Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Si accomodi tra i banchi della maggioranza

Nica Ferri e Giuseppe Nitti quando insieme erano in LiberaCasamassima

 

Giuseppe Nitti. Il mancato Presidente del Consiglio. Lo provochiamo sulla decaduta Presidente del Consiglio Nica Ferri. Che effetto farà al giovane Nitti vederla ora seduta lì, tra i banchi di semplici consiglieri?

 

“Potrà tranquillamente continuare il suo mandato da consigliera di maggioranza” – risponde a una delle domande che seguono. Siamo convinti che andrà così? Vedremo.

Noi la domanda gliela giriamo da dietro, e lui ci ricorda che “non è prevista alcuna dichiarazione di voto”.

 

 

Consigliere Nitti, come giustifica il suo voto sulla mozione Ferri? 

 

“Sulla mozione di sfiducia al Presidente del Consiglio, da regolamento, non è prevista alcuna dichiarazione di voto. Il Consiglio Comunale si è espresso su una mozione presentata dalla minoranza, ovvero dalle stesse forze politiche che consentirono l'elezione della Ferri. Una mozione che in alcuni punti richiamava violazioni di Leggi e Regolamenti commesse dalla Ferri e da me rilevate nel corso di questi anni. È ormai noto a tutti che la mozione è stata approvata con 9 voti favorevoli, a giudizio insindacabile del Consiglio Comunale”.

 

 

Ha sbagliato a giustificarsi? Doveva dimettersi senza battere ciglio? 

 

“Trattandosi di una questione giuridica, era un diritto della Ferri difendersi in Consiglio, ma i motivi che ha esposto evidentemente non erano sufficienti per addivenire alla sua ‘assoluzione’ e di conseguenza il Consiglio Comunale ha disposto la revoca.

Sul piano politico, a parere del sottoscritto, avrebbe fatto bene a dimettersi tenendo in considerazione come è avvenuta la sua elezione. È notorio che la Ferri fu eletta con il voto determinante dell'opposizione ed oggi le stesse forze politiche hanno chiesto ed ottenuto la sua sfiducia”.

 

 

 

E ora, che cosa accadrà? Che futuro ha questa maggioranza?

 

“La revoca del Presidente non dovrebbe aver alcuna incidenza sull'amministrazione. Le due cose sono slegate poiché la dott.ssa Ferri potrà tranquillamente continuare il suo mandato da consigliera di maggioranza, dando il giusto apporto alla realizzazione del programma recentemente approvato”.

 

 

 

Neppure il bilancio convince... ma ha senso continuare?

 

“A seguito del parere dei Revisori dei Conti, sul bilancio si stanno facendo le opportune verifiche e gli emendamenti necessari. Sicuramente il bilancio, ma soprattutto il parere dei Revisori, saranno attenzionati”.

 

 

 

Perché ha bocciato l'emendamento Tari proposto dalla maggioranza?

 

“Ho bocciato l'emendamento perché lo ritenevo profondamente ingiusto. Infatti, la sua approvazione avrebbe comportato un ulteriore aumento della TARI per i cittadini che vivono in paese. Oggi il sistema di raccolta "porta a porta" è previsto anche per le abitazioni situate fuori dal centro urbano, garantendo così un servizio confortevole anche per i cittadini che vivono in queste zone”.

 

 

 

L'emergenza scuole continua. Che ne pensa delle interrogazioni come quella della Verna, in Consiglio? Addirittura c'è il condizionale sulla fine dei lavori entro il prossimo anno scolastico...

 

“I lavori che stanno interessando le scuole a Casamassima sono un tema a cui LiberaCasamassima tiene in modo particolare. Già in passato abbiamo posto l'attenzione sulla reale situazione delle scuole, soprattutto per quanto concerne la sicurezza degli studenti. Oggi stiamo avendo ragione poiché come da noi preannunciato la situazione è più complicata del previsto.

In base al nostro cronoprogramma l'obiettivo è che i lavori finiscano entro agosto in modo tale da consegnare le scuole ai piccoli studenti casamassimesi per settembre.

A breve verrà convocato un Consiglio Comunale monotematico per approfondire questo argomento”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI