Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Alla 'Dante Alighieri', giocando si impara ad aiutare

La Dirigente scolastica assieme  a frate Piergiorgio,  ad alcune mamme e alle docenti Diana Giovinazzo e Stella Orofino


Conclusa la finale del torneo calcistico solidale: vincitrici le classi 1a A e 2a I

La Dirigente scolastica, coadiuvata dal corpo docenti, ha impartito una grande lezione di vita ai suoi ragazzi: ha aiutato loro a comprendere l’importanza e la bellezza di essere solidali col prossimo, di rispettare i disagi dei meno fortunati e aiutarli a migliorare se stessi e le proprie condizioni di vita. Questo insegnamento ha potuto imprimersi nei cuori degli alunni soprattutto grazie ai propri genitori che, con la loro sensibilità, li hanno accompagnati in questo breve cammino di attività benefiche, che hanno messo gli stessi ragazzi in gioco. Sì, in gioco e in un bel campetto di calcio!

La scuola secondaria di primo grado ‘Dante Alighieri’ ha ideato una serie di tornei di calcio a cinque che, iniziati il 16 febbraio, si sono dispiegati sino al 19 marzo, giorno delle Festa del Papà. La discesa in campo per solidarietà ha coinvolto le classi di prima e seconda e lo straordinario Antonio Gengo dell’Associazione di Promozione Sociale ‘Social Maxima’ ha adibito per questa attività il Parco giochi sito in Via Salvo D’Acquisto, zona 167.

La finalissima ha visto primeggiare le classi 1a A e 2a I. I ragazzi entusiasti hanno ricevuto coppe luccicanti dal mister Gioacchino Prisciandaro, presidente dell’A.D.P Atletico Casamassima, mentre bellissime medaglie sono state donate ai secondi classificati. Le giovanissime cheerleaders, selezionate nelle classi partecipanti al torneo e bellissime nelle loro simpatiche divise, hanno incoraggiato i loro compagni intonando cori e sventolando pon pon. Queste sono state premiate con dei gadgets e ricariche telefoniche dal signor De Tommaso.

Buona musica e intrattenimento sono stati possibili grazie alla presenza del dj Giuseppe Vasile. Il grande appetito post partita è stato alleviato dalle leccornie preparate dalla signora e mamma Carmela De Mattia. Insomma una gran bella finale culminata in una festicciola, durante la quale ragazzi, genitori ed insegnanti si sono rallegrati della bravura di questi piccoli calciatori amatoriali e della disciplina e grande impegno che per tutto il torneo questi hanno dimostrato, inorgogliendo in primis i referenti e coordinatori dell’intero evento sportivo: i docenti Floriana Pannacci e Giuseppe Lapenna, le cui competenze e sensibilità sono stati elementi determinanti per la buona riuscita del torneo calcistico solidale.

È doveroso evidenziare il grande attivismo di tutti i genitori, che sin da subito hanno appoggiato tutte le iniziative benefiche atte a raccogliere un piccolo ma fondamentale contributo economico da donare a Frate Piergiorgio Taneburgo, perché con questo possa far bonificare e rendere agibile il campetto per far giocare a calcio i piccoli ospiti della Comunità Tarabosh, ai piedi dell’omonimo monte che incornicia Scutari, località amena sita nel Nord dell’Albania. Ricordiamo in particolare, oltre la già citata signora Carmela De Mattia, Luciano Scola, che assieme ad Anna Cristantielli hanno arbitrato le partite.

L’intero corpo docenti assieme alla prof.ssa Francesca Santolla, Dirigente scolastica, ringraziano il fondamentale ausilio dell’Aserc Casamassima, la quale ha vegliato sulla sicurezza dei nostri piccoli calciatori.

Una grossa macchina quella guidata dalla Santolla, dal corpo insegnanti capeggiato da Diana Giovinazzo, Stella Orofino, Floriana Pannacci e Giuseppe Lapenna, dalla docente Rosanna Selvaggi, che in qualità di presidente di ‘Comunione è vita’, ha sostenuto l’utilizzo della luce elettrica durante i tornei di calcio e i fantastici genitori. Una grossa macchina che ha raggiunto un traguardo ragguardevole nel segno dell’amore e sostegno del prossimo... vicino e lontano.

MARIAGRAZIA CAROLINA MILANO


Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI