Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Realtà Italia esce dalla maggioranza

Mariella Forleo


Mariella Forleo: "Decisione difficile e molto sofferta"

Il comunicato diffuso da Realtà Italia questa settimana non fa sconti all'Amministrazione Cessa. Poche righe che annunciano con fermezza la decisione di Realtà Italia di uscire dalla maggioranza. I rappresentanti di Realtà Italia si dicono infatti profondamente delusi da un'Amministrazione "sempre più impantanata in logiche di potere" per citare le esatte parole del comunicato. Chiediamo dunque a Mariella Forleo, segretaria di Realtà Italia, ulteriori chiarimenti circa questa decisione che annuncia un'altra spaccatura, l'ennesima, all'interno di quella che una volta era la coalizione di centrosinistra a sostegno di Vito Cessa.

Mariella Forleo commenta il suo stesso comunicato non nascondendo il suo dispiacere e ammettendo che la sua decisione è stata in verità molto sofferta: «Posso solo dire che è stata una decisione difficile e molto sofferta, anche per i rapporti di stima e di amicizia che ho all'interno della maggioranza. Ho partecipato assiduamente e con grande sacrificio alle riunioni di maggioranza, dopo che il Sindaco, incalzato dalla mia lettera, ci ha ammessi insieme a SEL a dare il nostro contributo. Credo, in tutta onestà, di aver dato il mio modestissimo contributo, sollevando criticamente (forse troppo) molte questioni di natura politica, quasi sempre inascoltate. Ma ho sempre avuto molta pazienza, convinta che dall'interno si potesse dare un contributo alla soluzione dei problemi della gente. Negli ultimi tempi, la mia onestà intellettuale, che mi rendo conto non va più di moda in ambito politico, non mi consente di rimanere all'interno di questa compagine per le motivazioni da me indicate nel comunicato, che sono sicura si sostanzieranno ancora di più nei prossimi giorni».

Mariella Forleo si dice inoltre dispiaciuta poiché essere costretti a prendere atto del fallimento di Vito Cessa, significa ammettere il fallimento di una politica che si proponeva come nuova e di rinnovamento. Asserisce la Forleo a tal proposito: «Non vi è altro da aggiungere, se non il dispiacere di veder fallire il rinnovamento della politica, attraverso i giovani e i volti nuovi della società civile, i quali, purtroppo, si sono omologati ai sistemi della vecchia politica. C'è molto da interrogarsi in futuro su questo dato eclatante e bisognerà lavorare per capirne e contrastarne le cause. L'altra riflessione è che simili atteggiamenti allontanano sempre più la gente comune dalla politica, creando disinteresse e scarsa partecipazione. Per una coalizione che ha fondato la campagna elettorale sulla partecipazione dei cittadini è davvero un bel fallimento. Non credo di voler aggiungere altro a quanto comunicato, almeno per il momento. I fatti a cui mi riferisco corrono sulla bocca di tutti e le mie parole sono già abbastanza chiare così. Mi piacerebbe essere smentita, unicamente perché andrebbe a beneficio della collettività».

Dichiarazioni amare ed allo stesso tempo amareggiate quelle di Mariella Forleo che palesano tutto il malcontento nei confronti di chi nell'Amministrazione Cessa ha davvero creduto ma ha dovuto presto ricredersi: il modus operandi di Vito Cessa è stato, a suo dire, dissennato e totalmente asservito a logiche che appartengono a una politica assolutamente "old style".

VALERIA MARANGI


IL COMUNICATO

Alla luce degli ultimi accadimenti, che vedono l'Amministrazione guidata da Vito Cessa sempre più impantanata in logiche di spartizione del potere, volte unicamente a riassestare equilibri persi con scelte dissennate e senza criterio logico-politico, Realtà Italia dichiara di uscire dalla maggioranza di governo, non ritrovando all'interno della stessa le fondamenta e i principi ispiratori di democrazia partecipativa, di rispetto delle forze politiche della coalizione di centro-sinistra, constatando, per contro, la mancanza di incisività dell'azione amministrativa e il totale oltraggio ai principi fondativi della Carta di Pisa.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI