Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Casamassimesi virtuosi. Ma la Tari si alza!

FOTO GRANDE

 

Sono stati resi noti qualche giorno fa i dati relativi alle percentuali di raccolta differenziata del mese di marzo: delle "pagelle" che un po' la cittadinanza temeva; tuttavia Casamassima è stata promossa con buoni voti. Sarebbe infatti del 78,2 la percentuale di raccolta differenziata riferita al mese di marzo. Se pur parziale e assolutamente da contestualizzare, il dato è ottimo, sopratutto se confrontato con quello di paesi limitrofi. Putignano ad esempio, cittadina di certo meno problematica di Casamassima, è ferma da tempo al 62%.

I dettagli della raccolta

 
Per quel che riguarda gli imballaggi  di carta e cartone abbiamo un totale di  15660 kg pari al 3,20%; gli imballaggi di vetro sono pari a 39230 kg che corrispondono all' 8 %; per carta e cartone abbiamo 47040 kg pari al  9.60%; gli imballaggi in materiali misti sono 51140 kg pari al 10,43 %; quanto ai rifiuti biodegradabili di cucina abbiamo 188870 kg pari al 38,53%;le apparecchiature fuori uso sono 390 kg pari allo 0,08 %;i rifiuti biodegradabili sono 6650 kg e cioè all' 1.36%. In ultimo abbiamo i rifiuti urbani non differenziati che sono 107220 kg pari al 21,88 %,i residui della pulizia stradale,25960 kg pari al 5.30%, e i rifiuti ingombranti con i loro 7970 kg pari al 1,63%.

Il 78 % di differenziata è un dato di cui essere fieri, anche paragonandolo al deludente dato regionale che supera di poco il 41 %. Insomma Casamassima si è dimostrato un paese virtuoso in questo senso e noi non possiamo che congratularci con i cittadini. Che però, come annunciato nello scorso Consiglio comunale, non raccoglieranno, almeno per quest'anno, i frutti del loro sforzo: al contrario, pagheranno una Tari decisamente maggiorata.

Sono stati resi noti qualche giorno fa i dati relativi alle percentuali di raccolta differenziata del mese di marzo: delle "pagelle" che un po' la cittadinanza temeva; tuttavia Casamassima è stata promossa con buoni voti. Sarebbe infatti del 78,2 la percentuale di raccolta differenziata riferita al mese di marzo. Se pur parziale e assolutamente da contestualizzare, il dato è ottimo, sopratutto se confrontato con quello di paesi limitrofi. Putignano ad esempio, cittadina di certo meno problematica di Casamassima, è ferma da tempo al 62%.

I dettagli della raccolta

 
Per quel che riguarda gli imballaggi  di carta e cartone abbiamo un totale di  15660 kg pari al 3,20%; gli imballaggi di vetro sono pari a 39230 kg che corrispondono all' 8 %; per carta e cartone abbiamo 47040 kg pari al  9.60%; gli imballaggi in materiali misti sono 51140 kg pari al 10,43 %; quanto ai rifiuti biodegradabili di cucina abbiamo 188870 kg pari al 38,53%;le apparecchiature fuori uso sono 390 kg pari allo 0,08 %;i rifiuti biodegradabili sono 6650 kg e cioè all' 1.36%. In ultimo abbiamo i rifiuti urbani non differenziati che sono 107220 kg pari al 21,88 %,i residui della pulizia stradale,25960 kg pari al 5.30%, e i rifiuti ingombranti con i loro 7970 kg pari al 1,63%.

Il 78 % di differenziata è un dato di cui essere fieri, anche paragonandolo al deludente dato regionale che supera di poco il 41 %. Insomma Casamassima si è dimostrato un paese virtuoso in questo senso e noi non possiamo che congratularci con i cittadini. Che però, come annunciato nello scorso Consiglio comunale, non raccoglieranno, almeno per quest'anno, i frutti del loro sforzo: al contrario, pagheranno una Tari decisamente maggiorata.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI