Domenica 09 Dicembre 2018
   
Text Size

Assestamento di Bilancio: i chiarimenti dell'Assessore Spinelli

Casamassima-Assestamento di Bilancio i chiarimenti dell'Assessore Spinelli-spinelli

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Un lungo comunicato per spiegare ai cittadini le scelte intraprese

 

Dopo il tanto discutere in sede consiliare, l'assessore Antonietta Spinelli, vuole giustamente mettere in chiaro tutto e, qualora il suo intervento in Consiglio non sia stato abbastanza chiaro (anche se , a detta di tutti i litiganti, si è distinto per precisione e chiarezza), condivide origine e natura delle scelte operate nella manovra di assestamento di bilancio. Un lungo comunicato, che vi proponiamo integralmente di seguito, che si pone come risposta concreta a quanti in Consiglio hanno lamentato la scarsità di dettagli nella relazione che ha accompagnato la manovra di riequilibrio. Basterà questo a calmare gli animi?

«Anche la manovra di assestamento di bilancio, così come la redazione del bilancio di previsione 2015, ha visto l’attuazione di scelte politiche importanti nel settore dei Servizi Sociali e posso ritenere sia il nostro primo documento finanziario caratterizzato in tal senso.

 In primis, infatti, abbiamo potuto stanziare somme importanti, rinvenienti dall’avanzo di amministrazione, alla luce della Legge di Stabilità. In qualità di assessore del Servizio Sociale, ho ritenuto, in merito, di attuare il conseguimento di due importanti obiettivi, vincolata, tuttavia, alle modalità di utilizzo di dette somme. Infatti, non avrei potuto investirle a mio piacimento per il finanziamento di qualunque tipo di progettualità, ma solo per investimenti per acquisto di beni durevoli.

Alla luce di ciò, come prima cosa ho deciso lo stanziamento di euro 30.000,00 per l’acquisto di un nuovo pulmino sociale, necessario per il nostro comune, al fine di garantire il trasporto dalla sede ASL di materiale sanitario in distribuzione all’utenza  ed in prospettiva di una regolamentazione del servizio di trasporto urbano. In merito, avevo vagliato, oltre ai preventivi giunti per l’acquisto, anche altre soluzioni di investimento come noleggio a lungo termine e leasing, ma ho ritenuto di optare per l’acquisto, in quanto soluzione più conveniente di utilizzo di soldi pubblici per un bene a servizio della collettività.

Come seconda cosa, ho chiesto lo stanziamento di 40.000,00 euro per l’acquisto di ausili didattici destinati ad alunni ed utenti dei nostri centri diurni per minori, che sono portatori di handicap o affetti da DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) e da BES (Bisogni Educativi Speciali). Tale scelta l’ho fortemente caldeggiata perché ritengo basilare dare rilievo al diritto allo studio e all’integrazione di chi vive situazioni di svantaggio, anche su richiesta e manifestazione dell’esigenza da parte delle scuole, le quali, su mia richiesta, hanno protocollato elenchi di ausili in atti, rispondenti alle proprie necessità.

Dunque, un investimento, accolto ed approvato, di 70.000,00 euro, che a brevissimo si concretizzerà nella disponibilità dei beni esposti. 

Per quanto riguarda la spesa corrente, a parte variazioni di routine, mi preme porre attenzione su alcune scelte caratterizzanti obiettivi del servizio sociale, programmati dall’assessorato come priorità dell’anno 2015. 

Il comune di Casamassima ha riscosso maggiori oneri da parte del sistema Sgate, che gestisce i bonus gas- energia per una cifra pari ad euro 11777,28. Orbene, ho voluto con forte decisione che tale somma fosse reinvestita nel servizio socio-culturale, attraverso l’istituzione di due nuovi capitoli in uscita. In primis, ben 10.000,00 euro per progettualità in favore di diversabili, con l’obiettivo di attuare attività sportiva e/o ludico ricreativa o formativa per soggetti disabili, quale azione programmatica tesa a promuovere le pari opportunità per tutti ed alleviare carichi di cura familiare della donna. E’ in corso di redazione il relativo bando, per poter poi procedere al correlato impegno di spesa.

Inoltre, i restanti 1777,28 euro ho voluto imputarli in incremento al capitolo di spesa inerente le attività delle associazioni di volontariato, perché devono tornare ad essere protagoniste, in rete, della progettualità sociale. La rete la sto promuovendo con tavole rotonde periodiche ed organizzazione di eventi a tema ed intendo portare avanti questo obiettivo, affinchè tali realtà non siano più soggetti passivi, ma attivi dell’azione sociale.

Altra variazione importante riguarda l’utilizzo di economie di bilancio, rinvenienti dalla diminuzione di canoni locativi di immobili e di spese condominiali (scuola materna via Lapenna e Centro per l’Impiego), pari a totali euro 3392,38. La mia azione è consistita nel non voler perdere tali somme, che ho collazionato da un’attenta analisi del peg di settore, ma di reinvestirle in incremento sul capitolo di spesa inerente il sostegno educativo, al fine di favorire interventi di supporto in favore di minori, soprattutto in età non scolare, da inserirsi presso le strutture private del territorio, data l’assenza di un nido comunale. E’ importante la cooperazione anche col privato sociale, nell’ottica di progettualità di più ampio respiro, miranti ad evitare il ricovero dei minori in strutture attraverso il lavoro di equipe sulle famiglie e mediante l’individuazione di famiglie di appoggio sul territorio. Sono le finalità del Progetto PIPPI, finanziato dalla Regione Puglia per 50.000,00 euro sul territorio del nostro Ambito per bambini da 0 ad 11 anni, riammesso a finanziamento con la riunione tenutasi presso il Piano Sociale di Zona in data 2 dicembre. 

Inoltre, c’è stato un incremento degli stanziamenti regionali per i contributi per canoni locativi per euro 15.278,21 per uno stanziamento totale di euro  138719,21. Abbiamo chiesto un incremento di euro 6.000,00 per i contributi assistenziali, nell’intento, per il 2016, di non erogare somme a pioggia, ma di reistituire il servizio civico comunale, affinchè l’utente si responsabilizzi e si attui un’azione di inclusione e non di assistenzialismo, che è deleterio per un serio intervento sociale. Da ultimo, ho voluto l’istituzione di un piccolo capitolo di spesa, 400,00 euro in economia dal capitolo prestazioni professionali, destinato a spese varie per centri aperti polivalenti, al fine di ultimare la pulizia e pitturazione interna dello stabile di Via Pacinotti, che dal nuovo anno sarà adibito a centro polivalente anziani, minori e disabili. Siamo in attesa del carteggio utile per l’autorizzazione dei centri, ma già l’immobile è in fase di risistemazione e si è già provveduto al montaggio dei mobili del centro polivalente minori proprio la scorsa settimana. Consentitemi di ringraziare i dipendenti comunali che collaborano ogni giorno con me per il lavoro svolto in favore della collettvità: la caposervizio Dott.ssa Margherita Diana, gli assistenti sociali Luigi La Fiandra, Teresa Massaro, Mariangela Nuzzi e Romina Consueto; gli addetti al servizio mensa e al centro anziani Nella Borreggine, Piero Acito e Antonio Manzaro; l’instancabile amministrativo Isa Spinelli, gli autisti. Il loro lavoro forse non si conosce, ma tra mille difficoltà, ci sediamo ogni giorno insieme per conseguire i nostri obiettivi per i cittadini  e ci tengo particolarmente a questo ringraziamento».

 

VALERIA MARANGI

 

 

Commenti  

 
#7 Rispettosamente 2015-12-16 22:46
Ognuno crea il suo piccolo serbatoio elettorale. Il precedente Sindaco ha foraggiato la Protezione Civile, quello attuale pensa di fare la stessa cosa con l'Associazione Nazionale Carabinieri in congedo. Quando un Sindaco che si occupa di Casamassima senza pensare ad ingraziarsi questo o quell'altro? Governare vuol dire farsi male!
 
 
#6 Mah 2015-12-11 19:54
Per qualche approfondimento.Se, poi, dite che questo mezzo vada bene per i servizi sociali.
http://www.casamassimaweb.it/attualita/3159-protezione-civile-comunale-il-direttivo.html
http://www.casamassimaweb.it/attualita/3762-neve-puglia-mezzi-spargisale-protezione-civile-aserc-casamassima.html
 
 
#5 Rispettosamente 2015-12-11 13:51
Signor Mah, Lei che da dell'ignorante a vanvera, ci dica di chi sono i soldi della Protezione Civile?
 
 
#4 che cosa? 2015-12-11 09:13
da quello che leggo si parla di trasporto di materiale sanitario. Non lo so ma chiedo: Forse ci sono anche i farmaci salva vita? E allora il comune che è proprietario di un fuoristrada nuovo lo da in comodato? Cmq ho pochi elementi per valutare ma mi pare che a casamassima non ci siano giornalmente interventi di protezione civile . Forse "riflessione" quando parla di priorità intende questo da ignorante.
 
 
#3 Mah 2015-12-10 09:58
Sarai riflessivo, ma anche un po' ignorante. Il pick up è stato acquistato con i fondi per la Protezione Civile e per quello deve essere predisposto e utilizzato (Peraltro fatto dalla scorsa amministrazione). Ai Servizi Sociali serve un mezzo nuovo e non si può utilizzare un pick up per i servizi sociali...
 
 
#2 rocco 2015-12-09 12:49
i dipendenti comunali continuano a non fare il proprio dovere, assessore a fine giornata chieda loro cosa hanno fatto e non verifichi solo che siano stati presenti.
il cittadino è diventato un suddito di un sistema perverso.
 
 
#1 riflessione 2015-12-09 10:20
bellisssssimo!
Si vogliono spendere 30.000 euri per acquisto pulmino per trasporto materiale sanitario e poi si dà in comodato gratuito pick up appena comprato.
MA qualcuno si rende conto delle priorità di questo comune???
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI