Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

Sindaco sempre più solo. Via anche Bellomo (CivicaMente)

civicamente logo


Ecco la lettera di Nicola Guerra. “Sindaco e Giunta si facciano un esame di coscienza
Questa crisi sta paralizzando Casamassima”


Il Movimento Civico “CivicaMente”, alla luce degli ultimi eventi politici-amministrativi ha ritenuto opportuno che Il Sindaco e la sua Giunta operassero un onesto esame di coscienza, qualora davvero animati dalla volontà di operare per il bene della Comunità di Casamassima, con cui riconoscere che molti, troppi limiti nell’azione politica/amministrativa sono stati evidenziati dall’inizio di questa legislatura.

Infatti, dopo appena sette mesi di attività, non certamente caratterizzata da un clima di serena partecipazione e trasparenza, questa Amministrazione, a seguito delle dimissioni di due dei cinque Assessori, prescelti con criteri differenti tra loro e comunque rimasti ai più incomprensibili, ha conosciuto una “crisi” che ha paralizzato per più di due mesi la già lenta e sterile azione amministrativa.

Quasi alla fine del mese di Aprile, operato il “rimpasto” di Giunta, è stata proclamata una “valida ripartenza” basata sulla ritrovata compattezza della squadra di Maggioranza e su una rinforzata e riqualificata Giunta. Purtroppo, a distanza di sei lunghi mesi, si è registrato che dinanzi alle problematiche prevedibili ed imprevedibili, l’azione di governo di questa Amministrazione è stata a dir poco “insufficiente”, mentre annose questioni che pesano sulla vita comunitaria restano ancora senza soluzioni. Basta ricordarne solo tre: emergenza idrica (imprevedibile), bilancio preventivo e riequilibri (prevedibile), scuole (previste).

Ci si astiene dal commentare nello specifico ogni azione espletata.
Si è dovuto registrare, inoltre, che la cosiddetta “Maggioranza compatta” per sostenere e condividere l’azione di questa Amministrazione, in realtà è divisa, quando non rissosa, su tanti argomenti. Basti ricordare quanto avvenuto nel Consiglio Comunale del 29 agosto ed ancora del 24 ottobre scorso.

E’ vero che il 6 luglio scorso, questo Movimento, rinunciando ad ottenere risposta ad una legittima richiesta del proprio rappresentante in Consiglio Comunale, ha rinviato alla fine dell’esercizio finanziario in corso, dopo aver indicato alcune priorità, una valutazione dell’azione amministrativa di questa Amministrazione onde poterla approvare o meno ma, tutto quello che si è palesato negli ultimi giorni, non permette di transigere oltre.

Pertanto, raccogliendo quello che è il grido di “aiuto” che Casamassima sta lanciando in questi giorni per vedere risolti alcuni dei suoi problemi, ha ritenuto, in due incontri politici “ufficiali” tenutisi il 27 settembre ed il 05 ottobre scorsi con il Sig.Sindaco ed i Segretari delle Forze Politiche di Maggioranza disponibili, richiedere le dimissione del Sindaco e l’azzeramento di Giunta o, in subordine, solo l’azzeramento di Giunta, onde operare un’escursione a 360 gradi per valutare la possibilità della formazione di una Maggioranza di Governo più solida dell’attuale, magari esplorando le volontà anche di chi oggi è annoverato tra le file delle Forze di Opposizione, pensando, magari ad un Governo di Scopo, ma cosa ritenuta più importante, per ottenere un “cambio di passo e di rotta” e per dare un forte segnale di “discontinuità” con il recente passato, la valutazione di dotarsi di una nuova Giunta, con la maggior condivisione possibile, formata da nuovi elementi, magari dotati di profili professionali specifici, che con maggiore entusiasmo e passione, rilancino operativamente l’azione Amministrativa di questo Governo, con la rinnovata fiducia delle forze politiche che hanno determinato l’elezione del Sindaco Cessa, senza alcuna esclusione.

Bellomo non avrà più alcun vincolo

Constatato che ad oggi, alcuna valutazione, ripensamento o proposta alternativa nel merito è stata esplicitata dal Sindaco, ritenendo totalmente ignorata la propria richiesta, per quanto su esposto, questo Movimento si vede costretto e legittimato a non aver più alcun vincolo con l’attuale Maggioranza e, per mezzo del proprio Consigliere Raffaele Bellomo, esprimerà la propria valutazione dei provvedimenti che approderanno in Consiglio Comunale in completa libertà di coscienza ed autonomia.

Il Coordinatore Politico pro-tempore
NICOLA GUERRA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI