Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Cantieri di cittadinanza e Lavoro minimo di cittadinanza, al via le domande

CAsamassima-cantieri di cittadinanza-Ambito territoriale

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

L'accesso alle misure è completamente gratuito

Al via le domande per Cantieri di Cittadinanza e Lavoro minimo di cittadinanza.

I cittadini in possesso dei requisiti richiesti per “Cantieri di Cittadinanza” e “Lavoro Minimo di Cittadinanza”, possono presentare la propria domanda di accesso, esclusivamente mediante la piattaforma informatica dedicata nel Portale www.sistema.puglia.it e  accessibile dal seguente link www.sistema.puglia.it/cantieridicittadinanza, sia in autonomia che  rivolgendosi a uno dei seguenti Centri di Assistenza  Fiscale CAF, già accreditati :

–  CENTRO SERVIZI UIL BARI SRL Via Don Minzoni 77, Casamassima;

–  CAAF SICUREZZA FISCALE Via Parini, 12 Casamassima;

–  CENTRO SERVIZI UIL BARI SRL P.zza Moro, 9, Casamassima;

–  CAF ACLI SRL P.zza Moro, 19 Casamassima;

Si precisa che il supporto per la presentazione delle domande per l’accesso alle misure è completamente gratuito, pertanto, i cittadini-utenti sono esonerati dal versamento di qualsivoglia contributo anche volontario.

Possono accedere alle misure:

- persone disoccupate da almeno 12 mesi, non percettori di alcun ammortizzatore sociale e/o sostegno al reddito, iscritti presso i Centri Territoriali per l’Impiego, che si trovino in condizione di svantaggio per l’accesso al mercato del lavoro;

persone giovani e adulte, con età non inferiore ai 18 anni, che non abbiano mai avuto accesso al mercato del lavoro, inoccupati, iscritti presso i Centri Territoriali per l’Impiego, che si trovino in condizione di svantaggio per l’accesso al mercato del lavoro, che richiedano di accedere a un percorso di inclusione socioabilitativolavorativo;

persone in condizione di specifiche fragilità sociali già prese in carico dai Servizi Sociali professionali del Comune: disabili adulti, ex detenuti, persone nel circuito penale sottoposte a misure restrittive alternative alla pena detentiva, donne sole con o senza figli minori vittime di violenza o di sfruttamento, persone con disabilità che abbiano concluso il proprio percorso terapeuticoriabilitativo e che richiedano di accedere a un percorso di inclusione socio abilitativo-lavorativo.

Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi:

  • Ufficio di Piano – Comune di Gioia del Colle – Via A.Gatta, n.33 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;
  • Ufficio Servizi Sociali – Comune di Casamassima- Via Pacinotti, n.1- tel.080.6530146 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI