Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Ecotassa alle stelle

Raccolta differenziata

Casamassima è tra i Comuni con l'aliquota più alta


Il fatto che Casamassima, insieme a pochi altri Comuni limitrofi sia ancora lontana dall'approdare alla famosa differenziata, non fa male solo alla reputazione del paese ma anche, pesantemente, alle sue tasche e a quelle dei suoi incolpevoli cittadini. Casamassima rientra infatti tra i nove comuni che, in base agli accertamenti del Servizio regionale gestione rifiuti, pagheranno l'aliquota massima (ovvero 25,82 euro a tonnellata). Compagni di "infamia" i Comuni di Noicattaro, Monopoli, Sammichele, Capurso, Castellana, Noci, Locorotondo e Turi. La notizia non può che mettere di cattivo umore. Abbiamo pertanto chiesto un commento da parte del Sindaco sulla questione.

Il primo cittadino esordisce snocciolando, giustamente, alcuni dati, al fine di capire meglio di cosa stiamo parlando: «L'aliquota massima che si pagherà è pari a 25, 82 euro per tonnellata di rifiuto smaltito. Di fatto quest'anno si pagherà una ecotassa pari a circa 70.000 euro, che corrispondono a ben 50.000 euro in più rispetto a ciò che avremmo pagato con l'applicazione dell' aliquota minima, pari a 7, 50 euro per tonnellata».

Il Sindaco Vito Cessa commenta così il dato, parlando di una situazione pregressa che purtroppo, per una questione di tempi, non è riuscito a migliorare. «Purtroppo è una situazione che ho ereditato quando mi sono insediato» - asserisce Cessa, aggiungendo che «in verità a inizio 2015 la Regione ha "aperto una finestra", dando ai Comuni una possibilità. Se fossero riusciti ad incrementare la percentuale di differenziata di almeno il 5% entro giugno 2015, avrebbero potuto ridurre di molto l'aliquota. Purtroppo il 5% non si è raggiunto. Personalmente mi è mancato il tempo materiale per cercare di migliorare la situazione dal momento che io e la mia giunta ci siamo insediati a metà giugno 2015».

Nonostante la brutta notizia, pesante sopratutto per le tasche dei cittadini, Vito Cessa si mostra positivo e propositivo. Promette infatti: «Cercheremo per l'anno prossimo di fare meglio. Confidiamo nell'ARO per risolvere finalmente il grave problema dei rifiuti». Della serie: ritentiamo, saremo più fortunati? Intanto l'ecotassa, salatissima, va pagata, se pur in prospettiva dell'avvicendarsi di tempi migliori.

VALERIA MARANGI

Commenti  

 
#1 lupomb inca**ato 2016-01-13 12:28
Ma cone si fa a fare la raccolta differenziata se in tutto il paese sono stati tolti i cassonetti destinati all'uopo? Anzi sono anche pochi quelli esistenti per raccogliere tutto. Che schifo di paese. Vergogna per gli amministratori.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI