Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Festino di Carnevale dell'Aserc. Tutte le foto

Festino Arsec 2016 (7)


Un piacevole ritorno al passato

Un'occasione per riscoprire tradizioni casamassimesi ormai perse o peggio ancora mai conosciute è stato quanto reso possibile per il secondo anno consecutivo dall'Associazione servizio emergenza radio Casamassima, che ha ideato, organizzato e condotto un 'festino' di Carnevale presso la sala denominata "Pazza piazza".

Le serate danzanti in questione, inaugurate già lo scorso 5 gennaio, si sono svolte tutti i fine settimana di gennaio e febbraio, oltre che, naturalmente, nel Martedì grasso. Le stesse sono terminate domenica 21 febbraio, con la serata finale dedicata alla rottura della pentolaccia e al gran cenone di fine Carnevale.

Storico 'capo sala' della goliardica iniziativa è stato Mimmo Dellucci, sammichelino doc, che con i suoi anni di esperienza nel settore e la sua simpatia ha presentato tutte le serate, supportato dallo staff dell'Aserc.

«Da ricordare – ha sottolineato Rocco Campanella, presidente dell'Aserc, interpellato sulla bella festa a cui ha saputo dar vita la sua associazione – è il risvolto solidale delle serate, che sono state rivolte all'acquisto di un veicolo adibito al polisoccorso di Protezione civile».

«Siamo decisamente soddisfatti – ha raccontato – perché abbiamo constatato un grande livello di partecipazione. Così, mentre lo scorso anno avevamo notato che la gente era un po' restia a partecipare ad un festino (vista, forse, anche la mancanza degli stessi da molti anni a Casamassima), quest'anno abbiamo riscontrato un'inversione di tendenza e questo non solo per quanto riguarda il pubblico ma anche le mascherate che sono venute a farci visita. Devo dire che non ce lo aspettavamo».

«Persino la Pro Loco di Sammichele, con la sua mascherata ufficiale, ci ha fatto i complimenti. E così, mentre a Sammichele i festini chiudono o emigrano in altre località, qui da noi si sta tentando di riprendere i tradizionali festini familiari», ha affermato, proseguendo nel suo racconto. In visita ufficiale alla “Pazza piazza” anche la Pro Loco di Casamassima con la sua presidente. Non sono mancati neanche i cosiddetti 'veglioncini' rivolti ai più piccoli, ben quattro, svoltisi di domenica pomeriggio. Quali dunque per Rocco Campanella le prospettive legate a questo piacevole tuffo nel passato targato Aserc? «Che dire, sicuramente ci sarà la terza edizione il prossimo anno».

FRANCESCA DELL'AIA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI