Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

Mozione di sfiducia del M5S? Bizzoco risponde

Adriano Bizzoco segretario del PD Casamassima

Il segretario del Circolo PD di Casamassima: "I grillini di Casamassima si confermano in tutto e per tutto simili ai loro rappresentanti che siedono al Parlamento"

Dalle colonne del nostro giornale, Il Movimento 5 Stelle aveva dichiarato la settima scorsa che le interpellanze mosse in sede di Consiglio Comunale non avrebbero riguardato la crisi di maggioranza, preferendo concentrarsi su altre situazioni amministrative più “urgenti”. Tuttavia le valutazioni sella tenuta del governo cittadino non sarebbero di certo passate in second'ordine. Promessa mantenuta: qualche giorno fa i pentastellati di Casamassima, nella persona di Antonello Caravella, hanno presentato un’ufficiale mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco Vito Cessa e dell’intera Giunta comunale, lamentando una “condotta vergognosa, di un tale colpevole immobilismo”.

A tal proposito Adriano Bizzoco, segretario del locale Circolo PD, appare meravigliato di una simile decisione: «Questa credo sia la prima volta in tutta Italia che si verifichi l'annuncio di una mozione, prima ancora che la stessa sia stata condivisa e sottoscritta dal numero necessario di consiglieri comunali e relative forze politiche, il che mi sembra abbastanza bizzarro».

Bizzoco non le manda a dire e paragona i pentastellati casamassimesi ai loro «simili rappresentanti che siedono in Parlamento»: «Il parallelismo con quanto accaduto con il DDL Cirinnà è del tutto evidente: attaccare e sfasciare, anche a costo di giocare una partita sulla pelle di ignari cittadini, piuttosto che confrontarsi e costruire».

Su Casamassima aleggia dunque il fantasma del Commisariato? C’è chi se lo augura e chi no. Lo stesso Bizzoco confida nei cittadini casamassimesi e afferma: «Credo che i cittadini da questo punto di vista siano un po' più saggi e lungimiranti: nessuno vorrebbe un commissariamento prematuro e funesto, piuttosto è lecito aspettarsi che il lavoro svolto da questa amministrazione si traduca nel più breve tempo possibile in misure tangibili per il nostro territorio. In questo senso, ben vengano critiche e dibattiti all'interno della maggioranza se possono servire a migliorare l'azione amministrativa». Come andrà a finire? Ai posteri l’ardua sentenza.

ELEONORA MONTRONE

Commenti  

 
#4 Biagio Elefante 2016-03-06 20:02
Sbagli Bizzoco, a Casamassima non hanno nemmeno imparato a imitare la linea nazionale, altrimenti un pò più di fastidio ai manovratori e di aiuto alla gente lo darebbero.
A Roma hanno imparato a farsi sentire e a volte riescono pure a essere preciso e produttivo pungolo costruttivo. Anche se siamo pur sempre al solo livello di parole, slegate da effettiva mobilitazione costruttiva di base, perchè manca un collegamento stabile e produttivo dei territori con gli eletti nazionali, che anzichè venire a raccogliere da noi i fatti su cui intervenire ed elaborare in parlamento, si limitano a raccogliere dalla stampa e soprattutto dal governo, rispetto a cui agiscono di rimando; in tal modo restando sempre succubi del sistema.
Quando, ad esempio, con tutti quegli eletti e loro poteri istituzionali, ogni scandalo e oscura manovra che avviene nei nostri palazzi dovrebbe trovare immediato disvelamento ed eco nazionale.
Una volta quando la sinistra, di cui gli odierni cessa e bizzoco costituiscono i resti caricaturali, era davvero opposizione e costruiva difese per il popolo, i suoi eletti venivano in giro a imparare e acculturarsi dai cittadini, andando dritti dove udivano levarsi lamenti e proteste.
Viceversa gli eletti 5 stelle, pur essendo unica opposizione ai prepotenti , usano oggi fare soltanto salotto e banchetto in attesa che i cittadini vadano .... a loro!
La maggior parte di loro farebbero molto meglio e molto di più apprenderebbero se quel tempo lo passassero a raccogliere ortaggi con altri nelle nostre campagne.
 
 
#3 nessundorma 2016-03-05 23:00
Lunga vita a Renzi
 
 
#2 pino 2016-03-04 22:11
al termine del renzismo il PD avrà completato la sua dissoluzione
 
 
#1 filosofo 2016-03-02 12:07
ha ragione Bizzoco anche se dimentica che è sempre il PD a cercare aiuto ai cinque stelle ed a chiunque altro, che si chiami verdini e nerone, pur di raggiungere il proprio obiettivo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI