Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Questo si è che 'Beautiful'!

autonomia - rivoltiamo casamassima loghi

 

Mentre siamo impegnati ad organizzare le nostre cose, nuovo direttivo, nuovo segretario, nuova sede etc.., ci giungono notizie di forti scossoni a palazzo di città.

A dirla tutta è da un po’ di tempo che il Sindaco e la sua giunta, sotto il controllo del PD, partito superstite in possesso della maggioranza delle azioni, anziché mantenere le solenni promesse elettorali, ci stanno propinando una “soap opera” degna delle migliori produzioni a stelle e strisce: questo si che è BEAUTIFUL!

Ma riavvolgiamo il nastro.
Scorrendo gli annali delle precedenti amministrazioni comunali, riesce difficile trovare altri Sindaci che hanno fatto peggio del Dott. Cessa.

E come dimenticare il primo Consiglio Comunale quando, impallinato da una parte della sua stessa lista e maggioranza, dopo ore di estenuanti tira e molla, subì l’elezione a Presidente del Consiglio dell’allora “nemica” dott.ssa Ferri? Fu infatti l’opposizione a segnare un punto a suo favore, nella convinzione che tale scelta sarebbe stata ripagata. Ma ahimè in politica tutto è permesso e l’opportunismo accorcia la memoria. Noi dell’opposizione, noi di Autonomia e Rivoltiamo, ci aspettavamo comportamenti e posizioni super partes dalla Ferri. Forse ci sbagliavamo, sicuramente c’è tempo per recuperare. Quanto? Non dipende da noi.

Poi la nomina in giunta di due assessori pescati tra i non eletti della lista Cessa. Certo è prerogativa del Sindaco nominare gli assessori, non è affar nostro, sicuramente persone capaci, però va sottolineata la grande sagacia politica del primo cittadino e dei suoi “consigliori”. E i frutti li stiamo vedendo tutti: buttato via da Cessa nel cesso (scusate il bisticcio), un imponente consenso popolare.

Gli attriti fino alla rottura con i Sindacati di categoria più rappresentativi. Alla faccia del cantiere aperto e dell’ascolto dei cittadini. Mortificati i corpi intermedi come agnello sacrificale all’ego di assessori impegnati a rincorrere notorietà.

Che dire sulla pantomima dell’adesione alla Carta di Pisa. Un documento così importante, un codice etico basato sulla trasparenza e la legalità, sulla lotta al conflitto d’interesse e tanto altro, miseramente ridotto a carta igienica con i provvedimenti varati a fine anno dalla giunta Cessa. E pensare che vi siete assunti la paternità politica di quei provvedimenti, salvo poi annullarne la maggior parte scaricando le colpe sui dipendenti comunali, richiamati ad “operare con maggiore professionalità e serietà, seguendo le indicazioni della politica, senza sostituirsi ad essa”. Parole pesanti usate dalla consigliera Zizzo che, citando con grande disinvoltura le norme del Codice degli Appalti, vi ha bacchettato manifestando pubblicamente un profondo “senso di inquietudine”.

Un plauso alla Zizzo che negli anni del suo contemporaneo impegno politico, sociale e sportivo, ha dato grande prova di trasparenza nell’occupazione degli spazi pubblici. Sarà sicuramente prima in tutte le short list che la interessano.

Vogliamo parlare delle dimissioni dell’assessore Cristofaro? Con tutto il rispetto per le giustificazioni dallo stesso addotte, sappiamo tutti quanto siano poco credibili. Sono soltanto manovre di palazzo per rinforzare una maggioranza che scricchiola paurosamente.

Ancor più da quando, lunedì 1 febbraio, i consiglieri della lista Cessa, Fortunato e Verna, hanno deciso di abbandonare il gruppo del Sindaco, costituendo un nuovo gruppo autonomo.

Risultato: la lista Cessa si sta sciogliendo come neve al sole.

Risalto va anche dato all’azione del consigliere Nitti di Libera Casamassima, un’autentica spina nel fianco di questa vostra maggioranza, nata male e gestita peggio.

Fin qui abbiamo sintetizzato il vostro operato politico – amministrativo, quanto al resto, i risultati sono sotto gli occhi dei nostri concittadini.

Da parte nostra, del nostro movimento, avevamo pensato che fosse giusto concedervi il tempo, magari un anno, per dimostrare che “siete diversi e che volete fare la differenza”. Purtroppo quel tempo ve lo siete giocato in anticipo, avete bruciato le tappe e siete già riusciti a far sì la differenza: in peggio!

Questo è il nostro pensiero, questa è la posizione del nostro Movimento.

La Segreteria

Commenti  

 
#3 antonio16.02.16 2016-02-16 16:53
I cittadini di Casamassima hanno bisogno di fatti e soluzione dei problemi basta con le astiosita' e le chiacchiere bisogna solo collaborare e rimboccarsi le maniche tutti quanti.
 
 
#2 Eraora 2016-02-10 14:33
Bravo Vito Mazzei e nuovo gruppo. Ma Rodi cosa ne pensa?
 
 
#1 Lillino 2016-02-09 16:01
Lo psichiatra Cessa dal palco nella primavera del 2015 è stato bravo perché è riuscito a ipnotizzare tanti cittadini che poi lo hanno votato, ma anche tanti consiglieri delle liste della sua coalizione.
Evidente lo psichiatra Cessa non è stato poi tanto bravo perché il sogno ipnotico non è durato a lungo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI