Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Cercasi area per raccogliere i rifiuti

centro raccolta

 

In attesa del Centro comunale di raccolta definitivo, l'Amministrazione opta per allestirne uno temporaneo


Se pur dal Comune arrivano continue rassicurazioni circa l'avvio "a breve" – senza mai specificare a quanto questo "a breve" esattamente corrisponda – della raccolta differenziata, i problemi di organizzazione continuano a porsi.

Non bastavano le trattative ancora assolutamente aperte riguardanti l'impianto di compostaggio per la frazione organica, ora si pone un ennesimo problema: il Comune cerca un'area per la raccolta temporanea dei rifiuti differenziati. L'Amministrazione lancia infatti un vero appello sul sito istituzionale del Comune: «Questa Amministrazione Comunale intende individuare una struttura da adibire a Centro Comunale di Raccolta dei rifiuti differenziati in via temporanea in attesa che venga realizzato il Centro Comunale di Raccolta definitivo. Non avendo nella propria disponibilità un’area in cui allestire detto centro temporaneo, è da verificare l’interesse di privati in possesso di un’area che abbia caratteristiche idonee a consentire la realizzazione di quanto sopra da concedere in uso all’amministrazione comunale (mediante stipula di contratto di locazione) per una durata di n. 2 anni + n.1 (eventuale)».

L'Amministrazione elenca anche i "desiderata" circa l'immobile ricercato: deve essere, infatti, per Legge, un’area di dimensioni comprese tra 1.000 e 2.000 mq, ubicata entro un raggio di 500 metri dalla periferia di Casamassima, servita da strade di idonea larghezza, che consentano il transito di veicoli di grossa portata, e dalla quale sia facilmente raggiungibile la viabilità extracomunale al fine di limitare al minimo l’attraversamento del centro urbano.

Non contestiamo tanto il metodo di ricerca dell'area – più che legittimo – quanto le tempistiche: quest'Amministrazione "distratta" si ricorda delle cose importanti sempre "a scoppio ritardato", rifugiandosi in soluzioni provvisorie che, inevitabilmente, comportano spese aggiuntive per i cittadini. VALERIA MARANGI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI