Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Spostato l'ambulatorio di Via Lecce negli ex locali del Miulli

Casamassima-Spostato l'ambulatorio di Via Lecce negli ex locali del Miulli-GIACOMO NANNA

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Giacomo Nanna commenta il risultato e pensa alle sue prossime battaglie politico-amministrative

 

L'ambulatorio vaccinale sito in Via Lecce che tanto aveva fatto scalpore per la sua assoluta inadeguatezza dal punto di vista strutturale, è stato spostato nei locali dell'ex ospedale Miulli. Una piccola vittoria per Casamassima. Vittoria che probabilmente non si sarebbe raggiunta se non fosse stato per l'insistenza - e la denuncia ai Nas - del Commissario dell'Udc Giacomo Nanna. Abbiamo incontrato Nanna proprio per commentare il risultato positivo della vicenda ma anche per parlare delle tantissime  battaglie in nome della sicurezza e del bene di Casamassima di cui Nanna si sta facendo carico.

 

Giacomo finalmente una bella notizia. Ti ritieni soddisfatto?

«Più che soddisfatto sono contento che le famiglie e i bambini abbiano un luogo più adeguato per poter usufruire del servizio delle vaccinazioni. Io mi sento di ringraziare anche Vito Cessa perché a seguito della denuncia si è mosso, insieme al direttore della Asl Montanaro. Mi dispiace che si siano mossi solo a seguito della denuncia però adesso non voglio entrare nel merito di polemiche sterili. L'importante è che la situazione si sia risolta e che i bambini a breve avranno un luogo più adeguato: per il resto non mi interessa. Questo dimostra che insieme si può lavorare, insieme si può essere costruttivi»

 

So che stai studiando una proposta per l'ormai ex ambulatorio di Via Lecce.

«Sì. Lì il problema non è soltanto spostare il centro vaccinale. Quella struttura adesso non va abbandonata ma va riutilizzata perché Casamassima ne ha bisogno. Si potrebbe spostare anche il centro SIM e ristrutturare lo stabile in Via Lecce e riutilizzarlo come scuola anche perché anni fa quello stabile era una scuola. Se si ristruttura, noi andremmo a risolvere un bel problema perché molti bambini rimangono fuori dalle Scuole per l'infanzia perché non c'è posto. Sto pensando sopratutto alla Scuola di Via La Penna: tenere i bambini all'interno di locali commerciali non è il massimo. Perché allora non ristrutturare il piano terra dei locali in Via Lecce e creare dei locali  adibiti e a norma per una scuola? L'importante adesso è non abbandonare lo stabile. L'Amministrazione,  come illustrato nel loro programma triennale, che io definisco, "il programma dei sogni" ha intenzione di fare una scuola nuova, una spesa intorno a un milione di euro. Senza spendere tanti soldi, si potrebbero ristrutturare i locali in Via Lecce e utilizzarli come scuola. Questa è la proposta che io voglio avanzare e spero che Vito Cessa la prenda in considerazione perché è una questione importantissima per tante famiglie di Casamassima e per tanti bambini che oggi sono in strutture poco adeguate»

 

Quali saranno le tue prossime battaglie?In particolare, potresti fare un cenno ai problemi strutturali della Scuola per l'infanzia "Don Milani"?

«Io alla Don Milani ho segnalato innanzi tutto come genitore perché mio figlio la frequenta da quest'anno e poi come segretario di partito. Si ricollega tutto alla proposta che io ho fatto prima. Alla "Don Milani" c'era uno scivolo che non era a norma e so che da poco è stato tolto, c'è una palma che ha bisogno di manutenzione, ci sono banchetti che non bastano e quelli che ci sono non sono a norma; un' uscita di sicurezza è addirittura bloccata da una cancellata; ci sono cancellate fisse alle finestre e in caso di incendio quella è una via di fuga; l'altra uscita di sicurezza è resa pericolosa dai pini che hanno smosso la pavimentazione; è una situazione un po' particolare a cui bisogna "mettere mano". Loro  hanno cominciato togliendo lo scivolo; spero continuino altrimenti sarò costretto a denunciare la situazione agli organi competenti perché in questo caso si parla di bambini e della loro sicurezza. La situazione deve assolutamente essere risolta!»

 

Su Amo Casamassima è stata pubblicata recentemente la foto di Via Turi - angolo Madonnina che segnalava la situazione del cedimento del marciapiede. So che anche in questo caso hai fatto una segnalazione. Puoi parlarcene?

«Quella è una segnalazione  telefonica al comandante dei vigili che ho fatto il nove luglio scorso. Quella transenna che adesso c'è  è stata messa dopo una mia telefonata al comando di Polizia Locale. La settimana dopo abbiamo protocollato una segnalazione che metteva in evidenza la situazione di pericolo agli organi competenti, al Sindaco, agli Assessori e all'Ufficio Tecnico. Il 29 settembre abbiamo protocollato un'altra segnalazione dicendo "siete degli irresponsabili perché quella è una situazione di pericolo" ma non si è mosso nulla. Bisogna assolutamente intervenire perché ora arriva l'inverno e continuerà a piovere. Non ti nascondo che se non si prendono provvedimenti noi denunceremo a chi di dovere perché si tratta di una questione che riguarda la sicurezza».

 

So che vuoi commentarmi questa dichiarazione del Vicesindaco Andrea Palmieri fatta in sede di Consiglio comunale:

"Posso rassicurare che rispetto all'indirizzo che personalmente do all'Ufficio Tecnico rispetto ai lavori da eseguirsi, perché l'Ufficio Tecnico non deve "andarsene per i fatti suoi" come spesso è accaduto in passato. Da parte mia c'è una volontà specifica di vagliare tutto quello che dall'ufficio esce. I lavori che escono sono lavori che sono stati programmati da questa Amministrazione e non da altri".

«Io evinco che in questa dichiarazione ci sono due cose molto gravi. Palmieri ha fatto un'affermazione che racchiude due problemi grossi; il primo è che dice che nelle passate Amministrazioni l'Ufficio Tecnico è andato a ruota libera. Hai delle prove di quel che dici? La seconda cosa è che adesso Palmieri dice che deve vagliare ogni cosa che esce dall'Ufficio Tecnico: io evinco che il vicesindaco non si fida dei dipendenti dell'Ufficio Tecnico. Per quale motivo non si fida? Ha delle prove in mano che sia successo qualcosa? L'Ufficio Tecnico è forse il più importante nella vita di un paese».

VALERIA MARANGI

Commenti  

 
#1 Politicamente deluso 2015-10-13 11:28
Bravo! Finalmente qualcuno che fa politica vera, per la comunità!! Tanti avrebbero da imparare da una persona che ha avuto, come unico torto quello di affiancarsi all'ex sindaco. Conoscendoti non avevo dubbi che avresti mantenuto la parola, ma hai sorpreso anche me, ti stai dimostrando un politico equilibrato e lontano da facili sospetti. *** Come mamma ti ringrazio x aver contribuito, in maniera importante, alla risoluzione del centro vaccinale.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI