Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

Centro storico e lottizzazioni. Le prime dichiarazioni di Francesca Barone

Francesca Barone


Il neo assessore affronta alcuni dei più spinosi argomenti relativi alle sue deleghe

 

Nella conferenza stampa di mercoledì scorso, il neo Assessore Francesca Barone è stata interrogata su alcune importanti questioni inerenti le sue deleghe.

Il primo tema ad essere affrontato è quello delle lottizzazioni: «Rispondo con una battuta: mi è stato detto che dovrei essere il tecnico con la bacchetta magica che risolve il problema delle lottizzazioni. Ovviamente è prematuro e ne sto acquisendo tutti gli atti; voglio puntualmente capire quali sono quelle cose che non sono andate in questi anni sia dal punto di vista prettamente urbanistico sia dal punto di vista della gestione della lottizzazione e della gestione dal punto di vista economico del settore che ha bisogno di una ripresa importante. Sto dialogando con l'Ufficio preposto in modo da acquisire tutte quelle certezze e quelle informazioni che mi possano dare la possibilità di fornire risposte perlomeno chiare, nella massima trasparenza e nella massima concretezza, dal momento che le questioni sono tante alcune difficili e delicate. Proprio per la delicatezza che ognuna di queste questioni ha, bisogna studiarle con attenzione e dare delle risposte con altrettanta attenzione».

Un'altra domanda posta al neo assessore Barone ha riguardato la questione dell'uso del Wi-Fi nel centro storico. Pare infatti che la connessione sia limitata nel tempo e il segnale molto debole. «Molti residenti del centro storico - replica puntuale Barone - si lamentano del fatto che l'accesso al Wi-Fi sia limitato nell'arco di quattro ore e per attivare la connessione bisogna accedere tramite una password. Dobbiamo capire in questi mesi di lavoro assieme alla giunta come poter prolungare il tempo della password stessa, magari vedendo l'utilizzo del Wi-Fi del centro storico come un'opportunità e un incentivo per riportare il centro storico a rivivere sia dal punto di vista commerciale che della fruizione quotidiana. Non dobbiamo inoltre dare la password solo ai fruitori temporanei del centro storico ma anche a chi vi risiede. È importante attivare una finestra di dialogo sia con chi ci abita sia con chi intende investire sul centro storico».

Francesca Barone pare avere le idee chiare e sembra davvero competente in materia. Accordandole la nostra piena (e speranzosa) fiducia, non possiamo che augurarle buon lavoro.

VALERIA MARANGI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI