Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

La democrazia 2.0 di Nica Ferri

Casamassima-La democrazia 2.0 di Nica Ferri-libera casamassima logo grande

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa inviato da Libera Casamassima

 

Quando i Greci nel sesto secolo avanti Cristo capirono che erano diventati in troppi per prendere decisioni efficaci per la collettività, inventarono le elezioni. Da allora si stabilì che alle cariche pubbliche accedeva chi prendeva più voti dai cittadini. Era nata la democrazia, ed è così che ha funzionato per 2500 anni.

Poi è arrivata la Ferri e ha stabilito che il mondo è cambiato e che da ora in poi non è chi prende più voti che sale alle cariche pubbliche ma, al contrario, chi ne prende meno, perché vige il nuovo principio che ci perde deve essere risarcito per il fallimento e la figuraccia.

Secondo questo nuovo sistema, che la Ferri giura essere stato approvato democraticamente da una maggioranza esoterica durante una seduta spiritica, la Ferri è indubbiamente la leader indiscussa avendo realizzato in due mesi ben due pesanti sconfitte elettorali. A marco è stata battuta da Cessa, a maggio da Nitti. Difficile neanche immaginare di poter competere con un simile curriculum.

Forte di questo duplice insuccesso ha preteso la Presidenza del Consiglio Comunale. E siccome la coalizione di centrosinistra che ha vinto le elezioni non era informata di questa novità e stava per eleggere Nitti in quanto il candidato più votato in assoluto dai cittadini in carne ed ossa, la Ferri per non rischiare si è messa d'accordo di nascosto con l'opposizione e con un paio di sicari della maggioranza per non rischiare il terzo "flop".

Dunque quando la Ferri parla di "diversa pratica politica" vuole rassicurare i cittadini che si riferisce a quella da lei appena messa in atto.

E allora eccola lì la dottoressa Maria Domenica Ferri, seduta in alto, Presidente del Consiglio per "libera scelta dei consiglieri", ad accendere e spegnere microfoni, a fare il bene comune alla Cicerone, del tutto ignara e indifferente alla rapina politica di cui si è resa protagonista e della pagina vergognosa che ha scritto nella storia delle istituzioni di Casamassima.

Ma alla dottoressa Maria Domenica Ferri, che Noi di LiberaCasamassima ringraziamo con campane a festa per aver liberato la nostra sede da se stessa e dagli spiriti che le aleggiano attorno, vogliamo dire che Casamassima ha capito. Tutta Casamassima vivente ha capito cosa è successo e di che cosa è stata capace e non ci sarà bisogno di aggiungere altro.

LiberaCasamassima è un movimento politico che c'era prima della dr.ssa Ferri, e che è tanto forte da essere sopravvissuto al suo passaggio e che ci sarà in futuro più forte e determinato nel centrosinistra. La dr.ssa Ferri, invece, la vedremo a bordo di qualche altro taxi.

Vito Cessa governi nel rispetto VERO dei sacri principi che abbiamo sottoscritto con lui per Casamassima e avrà il nostro appoggio.

LiberaCasamassima

 

 

Commenti  

 
#6 Trito 2015-10-14 08:37
PER REPUBBLICA:
Ma di quale realtà stai parlando?
La Ferri è più competente ed idonea?!
Ma se il giovanissimo Nitti entra in consiglio comunale prendendo (a livello tecnico) "a schiaffi" il presidente del consiglio e anche il sindaco! E la cosa più grave è che nessuno si prepara per metterlo in difficoltà. State creando un leader peraltro anche giovane e non ve ne state nemmeno accorgendo.
A sinistra siete capaci di tutto...cambiate mestiere
 
 
#5 UNA RISPOSTA 2015-10-13 18:26
E' MOLTO STRANO CHE L'OPPOSIZIONE ABBIA VOTATO A PRESIDENTE UN CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA E CIOE' LA FERRI. SE LO HA FATTO E' PERCHE', CON L'AIUTO DI DUE CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA (I C.D. SICARI) HA VOLUTO INDEBOLIRE LA MAGGIORANZA (CHE AVEVA SCELTO NITTI)E NON PERCHE' HA RITENUTO LA FERRI PIU' IDONEA DI NITTI A RICOPRIRE IL RUOLO DI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ALTRO CHE LIBERTA' DI VOTO. LA FERRI SI E' PRESTATA, CON SPREGIUDICATEZZA, A QUESTO BRUTTO GIOCO PUR DI RICOPRIRE UNA POLTRONA CHE, PURTROPPO PER LEI, NON E' QUELLA DI SINDACO.
 
 
#4 tre domande 2015-10-13 16:41
le tre domande le rivolgo nuovamente a #3LA REPUBBLICA.....mi sembra "ben informato"....per usare un eufemismo
 
 
#3 La repubblica 2015-10-12 14:50
Peccato che vi sfugga un piccolo concetto, chi è stato più votato sicuramente potrà, nei limiti delle sue possibilità, ricoprire il ruolo di portavoce e rappresentante dei cittadini, ma non si è mai cristallizzato nel tempo il concetto secondo cui il più votato possa ricoprire QUALSIASI carica pubblica. La carica di presiedente del consoglio comunale, tanto invidiata dal giovane consigliere di Libera, viene assegnata da un'assemblea a scrutinio segreto (questa SACRA REGOLA Spero vi sia chiara). Il presidente oltre a detenere poteri deve anche essere un soggetto altamente competente. l'efficienza del consiglio comunale dipende dall'autorevolezza che il Presidente esprime verso gli organi interni, ossia la Giunta e il Sindaco. Pertanto, tutti i rappresentanti eletti dai cittadini, nel rispetto della democrazia, scelgono la persona che ritengono più autorevole (evidentemente non hanno ritenuto dotato di tali caratteristiche il giovane consigliere) per ricoprire questa carica. fatta questa semplice premessa, in questo momento, ancora non capisco per quale motivo si continui a parlare di mancato rispetto dell democrazia.
La violazione di quelli che voi reputate SACRI PRINCIPI, si sarebbe verificata nel solo caso in cui la carica in questione fosse andata a qualcuno a cui era stata promessa. Così GRAZIE A DIO non è accaduto. Prima di farsi portatori di sacri principi e asserire di rispettarli, bisogna studiarli. Qui, invece, mi sembra che ci si aggrappi a questi sacri principi senza in realtà sapere di cosa si sta parlando.
Ad esempio un sacro principio è quello che stabilisce che il consigliere
Comunale rappresenti le esigenze dei cittadini. Orbene, da quando i "picci" degni di un bambino delle elementari fatti per il mancato ottenimento di una carica equivale a rappresentare le esigenze dei cittadini? Questo interesse personale, come si può ben vedere, lede i sacri principi dei quali, evidentemente, voi di Libera vi fate portatori senza conoscerne il contenuto!
 
 
#2 tre domande 2015-10-11 18:27
1) chi sono i "sicari"?
2) quale il movente politico?
3) chi è stato il mandante politico?

I CITTADINI DEVONO SAPERE
 
 
#1 balle!!! 2015-10-07 12:18
Vergognatevi, finitela con il vecchio modo di fare politica... continuare a fare i fattii vostri.... ***
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI