Domenica 09 Dicembre 2018
   
Text Size

Il sindaco Cessa commenta la polemica sui trasporti

vito cessa

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

È ormai emergenza a Casamassima. E il sindaco risponde: "Ho incontrato un responsabile Sud Est per risolvere la questione"

 

La polemica trasporti è un' emergenza  venuta alla luce qualche giorno fa, dai post di Amo Casamassima, oramai mezzo prediletto dei casamassimesi per manifestare il proprio malcontento su diverse questioni.

Interrogato sulla problematica, il Sindaco si abbandona ai nostri taccuini a una lunga riflessione: «"Se non si sale alle prime fermate  ti fai il tragitto a piedi". Questa è la regola per chi viaggia in pullman sulla tratta Casamassima - Conversano. Il 29 settembre  ho incontrato in Comune il Signor Binetto, uno dei responsabili del servizio autolinee delle ferrovie sud est. L'avevo inviato a Casamassima per parlare del trasporto scolastico. A detta di molti studenti che frequentano gli istituti superiori, e tra questi c'è anche mia figlia, i mezzi che collegano Casamassima ai paesi limitrofi (Triggiano Turi e Conversano,  in particolare) sono sempre quasi sovraffollati: ne consegue che in tanti viaggiano a piedi, a detta degli stessi ragazzi, pigiati come sardine. "Fanno fede i libretti di circolazione" replica il responsabile della Sud Est, spiegandomi che è previsto il trasporto in piedi per un certo numero di passeggeri. E poi ci sono i furbi, mi dicono alcuni ragazzi, ovvero quelli che viaggiano senza biglietto. Il Signor Binetto rimarca che la sua azienda rispetta le regole e, a conferma di ciò, si impegna a fornirmi i libretti di circolazione degli automezzi  e i dati degli abbonati di tutti i collegamenti scolastici da Casamassima; si impegna anche a fare un sopralluogo con me per contare i passeggeri effettivi della tratta più incriminata. Mi espone poi il problema di chi frequenta il nostro istituto superiore: ci sono ancora piccole sfasature tra gli orari di alcune corse e l'inizio - fine lezioni; e poi c'è la problematica relativa a quei 40 ragazzi che raggiungono Casamassima in treno, da Adelfia a Valenzano. A tal riguardo avevo anche sentito telefonicamente la professoressa Trentadue, referente dell' Istituto Maiorana. Questi ultimi studenti e sopratutto molti dei loro genitori si lamentano degli orari e del lungo tratto di strada che separa la stazione ferroviaria dall'Istituto scolastico. Valuteremo se sarà possibile trovare una soluzione. Aggiornamento per i nostri giovani pendolari invece, col signor Binetto, a metà ottobre in primissima mattinata: saliremo sul pullman all'ultima fermata casamassimese della tratta Casamassima - Conversano e conteremo gli studenti. Nel frattempo proverò a viaggiare io  con loro per verificare le reali condizioni del tanto contestato sovraffollamento».

VALERIA MARANGI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI