Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

Contributi e sponsorizzazioni: Caravella chiede più controlli

Casamassima-Contributi e sponsorizzazioni Caravella chiede più controlli-Caravella

 

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

L'Assessore Cristofaro: Nessun errore, «abbiamo esaminato scrupolosamente cosa ci è stato proposto»

 

È il consigliere Antonello Caravella ad aprire la lunga serie di interpellanze, proseguendo lungo il "filone tematico" inaugurato nell'assise precedente: la razionalizzazione della spesa pubblica nell'ottica di un impiego oculato "dei soldi che escono dalle tasche dei cittadini", come ama ribadire lo stesso rappresentante del Movimento Cinque Stelle.

In questo caso, oggetto d'attenzione è il contenimento e il controllo delle donazioni e dei benefici economici ad enti pubblici e privati, in altre parole le spese che il Comune affronta per sponsorizzare manifestazioni o per contribuire alla realizzazione dei vari eventi. Citando le varie fonti normative che regolano la materia, Caravella ha dichiarato che «tale spesa supera i 100mila euro, con una particolare recrudescenza dal 30 giugno ad oggi». Ragion per cui «il Movimento Cinque Stelle, nella mia figura, chiede la valutazione delle disposizioni di legge in essere per il contenimento di tali spese nei tempi futuri» e che venga attivato «un piano relativo alla presentazione delle istanze, a dei settori di intervento, al riparto dei fondi, nonché alle modalità di concessione, finalità e tempi per l'istruttoria delle pratiche stesse». Programmare e verificare ogni stanziamento permetterebbe, tra l'altro, di «non ricadere in una fotocopia di spese riferite all'anno precedente, come è capitato per esempio nella commemorazione del 2 Novembre» o di evitare di trovarsi di fronte a un «contributo a titolo sconosciuto - del quale ancora non si evince imputazione in capitolo di spesa - come avvenuto per la microchippatura dei cani padronali».

«Per quanto ci riguarda - replica l'Assessore Francesco Cristofaro - c'è un'attenta valutazione del nostro modo di fare: dal nostro insediamento abbiamo esaminato scrupolosamente cosa ci è stato proposto. La recrudescenza cui accenna è un fatto scontato: gran parte delle attività si concentrano tra settembre e dicembre e non mi sembra di scorgere errori sulle finalità degli eventi sostenuti dall'Amministrazione». Quanto alla seconda parte dell'interrogazione, Cristofaro precisa che «lo strumento che consentirà di programmare e verificare ancora meglio ogni intervento è dotare il nostro comune di un regolamento sulla concessione del Patrocinio». 

«Guardando da giugno ad oggi - ribatte Caravella - si è avuta l'impressione di una contribuzione a pioggia, un post campagna elettorale. Il consigliere Carelli aveva già proposto una rendicontazione puntuale degli eventi culturali, come mai non è avvenuta?».

«In sei mesi non sono stati distribuiti 100mila euro - risponde Cristofaro - non mi risultano importi così importanti. Ci risultano contributi e compartecipazione ad eventi culturali e religiosi». Caravella cerca di fornire i dati di quanto affermato ma una mozione all'ordine avanzata dal collega Rino Carelli archivia la prima interrogazione.

 

VALERIA MARANGI

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI