Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Nuovo bando Emergenza casa

Casamassima-Nuovo bando Emergenza casa-casa- repertorio

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Graduatoria “Sostegno alla quotidianità”

 

Stanziati 10mila euro per l’emergenza casa. A breve sarà pubblicato un nuovo bando tramite cui potranno richiedere un contributo le famiglie in situazione di emergenza e sfratto documentato.

Intanto è stata approvata la graduatoria finale per il bando commissariale “Sostegno alla quotidianità”. Molte domande erano giunte prive di documentazione sufficiente, ma per non far perdere un’opportunità di sostegno alle famiglie bisognose l’assessore ai Servizio sociali, Antonietta Spinelli, insieme alla dottoressa Margherita Diana, capo servizio dell’ufficio competente, ha ritenuto opportuno, nei poteri previsti dal Dpr 445/2000, permettere d’integrare la documentazione mancante.

«C’è stato un intenso lavoro e lodevole da parte degli assistenti sociali, che hanno richiamato uno ad uno le famiglie, i cittadini che avevano compilato in modo insufficiente la domanda», spiega l’assessore Spinelli.

L'ufficio, quindi, ha provveduto a riconvocare l'intera utenza, per evitare di produrre una graduatoria che non rispettasse nella sua interezza il bando commissariale. In seguito la dottoressa Diana ha provveduto a modulare il finanziamento a seconda dei criteri del bando.

«Non si tratta di un finanziamento “a pioggia”, ma di contributi base per il sostegno economico a persone e famiglie in situazione di bisogno. L’amministrazione Cessa, inoltre, sta ripristinando – aggiunge l’assessore - il servizio civico comunale, ossia svolgimento di attività di pubblica utilità in cambio della ricezione di contributi. In merito è già partito un lavoro di revisione del regolamento per inserirvi elementi innovativi e coinvolgere anche le associazioni».

Il Comune, dunque, aiuta famiglie e associazioni, nell’ottica di una collaborazione reciproca per migliorare e assistere il territorio. A questo sostegno di base si aggiunge l’attuazione di progetti d’inclusione sociale.

«Il nostro obiettivo è proprio questo: creare dei circoli virtuosi che permettano la reintegrazione sociale dei soggetti più critici, soprattutto con il reinserimento socio lavorativo: un esempio è il bando Clorofilla con cui abbiamo richiesto uno stanziamento apposito di 20mila euro dal bilancio previsionale 2015, da affidare a cooperative con soggetti svantaggiati per la pulizia del verde pubblico. A questo ne seguiranno altri. L’assistenzialismo – ribadisce l’assessore Spinelli - non è alla base della nostra politica, anzi riteniamo che le politiche sociali si debbano fondare su progettualità continue e no su finanziamenti a pioggia. Per il previsionale 2016 l’obiettivo è programmare dei progetti d’inclusione sociale più continui durante l’anno e non di pochi mesi».

Nei prossimi giorni, intanto sarà emanato il nuovo bando su Emergenza casa.

Ufficio Stampa

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI