Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Niente invito per Sindaco e Amministrazione

autonomia cittadina rivoltiamo casamassima


Autonomia e Rivoltiamo Casamassima:
“Sorpresi dall’assenza della Ferri”. “Noi incuriositi dal futuro del PD”

 

Ecco alcune riflessioni di Autonomia Cittadina-Casamassima e Rivoltiamo Casamassima a margine dell’inaugurazione della nuova sede in Via Turi, 31.

La Segreteria affronta alcune tematiche di attualità casamassimese, prendendo per la prima volta in modo chiaro e marcato, le distanze dall’amministrazione comunale, dal sindaco Cessa sotto continuo ‘ricatto’ politico e dalla sua maggioranza.

 

Niente invito per Sindaco, Giunta e PD. “Non possiamo che essere soddisfatti per la buona riuscita dell’avvenimento: c’è stata infatti un’ampia partecipazione e per questo rinnoviamo il ringraziamento a quanti sono intervenuti.

L’occasione – analizza la Segreteria a proposito dell’inaugurazione – seppur non finalizzata ad un dibattito politico, ci è sembrata utile per ribadire che il nostro impegno è proiettato unicamente verso la nostra città, senza vincoli e condizionamenti di partito, con il contributo di persone libere che vogliono battersi per migliorare la vivibilità e recuperare l’identità smarrita”.

“Ma l’occasione – aggiunge – è servita anche per mandare un messaggio forte e chiaro a quelli che governano la nostra città, occupando ogni spazio in barba ai più elementari principi di etica e democrazia, a quelli che pensano di poter gestire la cosa pubblica come se fosse “cosa loro” (e ci riferiamo ai numerosi conflitti di interesse che investono alcuni consiglieri e assessori), a quelli che pur di vincere le elezioni hanno promesso e non hanno mantenuto, pensando forse che il potere li avrebbe affrancati dal pagare il conto”.

La Segreteria incalza: “Era necessario marcare ancora di più la nostra distanza, rispetto ai metodi finora utilizzati da una classe politica pseudo-nuova senza visione futura, che ha bruciato la fiducia dei cittadini in pochi mesi, che ha già dimostrato di non avere le capacità per risolvere gli annosi problemi di Casamassima”.

“Per questo – spiega – il nostro Movimento, in coerenza con la posizione assunta in Consiglio Comunale con la mozione di sfiducia, NON HA invitato il Sindaco, la Giunta e il PD”.

 

L’assenza imprevista. “A dirla tutta – confida la Segreteria – abbiamo registrato anche qualche assenza imprevista, vedi la rappresentanza della nascente civica Rinascita per Casamassima, vicina alla Dott.ssa Ferri – Presidente del Consiglio. Non sono chiare le ragioni, ma possiamo provare ad immaginarle.

Così come non abbiamo ben compreso (si fa per dire) le finalità e le parti rappresentate dai convenuti ad una recente riunione organizzata dalla medesima, nelle vesti di Presidente della Fondazione don Sante Montanaro.

Una riunione ad ampio raggio dove la commistione e la sovrapposizione dei ruoli, lasciano trasparire il disegno politico a cui si sta lavorando.

Non che ci riguardi, ma ci incuriosisce capire qual è e quale sarà il ruolo del PD”.

Commenti  

 
#1 pensiero 2016-05-18 14:36
La partecipazione di tutte le espressioni politiche di un paese all'inaugurazione di una sede di un partito è sintomo di rispetto umano che in una comunità non dovrebbe mancare, al di là dell'aspro confronto politico che avviene nelle sedi opportune come il Consiglio comunale (vedi mozione di sfiducia). Quindi siete partiti proprio male! Nuovo direttivo! nuova sede! e...nient'altro! Fatevi un esame di coscienza!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI