranza a "chiudersi in conclave" per convenire su un candidato.

Il consigliere ed ormai ex Vicepresidente del Consiglio Antonello Caravella concede le sue riflessioni ai nostri microfoni: «Va sottolineato come questa maggioranza è ridicola quando vuole condividere una scelta che è di totale prerogativa dei consiglieri comunali, all'interno del Consiglio, abbandonando anche un'eventuale discussione. Fanno questa proposta di incontrarci e condividere l'elezione del Presidente, ma poi si alzano e se ne vanno, facendo cadere il numero legale quando in quella sede potevano benissimo discuterne in Consiglio comunale e davanti agli occhi dei cittadini e arrivare magari anche a un nome condiviso. Così non è stato: è stato l'ennesimo bluff che serve per nascondere la loro inconsistenza come maggioranza. La riprova è che quando durante il Consiglio per l'approvazione del Bilancio preventivo è stato proposto dalle minoranze di aggiornare la seduta, perché ritenevamo importante la presenza dei revisori dei conti, lì non hanno voluto aggiornare la seduta. Questo dimostra che è solo una questione di loro convenienza politica, che sinceramente è sotto gli occhi di tutti».

Chiediamo dunque al Consigliere come si procederà, dal momento che la minoranza ha declinato l'invito della maggioranza. Antonello Caravella annuncia: «Io come parte della minoranza ho già in mente un mio nome; si procederà pertanto come da Regolamento con l'elezione del Presidente nel prossimo Consiglio comunale, sperando che nessuno abbandoni l'aula stavolta».

Consiglio fissato per oggi, venerdì 26 maggio. oltre all'elezione del Presidente e Vicepresidente del Consiglio Comunale, i punti all'ordine del giorno prevedono la discussione del problema Tari. Antonello Caravella anticipa: «Io presenterò un'interpellanza sulla questione che a Casamassima sta diventando assurda. Giorno dopo giorno le bollette Tari aumentano. Ora sta emergendo il fatto che i dati su cui sono state calcolate le tariffe (e tanti cittadini stanno chiedendo infatti il rimborso) in moltissimi casi fanno riferimento al calcolo attraverso dei dati di metratura delle case che non sono né certi né sicuri. Loro hanno messo il calcolo delle case al 100% quando per Legge Nazionale che si devono attenere all'80 %».

Attendiamo dunque l'esito della seduta consiliare per capire se l'amministrazione Cessa vorrà fare un passo indietro sulla tassa dei rifiuti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI