Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Da Via Turi ai nuovi capannoni “selvaggi” dell’Auchan

auchan perpignan

 

È stato convocato per il prossimo venerdì, 24 marzo, un nuovo Consiglio Comunale. Pochi ma corposi i punti all'ordine del giorno. Molte le interrogazioni nonostante sulla convocazione compaia solo l'interpellanza riguardante Via Turi presentata dal Consigliere Donato Fortunato. Saranno trattati invece svariati argomenti ed in più sarà presentata una mozione dal sempre fattivo Movimento Cinque Stelle intitolata "Orti sociali comunali". Per orto sociale s’intende un appezzamento di terreno, messo a disposizione dei cittadini segnalati dai servizi sociali, con l’obiettivo di favorire un utilizzo di carattere ricreativo, destinato alla sola coltivazione di ortaggi, piccoli frutti e fiori ad uso del concessionario.

 

Per quanto riguarda le interpellanze, la prima sarà presentata da Donato Fortunato e tratterà delle conseguenze su Via Monte Milone a seguito dei lavori, fatti evidentemente non a regola d'arte, su Via Turi,. La strada ora è soggetta a frequenti allagamenti. Spiega infatti il Consigliere Fortunato: «Via Turi non è stata graffiata cioè non è stato tolto l'asfalto vecchio e poi messo l'asfalto nuovo ma l'asfalto è stato messo sopra senza appunto che si graffiassero i residui. Essendo Via Monte Milone più bassa rispetto a Via Turi ora bastano dieci minuti di pioggia per far allagare  tutta la zona».

Rino Carelli di Nuovi Orizzonti presenta invece due interpellanze che affrontano argomenti che siamo sicuri, solleveranno un polverone.

Nella prima interrogazione, già dibattuta altre volte in Consiglio, si chiede come mai sia stato deciso, con   determinazione Dirigenziale 23/02/2017, di affidare nuovamente alla C & S Consulting s.a.s. il servizio di supporto per la gestione delle richieste di risarcimento danni da responsabilità civile verso terzi dell’Ente. Il Consigliere di Nuovi Orizzonti infatti sostiene che affidarsi alla Società di Consulenza, dati ed atti alla mano, non ha fatto risparmiare soldi all'Ente comunale, ma al contrario ha fatto sperperare al Comune  più di seimila euro. Pertanto, alla fine dell'interrogazione, viene chiesta la revoca urgente della Delibera. La seconda interpellanza di Carelli palesa le perplessità del Consigliere circa la regolarità urbanistica dei nuovi capannoni del Centro Commerciale di Casamassima. Tra i molti interrogativi dell'interpellanza, anche quelli relativi al rispetto di tutti gli standard urbanistici previsti e se c'è stata l'approvazione di una variante di lottizzazione.

Saranno invece tre le interpellanze presentate dalla Consigliera da poco tempo sbarcata in minoranza Stefania Verna. La prima riguarda i ritardi del bonus affitto. Spiega la Consigliera Verna: «La Regione ha liquidato alla fine di novembre e il Comune ha liquidato solo a marzo, quando altri Comuni lo hanno fatto a gennaio. Chiederò quindi il motivo di questo ritardo». La seconda interpellanza di Stefania Verna riguarda la questione dello IAT: la Consigliera chiederà numi all'Amministrazione circa lo stato dei luoghi dopo il furto che c'è stato. La terza interpellanza toccherà il tema Scuole. La Consigliera del Gruppo Misto chiederà all'Assessore competente come mai da dicembre scorso non si fanno più i tavoli tecnici per informare consiglieri e genitori sulla situazione, dal momento che la questione della Rodari e della Collodi non si è certo risolta con il trasferimento dei bambini presso l'Istituto Majorana. La Verna domanderà quindi se gli edifici scolastici interessati dai lavori saranno pronti per l'inizio del prossimo anno scolastico.

Si annuncia dunque un Consiglio dai toni quantomeno accesi. Appuntamento dunque a venerdì prossimo 24 marzo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI