Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

L'abbandono di Francesco Cristofaro

L'assessore Francesco Cristofaro


Motivi personali o scelta politica? La parola ai casamassimesi

La fine della settimana scorsa ha riservato una sorpresa per i casamassimesi che ha rischiato e rischia di provocare una crisi di maggioranza, considerate anche le ultime "manovre" dei consiglieri Verna e Fortunato. Come è noto ai più, Francesco Cristofaro, l' assessore chef con delega alle attività culturali, ha dato le sue dimissioni abbandonando al suo destino l'Amministrazione Cessa. Ufficialmente, alla base della decisione, imprecisati motivi personali; tuttavia le voci circa una rinuncia per altri motivi, assolutamente politici, si susseguono.

Le dimissioni, annunciate venerdì scorso tramite il profilo facebook dell'ormai ex Assessore, hanno comprensibilmente scatenato le più disparate reazioni; la maggior parte dei casamassimesi, tuttavia, hanno espresso il loro sincero apprezzamento per il lavoro svolto dall'Assessore in questi sette mesi. Dal Movimento Cinque Stelle, le dichiarazioni di Danilo Resta e di Francesco Bracale non si fanno attendere. Scrive infatti Danilo Resta: «Personalmente spero che si tratti di reali riflessioni personali ineludibili, ma l'assenza di una persona pulita e semplice e nello stesso tempo profonda nella Giunta, pur nella ristrettezza del compito ricoperto, rappresenta un'ulteriore mancanza di equilibrio generale».

Vito Cassano, politico casamassimese militante in Libera Casamassima, affida le sue riflessioni a un lungo post su facebook: «A proposito delle dimissioni dell'Assessore Cristofaro, mi unisco all'apprezzamento delle tante persone che hanno creduto e vissuto l'impegno profuso dall'assessore Cristofaro, per dare a Casamassima un più alto livello di dibattito culturale, ma non mi lascio prendere dalla "curiosità" circa le reali motivazioni delle dimissioni. Di sicuro è un atto politico di chi, in difesa dell'istituzione, saluta e chiude la porta educatamente. Questo aumenta la mia stima personale nei suoi confronti. Ora, ritengo, tocchi al sindaco Vito Cessa prendere atto che le scelte politiche che hanno sotteso la composizione della sua giunta sono venute meno; del resto già all'indomani delle sue scelte, dalla coalizione, non sono arrivate sostanziali critiche politiche mai politicamente affrontate?».

Immancabile, la reazione a "mezzo social" del blogger Maurizio Saliani, che avanza dubbi sia sui motivi personali che sarebbero alla base della "grande rinuncia" di Cristofaro che sulla validità di quest'ultimo come Assessore: «Countdown, o conto alla rovescia. Questo hanno determinato le dimissioni per “motivi personali” dell’assessore Francesco Cristofaro per la compagine che attualmente tenta di guidare Casamassima. Senza riuscirci, peraltro. Ora a questi motivi personali sembra difficoltoso credere come difficile sarebbe il credere, visti i commenti lacrimosi che hanno inondato l’iperspazio che piangono la mancanza, politica, dell’assessore alla cultura del Comune di Casamassima. Il giudizio umano sulla persona, come sempre avviene su questa pagina, non è assolutamente messo in dubbio, ma permettetemi di dissentire dal giudizio politico lusinghiero che qualcuno si sforza di riconoscere. Quali gli atti, nei sette mesi di incarico, così stratosferici o sufficientemente normali messi in atto dall’assessore alla cultura per meritare un riconoscimento almeno postumo, neanche con un elettromicroscopio nucleare riusciremmo a scovarli. Comunque, auguri, ex assessore».

Reazioni diverse insomma: ad essere uguale è lo stupore e il dispiacere. Sembra proprio inevitabile: Casamassima è in piena crisi di maggioranza.

VALERIA MARANGI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI