Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Assestamento di bilancio: approvato tra litigi e scontri

Casamassima-Assestamento di bilancio approvato tra litigi e scontri-amo casamassima - maggioranza

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Contrari tutti i Consiglieri di opposizione e Giuseppe Nitti. La presidente Ferri, a sorpresa, si astiene

 

Sul punto all'ordine del giorno che riguarda l'assestamento il clima in Consiglio Comunale diventa rovente e i malumori ritornano in superficie. Più di un'ora e mezza per arrivare ad un'approvazione assolutamente in extremis.

Vito Cessa annuncia e riassume la relazione dell'assestamento di bilancio con il supporto della dottoressa Regina Stolfa. «Abbiamo maggiori entrate pari circa a 70mila euro - spiega il primo cittadino - che convoglieremo per alcuni interventi (per esempio, per la Scuola elementare Guglielmo Marconi LIM e computer nuovi; realizzazione di un'uscita di sicurezza per la scuola media Dante Alighieri)».

Finito l'intervento del Sindaco, si scatena l'impensabile. Il consigliere Vito Rodi (Autonomia Cittadina) prende la parola e chiede una lunga lista di chiarimenti. Antonello Caravella (Movimento Cinque Stelle) invita a chiarire una particolare voce del bilancio, nello specifico un'integrazione di circa 3mila euro per la manutenzione del verde. Il Sindaco risponde che l'integrazione serve per le potature degli alberi, quantomeno quelle più urgenti.

Rino Carelli (Nuovi Orizzonti) definisce la relazione che accompagna l'assestamento di bilancio «molto carente» e poi passa a mettere in luce il poco tempo, a suo parere, trascorso da quando i Consiglieri hanno ricevuto il documento a quando hanno dovuto approvarlo: «Cinque giorni sono troppo pochi per chi non è un tecnico e vuole sottoporre questi documenti a amici più esperti per capirci qualcosa». «Mai come quest'anno - continua Carelli - il parere dei revisori è stato striminzito. Non c'è trasparenza in questa relazione, poiché è comprensibile solo dagli addetti ai lavori». «È impensabile approvare solo per "un atto di fede"» - aggiunge il Consigliere di Nuovi Orizzonti, anticipando quella che sarà la sua dichiarazione di voto.  La dottoressa Regina Stolfa invita il consigliere Carelli e quanti lo chiederanno a passare in ufficio per ulteriori spiegazioni.

Prende nuovamente la parola Rodi che rincara la dose: «Questo bilancio di assestamento non mi convince. Le voci mi sembrano sovrastimate. Inoltre sono anch'io del parere che cinque giorni sono stati troppo pochi e che ce ne vorrebbero almeno venti». Il Sindaco risponde che visti i tempi ristretti sarebbe stato impossibile far pervenire la relazione addirittura venti giorni prima: «Posso comunque assicurare che gli uffici hanno lavorato bene considerando le tempistiche stringenti». Anche il consigliere Gino Petroni, del Movimento Schittulli, appare perplesso: «Devo dire che i dubbi rimangono nonostante i chiarimenti. Mi aspettavo una relazione più tecnica». Il Sindaco non pare essere d'accordo e ribatte: «Al contrario mi sembra difficile avere una relazione più dettagliata e esaustiva».

Nonostante quasi tutti i Consiglieri di opposizione abbiano parlato, non è finita: interviene a questo punto anche il consigliere Giuseppe Nitti che si distingue per una lunga e metaforica digressione astronomica, chiaramente provocatoria, preambolo per dire che condivide i dubbi sulla relazione. «Quest'assestamento di bilancio - asserisce Nitti - mi sembra un documento militare: una colonna di numeri incomprensibile. Io voglio sapere questo bilancio la carne di chi andrà a toccare! Chi riderà e chi piangerà dopo l'approvazione di questo documento? Un provvedimento portato in Consiglio in questi termini è scandaloso! Per esempio si parla di interventi sul verde, ma quali alberi verranno potati?». Il Sindaco ribatte ricordando che un assestamento di bilancio non richiederebbe tutti questi dettagli. Interviene a difesa del "documento incriminato" Antonio Manzari: «Vorrei ricordare che stiamo parlando di un assestamento di bilancio e non di un bilancio di previsione. I venti giorni di cui si parlava prima sono previsti solo per il bilancio di previsione».

Il clima si scalda: Carelli definisce «saccente» l'intervento di Manzari; botta e risposta si susseguono in maniera incalzante e qualcuno alza la voce. A riportare i toni alla pacatezza arriva l'intervento dell'Assessore Antonietta Spinelli, che si distingue per puntualità e chiarezza. Tra il malumore generale, si procede alle dichiarazioni di voto. Come è prevedibile tutti i Consiglieri di opposizione ed in più il Consigliere di maggioranza (oramai una definizione puramente tecnica) Giuseppe Nitti esprimono voto contrario. C'è anche un voto di astensione: quello della Presidente Ferri che «non ritiene necessario né opportuno dare spiegazioni».

VALERIA MARANGI

Casamassima-Assestamento di bilancio approvato tra litigi e scontri-amo casamassima - maggioranza

Commenti  

 
#1 rocco 2015-12-09 12:51
pagare la potature del verde !
ma i dipendenti comunali " pagati per fare i giardinieri come passano la giornata ?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI