Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Tavola rotonda sull'olio e iscrizione a Posto Occupato

Casamassima-Tavola rotonda sull'olio e iscrizione a Posto Occupato-Giuseppe Nitti

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Il Consiglio comunale si schiera  contro la violenza di genere. Nitti pone all'ordine del giorno la difesa del nostro olio.

 

Il Consiglio comunale di lunedì scorso, 30 novembre, convocato nell'ultimo giorno utile da Regolamento, ha avuto come obbiettivo principale l'assestamento del Bilancio. Ciò non toglie che il Consiglio è stato comunque denso e non poco impegnativo per l'intera assise. Anche stavolta, chi siede tra i banchi dell'aula consiliare non ha risparmiato siparietti, poco inerenti la politica in senso stretto, di cui probabilmente avremo fatto a meno. Gli scontri tra Giuseppe Nitti e il Sindaco Cessa, ad esempio, sembrano non mancare mai e lo scambio di battute tra i due si fa sempre più velenoso (per certi versi anche divertente, ammettiamolo).

Nella fase delle comunicazioni, riprendendo la proposta della segretaria di Realtà Italia Mariella Forleo, sempre sensibilissima all'argomento, si è votato per decidere se il nostro Comune dovesse aderire a "Posto occupato", un sito e un'organizzazione che si sta mobilitando contro ogni forma di violenza sulle donne. L'iniziativa  si rivolge ai singoli cittadini così come alle Istituzioni, le Associazioni e agli Enti di ogni genere. Si vota dunque per il sì all'unanimità ed anche Casamassima dice così ufficialmente "no" alla violenza sulle donne. 

A seguire, il consigliere Giuseppe Nitti solleva la questione olio e agricoltura: «Chiedo al Sindaco di partecipare alla tavola rotonda convocata dai Sindaci di Terlizzi, Corato, Bitonto e Molfetta a seguito dell'imminente ingresso di ulteriori 35mila quintali di olio d'oliva tunisino nel nostro mercato». Lo scopo è arginare un fenomeno che rischia di penalizzare ulteriormente il lavoro dei nostri agricoltori.

«Raccolgo il suggerimento e vado oltre» - replica il Sindaco che propone non solo una "politica difensiva" ma anche "offensiva": non è sufficiente limitarsi a difendersi dalla concorrenza sleale ma bisogna valorizzare la nostra produzione di qualità. Ed in tal senso si colloca l'intervento dell'Assessore al ramo, Rocco Bagalà, che, oltre ad impegnarsi a prendere parte alla tavola rotonda, ricorda che è già in atto un'azione sinergica per permettere al frantoio sociale di rientrare nel mercato della grande distribuzione.

Terminata la fase delle comunicazioni, si passa alla discussione delle interpellanze presentate dai consiglieri di opposizione Antonello Caravella, Mariagrazia Palmieri, Vito Rodi e Rino Carelli.

VALERIA MARANGI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI