Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Servizi Sociali: l'obiettivo è la programmazione condivisa

Casamassima-Servizi Sociali l'obiettivo è la programmazione condivisa-L'assessore Spinelli

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Tavolo di concertazione e confronto con Confederali, Caf e Patronati. Presentazione del piano dei prossimi incontri sistematici

Programmazione coordinata, azioni d’inclusione sociale, Piano economico di gestione del servizio sociale (Peg) e Documento unico programmatico (Dup) sono i temi su cui ha lavorato il primo tavolo di concertazione con Confederali, Caf e Patronati convocato dall’assessorato ai Servizi sociali lo scorso 13 novembre 2015 nell'aula consiliare del Comune di Casamassima.

All’incontro hanno partecipato tutti i Caf e patronati convenzionati col Comune di Casamassima (Caf sicurezza sociale, Caf tutela sociale del contribuente, Cisas, Cisal, Cisl, Cgil, Uil, Uil Uimec), nonché il comitato del Movimento Cinque Stelle.

«L’obiettivo di questo primo incontro – spiega l’assessore ai Servizi sociali Antonietta Spinelli – è stato quello di porre le basi per avviare un lavoro di condivisione e partecipazione delle realtà locali sulle politiche di welfare, alla luce del Peg (Piano Economico di Gestione del servizio sociale) e del Dup (documento unico programmatico) in fase di adozione, che ho illustrato ai presenti». E aggiunge: «L'ottica di tutti i tavoli promossi dall'assessorato, su vari livelli, è infatti proprio quella di promuovere la progettazione da parte di tutti i soggetti che hanno contatto con le fasce più deboli della popolazione e con il loro stato di bisogno. Un'azione politica chiara che mira alla partecipazione delle realtà locali per fare un censimento dei bisogni e progettare azioni di sostegno, attingendo da fondi messi a disposizione da bandi, presenti in rete e che lo stesso assessorato divulgherà nei tavoli a breve programmati».

I presenti al tavolo di concertazione hanno discusso della programmazione attuata secondo il bilancio di previsione 2015 (progetto Clorofilla, Cantieri di cittadinanza e progetto Linfa di Vita) e del servizio civico comunale.

«L'incontro, nonostante il disguido causato dall'abbandono del tavolo a pochi minuti dall’inizio da parte di Uil e Cgil, si è rivelato proficuo per i partecipanti, che hanno espressamente richiesto, nei giorni seguenti una riconvocazione per una riunione volta alla progettazione sociale. Ho accettato tale richiesta, vivamente sostenuta da Uil Uimec - spiega l’assessore Spinelli - e organizzato un piano dei prossimi incontri».

PIANO PROSSIMI INCONTRI
Coerentemente con gli obiettivi posti, a partire dal mese di dicembre l'assessore ai Servizi sociali convocherà ogni primo venerdì del mese, ore 18.30, presso l'aula consiliare, il tavolo di concertazione e progettazione del terzo settore con tutti i servizi socio-sanitari, associazioni, cooperative e parti sociali. La prima riunione sarà il 4 dicembre prossimo.

Ogni primo martedì del mese, invece, l'assessore Spinelli avrà un incontro programmatico dedicato alle scuole del territorio: dalle 11.00 alle 11.30 Rodari, dalle 11.30 alle 12.00 Marconi, dalle 12.00 alle 12.30 la Dante Alighieri e dalle 12.30 alle 13.00 Majorana.

Nel frattempo, sono in corso di esecuzione altri tavoli specifici con i servizi socio-sanitari (servizio sociale, centro salute mentale, consultorio, uepe e neuropsichiatria infantile) per l'attuazione di interventi specifici  nell'ambito della gestione delle azioni di welfare locale.

« È necessario, per il bene di Casamassima, una maggiore sinergia tra parti sociali ed ufficio servizi sociali, ognuno nel proprio ambito di competenza. Mi spiace – conclude l’assessore - che i due rappresentanti di Uil e Cgil non abbiano colto l'oggetto dell'incontro e non siano stati disponibili a restare al tavolo per avviare un lavoro di squadra».

L’incontro del 13 novembre segue il tavolo di concertazione, promosso dall’Assessorato in data 8 settembre 2015, per tutti i soggetti del terzo settore.

 

Comunicato Stampa

Commenti  

 
#3 Biagio Elefante 2015-11-29 22:58
E qual'è il motivo di questo abbandono, non riportato da chi ha comunicato tale circostanza?
O non doveva riportare la circostanza, ma riportandola era suo dovere riportarne anche le rappresentate motivazioni. Altrimenti si può pensare che alcuni invitati se ne siano andati non gradendo la faccia dell'assessora, che magari preferivano bionda.
 
 
#2 Federica S. 2015-11-25 07:13
La UIL abbandona il tavolo e la UIL Uimec rimane. Chi è L uno e chi sarebbe L altro? Condivido la posizione di non abbandono.
 
 
#1 ROCCO 2015-11-24 09:42
va bene cosi assessore, non si curi delle polemiche sterili e inutili di chi è solo ammalato di protagonismo e sicuramente ha velleità diverse, anzi le consiglio di verificare quanti cittadini vengono rappresentati da chi si permette il lusso di abbandonare un tavolo volto alla concertazione.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI