Domenica 09 Dicembre 2018
   
Text Size

Censimento pattumelle e lotta all'evasione Tari

Rino Carelli

Tra le interpellane del consigliere Rino Carelli di Nuovi Orizzonti, particolarmente interessante è stata quella relativa alla raccolta differenziata e che ha avuto specificatamente come oggetto il censimento delle utenze che usufruiscono del servizio.

Secondo Carelli, il censimento - eseguito solo dopo l'avvio del porta a porta e mediante sofisticati sistemi tecnologici - ha avuto come conseguenza che molte utenze non sono state censite e perciò si sono verificate due spiacevoli "intoppi": uno, di natura ambientale, che riguarda l'abbandono selvaggio di rifiuti; l'altro, di natura economica, che porta quasi inevitabilmente ad un'evasione della Tari.

Rino Carelli chiede dunque all'Amministrazione come mai le pattumelle non siano state consegnate a domicilio, come avvenuto nei paesi vicini, come ad esempio Turi: in questa maniera si sarebbe potuto fare in quell'occasione un censimento capillare. Argomenta il Consigliere: «Esiste una parte di utenze non censita; tale adempimento doveva essere per logica fatto prima dell'avvio del servizio di raccolta differenziata».

Il Sindaco risponde ritenendo valido il sistema adottato; si tratta di sistemi di tariffazione puntuale che consentano il riconoscimento dell’utenza, la quantificazione dei rifiuti effettivamente conferiti e la modulazione della tariffa per la gestione dei rifiuti in forma differenziata. Tutte misure volte ad aumentare la quota di rifiuti differenziati da avviare a processi di recupero e riciclaggio per ridurre le quantità di rifiuti indifferenziati da smaltire in discarica. Quanto alle utenze non ancora censite, si sta provvedendo all'identificazione in queste ore, in collaborazione con la Polizia Municipale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI