Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

Giacomo Nanna ritorna sullo scandalo dell'ambulatorio vaccinale

Casamassima-NANNA-Giacomo Nanna ritorna sullo scandalo dell'ambulatorio vaccinale

 Articolo pubblicato su "La Voce del Paese" in edicola la settimana scorsa  

"Mi auguro venga messo a norma e che intanto si sfruttino i locali della Casa della Salute"

La questione sollevata dalle segnalazioni della sempre attenta pagina facebook Amo Casamassima in relazione all'assoluta inadeguatezza dell'ambulatorio vaccinale sito in Via Lecce è stata presa a cuore da Giacomo Nanna, attualmente commissario dell'Udc di Casamassima. Giacomo Nanna è stato il primo ad essersi interessato seriamente alla questione, perché ritenuta inaccettabile; ragion per cui abbiamo approfittato dalla sua disponibilità per approfondire la questione.

A seguito di una segnalazione di una cittadina casamassimese su Amo Casamassima di un paio di mesi fa, lei è intervenuto subito. Ci racconta come è andata?

«Io ero su Facebook e, "sfogliando" un po' Amo Casamassima, ho trovato questa segnalazione di questa mamma che aveva portato la sua bambina a vaccinare e aveva trovato una situazione devastante. Parlava di "calca", parlava di gente in piedi, di un caldo asfissiante; carenze anche al punto di vista organizzativo ma sopratutto strutturale: mancanza di lavandino, ovatta che veniva presa da un barattolo non sterile, cerotti che non erano monouso. Inoltre, leggendo anche i commenti al post, notavo che moltissime mamme hanno avallato questa situazione, al che abbiamo deciso di segnalare la situazione al Direttore generale della Asl di Bari, prof. Montanaro, alla direttrice dell'Asl di Gioia, Lucia Laddaga, e al primo cittadino Vito Cessa. La dott.ssa Laddaga ci ha risposto che la situazione non era di sua competenza ma bisognava segnalare la cosa al  Direttore del dipartimento prevenzione della ASL di Bari, Domenico Lagravinese. Il dottor Cessa invece ha subito risposto che avrebbe contattato Lagravinese per cercare di porre rimedio alla situazione».

Se non sbaglio a questo punto il sindaco Cessa ha provveduto ad un sopralluogo.

«So che c'è stato effettivamente da parte del Sindaco un sopralluogo e so anche che dal punto di vista organizzativo la situazione, dopo, è migliorata. Purtroppo è migliorata solo dal punto di vista organizzativo e non certo strutturale. Pochi giorni dopo, il Sindaco ha scritto in post in cui rassicurava che la situazione era migliorata, poiché il caos era provocato anche dalle prenotazioni e dalla gente che si presentava senza prenotare. Il giorno dopo ho segnalato che la situazione grave non consisteva tanto nel fatto delle prenotazioni dal momento che sussistevano problemi di natura strutturale»

Quali sono le maggiori carenze strutturali che avete riscontrato?

«In primis, denunciamo il fatto che non c'è un lavandino nella stanza dove si vaccina. E io mi chiedo: l'infermiera o il medico che deve fare il vaccino, dove si lava le mani? Ho pertanto mandato due miei delegati a controllare la situazione: effettivamente incominciavano a "dare i numeretti", nel senso che veniva rispettato l'orine d'arrivo delle persone, cosa che prima non si faceva; tuttavia quando i miei delegati hanno chiesto di andare in bagno è stato risposto loro che bisognava andare al primo piano. Un centro vaccinale non può non avere un bagno al piano terra! Si immagini una mamma con un carrozzino che deve andare in bagno al primo piano. Riassumendo: non c'è lavandino, i bagni al pian terreno erano chiusi, c'erano ma erano chiusi, per quale motivo? La struttura inoltre, anche dal punto di vista della pulizia, non era il massimo. La sala d'attesa aveva solo otto sedie; nella sala d'attesa i miei due delegati si sono trovati davanti una madre che allattava. Ora, noi non siamo certo contro l'allattamento, però creare anche un ambiente dove una madre non si deve sentire a disagio nell'allattare sarebbe auspicabile, anche perché i bambini non vengono portati solo dalle mamme a vaccinarsi ma anche da nonni e papà; la gente magari andava fuori per permettere a questa madre di poter allattare il bambino più in intimità. Inoltre, se i bagni sono al primo piano, dove vengono cambiati i bambini? Una cosa allucinante. A seguito di questo sopralluogo dei miei due delegati abbiamo fatto la segnalazione, a metà luglio. Abbiamo aspettato agosto per vedere se qualcosa si muoveva. A fine agosto, sempre su Amo Casamassima c'è stato un post di un altro cittadino che si chiedeva che fine avessero fatto quelli che si occupavano dell'ambulatorio vaccinale. Dal momento che la situazione non è cambiata, nasce la mia denuncia ai Nas, ma anche ai Vigili del Fuoco perché voglio capire se quella struttura è a norma, se è a posto per quanto riguarda le uscite di emergenza e dal punto di vista igienico».

Dunque questa denuncia è partita il 10 settembre. Cosa si augura che accada?

«Io mi auguro che la situazione torni in un alveo di normalità; mi aspetto che la Asl decida di mettere mano, spostando il centro, se non è a norma, dove doveva nascere la Casa della Salute, che, come ho sempre detto in campagna elettorale non nascerà mai perché chi deve gestirla non vuole farlo. Allora, se la Asl decide di chiudere l'ambulatorio e metterlo finalmente a norma, si può tranquillamente spostare il centro vaccinale nella struttura destinata alla Casa della Salute nel frattempo, oppure possono decidere di spostare l'ambulatorio vaccinale definitivamente lì. La mia richiesta riguardo la Casa della Salute era quella di creare un centro poli-specialistico: quello che io spero sopratutto è che non rimanga abbandonata. Questo è un invito che faccio alla Asl, che faccio anche al dott. Vito Cessa che è una persona sensibile, è un medico e spero che combatta per questo».

Qualcuno l'ha definito, sui vari social, "facile alle denunce". Ci sono state in effetti altre segnalazioni da parte sua.

«Io ho segnalato la situazione di piazzetta Salvemini che era scandalosa; ho segnalato la situazione di Via Roma dove sono stati spesi decine di migliaia di euro per rifarla nuova ma non era stata rimessa la pavimentazione come era stata trovata; ho fatto la segnalazione di Via Turi dove vicino alla Madonnina ha ceduto l'asfalto e ho visto che non è stato fatto nulla ancora. Quello che voglio è il bene di Casamassima».

Quante di queste situazioni segnalate sono state poi effettivamente risolte?

«È stata risolta la questione di piazzetta Salvemini e di Via Roma grazie all'intervento del sindaco Cessa e dell'assessore Andrea Palmieri»

Ha menzionato il sindaco Cessa. Posso chiederle un parere sui primi mesi di amministrazione?

«Tre mesi sono pochi per dare un parere. Loro stanno portando avanti situazioni che sono state create dalla vecchia Amministrazione Birardi e durante il commissariamento che abbiamo avuto. Conosco bene Vito, so che è una persona tenace ed è una persona che può fare tanto per Casamassima. Vedevo in Vito Cessa un buon candidato: spero che sia anche un buon sindaco. Fin'ora, "la differenza" non si è vista, ma è presto. Ai posteri l'ardua sentenza».

VALERIA MARANGI

 

 

Commenti  

 
#4 politicamente deluso 2015-09-21 09:39
Sono d'accordo con Ester in parte. Questo giovane si sta esponendo in prima persona x risolvere il problema, quando poteva rimanere a casa visto che che i cittadini non hanno creduto un lui. Invece continua a provare a cambiare le cose. Io ho votato sinistra dopo il fallimento di Birardi, ma mi sono già pentita. Credo che i giovani validi non manchino in questo paesr e Nanna sia uno di loro. X il resto no comment.
 
 
#3 ester 2015-09-20 00:57
Ma di che vi lamentate,avete votato voi cittadini questi signori,e sarà sempre così ,xché sono tutti uguali,ecco xché nn bisognerebbe più votare nessuno,NN ANDATE PIU A VOTARE!!!!
 
 
#2 Pasquale 2015-09-18 21:45
La penso esattamente come "politicamente deluso". Sostanzialmente Casamassima continua a non avere un Sindaco. Quanto agli altri politici dallo stesso citati, convengo che effettivamente si tratta di aria fritta. Per non parlare di Autonomia Cittadina che ha chiuso i battenti di via Marconi da due mesi e che, evidentemente, non avrà più una sede. Praticamente estinta.
 
 
#1 politicamente deluso 2015-09-17 13:33
Vedrai che non ci sarà risposta, nessuno ha voglia di cambiare le cose e questo Sindaco si è rivelato peggio di altri. Sappiamo chi votare la prossima volta. Ma del centro vaccinale interessa solo a Nanna? I 5 stelle paladini della giustizia e Rodi che fine hanno fatto? Non parlo di Petroni e Carelli perché non mi piace sparare sulla croce rossa. Ma che si candidano a fare se poi spariscono.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI