Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

"Vogliamo la consegna delle Scuole prima dell'inizio dell'estate 2018"

La Dirigente Brucoli

 

Il Consiglio comunale monotematico sulle Scuole non poteva che aprirsi con l'intervento della dirigente della Rodari e della Collodi, la dottoressa Rosanna Brucoli, che tanto ha combattuto e protestato nei mesi scorsi contro le assurde soluzioni tampone adottate dall'Amministrazione; soluzioni che - tra l'altro - avevano costretto i piccoli alunni delle due istituti a frequentare di pomeriggio le lezioni.

La Brucoli appare rasserenata quando durante il suo intervento espone quanto si è deciso durante l'ultimo tavolo tecnico, di qualche giorno precedente al Consiglio comunale monotematico: «Per la scuola Collodi è già presente una clausola di rinnovo della convenzione con la Scuola Majorana. Per quanto riguarda la Rodari, la Scuola ha chiesto che fosse messo appunto un "piano B" che preveda che siano assicurate alla Rodari altre nove aule presso l'Istituto Majorana e in Via La Penna altre due aule; le ulteriori altri sei classi dovranno essere ospitate al piano terra del Majorana. Durante il tavolo tecnico veniva inoltre concordato che l'Ufficio tecnico avrebbe avviato tutte le pratiche propedeutiche a tali provvedimenti e cioè la SCIA e l'autorizzazione alla modifica dei locali da parte della Città Metropolitana, in modo da convocare entro inizi di maggio 2017 una conferenza di servizi con la Città Metropolitana e in modo da consegnare i locali prima dell'estate. Io chiarisco che la Scuola ritiene che la finalità dei tavoli tecnici sia sopratutto chiarire il cronoprogramma per la restituzione dei plessi Rodari e Collodi. Vi ringrazio per l'ascolto e ci tengo a precisare che le mie posizioni sono state condivise dall'intero collegio dei docenti e dall'Assemblea del personale Ata. Sarà premura della Scuola, dopo la definizione dei tempi certi, comunicare alle famiglie le soluzioni che vorremo adottare. Vorrei che venga rispettato quanto stabilito nei tavoli tecnici per evitare altre emergenze».

L'intervento del Sindaco, di seguito, serve a fare il punto della situazione, dal momento che l'aula consiliare era strapiena di genitori in attesa di risposte una volta per tutte chiare e veritiere. Incomincia Vito Cessa: «Questa sarà l'occasione per fare il punto della situazione. Vi parlerò degli aspetti che attengono al Majorana e cioè - chiamiamolo così - del piano B». Cessa chiarisce: «Per quanto riguarda la Scuola Collodi con moltissima probabilità sarà impossibile che la Scuola possa essere consegnata per l'inizio del prossimo anno scolastico, per cui abbiamo previsto già da marzo con la Città metropolitana una proroga della Convenzione con l'Istituto Majorana. Per quanto riguarda la Rodari abbiamo a disposizione altri spazi. Abbiamo fatto un piccolo sopralluogo durante il quale è venuta fuori la necessità di allargare tali spazi, dal momento che per l'anno prossimo la scuola primaria avrà una classe in più. Non sarà un problema, abbiamo già la formale disponibilità della Dirigente del Majorana, la dottoressa Petruzzelli a usare e modificare nuovi spazi del Majorana sia per la Rodari che per la Collodi». In ultimo il Sindaco annuncia che il prossimo 7 maggio ci sarà una Conferenza di servizi con la Città metropolitana durante la quale verrà definita, con certezza assoluta, la ripartizione degli spazi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI