Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Matarrese: "Condividiamo il contenuto dell'appello di Realtà Italia"

Casamassima- condividiamo il contenuto del messaggio di realtà italia- Francesco Matarrese2

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

"La lettera non è stata coofirmata per un deficit di comunicazione"

 

La lettera dai toni decisi e perentori a firma di Mariella Forleo, segretaria di Realtà Italia e rappresentante di quella porzione della sinistra esclusa dalla vita consiliare, ha aperto un inevitabile dialogo all'interno del centrosinistra casamassimese. Questo ad onta delle rassicuranti dichiarazioni del Primo Cittadino, che pare abbia "archiviato" l'intera vicenda come un "errore di comunicazione", ricordando il continuo confronto con i cittadini, diligentemente proseguito anche dopo la campagna elettorale, e l'altrettanto instancabile attività comunicativa (via social in principio, ultimamente a mezzo conferenza stampa); un aspetto quest'ultimo che, se mal gestito, rischia di trasformarsi nel classico "boomerang", offrendo il fianco a più o meno legittime critiche.

Ad ogni modo, tra i tanti spunti di riflessione che lo "scossone" Forleo ha generato, ha colpito che l'appello non fosse supportato, almeno formalmente, dal locale Circolo di SEL, che mai come altri avrebbe potuto condividere gli umori e le argomentazioni di Realtà Italia. Abbiamo chiesto lumi direttamente al segretario Francesco Matarrese.

 

Segretario, condivide le preoccupazione della rappresentante di Realtà Italia in merito allo scarso coinvolgimento delle forze politiche che hanno contribuito all'elezione del sindaco Cessa?

«Di certo il contenuto della lettera della segretaria Forleo è più che condiviso e supportato dal nostro partito»

 

Essendo anche voi una delle realtà che non ha cariche di rappresentanza in amministrazione, perché non avete cofirmato la lettera-appello?

«Si è trattato semplicemente di un banalissimo deficit di comunicazione, non abbiamo fatto in tempo a sentirci per cofirmare il documento. Ma ripeto, i contenuti, i pensieri e le riflessioni di quella lettera sono pienamente condivisi da  noi di SEL».

 

 La segretaria Forleo mette in rilievo l'inclinazione a "distruggere" le alleanze politiche piuttosto che saldarle. Oggettivamente, oltre a questa recente diatriba con Realtà Italia, a quanto pare sanata, esiste il precedente di LiberaCasamassima. Ritiene siano stati commessi errori di valutazione politica?

«Avere o non avere una rappresentanza in Consiglio non è poi così importante. Si può fare molto e si può avere molta  visibilità anche solo interessandosi alle problematiche e "agendo". Anzi è proprio in Consiglio che poi si consumano le vicende più spiacevoli. Inutile negare che la vicenda di LiberaCasamassima mi ha intristito e amareggiato molto. Francamente già dall'inizio non avevamo grande fiducia nella lista LiberaCasamassima ma non voglio entrare nel merito del problema. Ripeto, tutta la questione ha creato molta amarezza ma anche tanta confusione. La dott.ssa Nica Ferri fa ancora parte di Liberacasamassima? E LiberaCasamassima fa ancora parte della coalizione di maggioranza?»

 

La lettera-appello si chiude con due richieste: istituire organismi che curino la programmazione ed introdurre i concetti di democrazia partecipativa e di cittadinanza attiva. Condivide tali priorità?

«Certo che condivido e mi auguro che il famoso bilancio partecipato si faccia sul serio. È importante che i casamassimesi si interessino ai problemi del paese non solo attraverso gli sterili commenti che vedo in rete; vorrei che ci fosse un coinvolgimento maggiore, azioni concrete fatte attraverso associazioni o partiti (forse sono rimasto l'unico a credere ancora ai partiti)».

 

 

VALERIA MARANGI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI