Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Il nuovo corso delle politiche socio-culturali di Casamassima

Casamassima- L'assessore Antonietta Spinelli-Il nuovo corso delle politiche socio-culturali di Casamassima

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Spinelli: "Abbattere l'assistenzialismo e rilanciare i progetti d'inclusione sociale"

 

La settimana scorsa, precisamente il 3 Settembre, è stato approvato il bilancio di previsione per l’anno 2015. Alla luce di questo evento, abbiamo voluto ascoltare l’Assessore alle Politiche sociale, dott.ssa Antonietta Spinelli.

Nonostante i tagli sul welfare del governo centrale e la riduzione dei fondi europei dedicati al terzo settore, il Comune ha messo in atto una serie di interventi nell’ambito sociale, evitando di creare assistenzialismo persistente. Non si è data più importanza alla fascia dei bambini rispetto a quella degli anziani: si è cercato di tenere presente tutti, anche le fasce più deboli come quella dei disabili.

Leggendo la relazione presentata dall'Assessore Spinelli durante l'ultimo consiglio comunale emerge forte la sua volontà di motivare le scelte programmatiche con una ampia analisi del contesto, del PEG (Piano esecutivo di Gestione), delle richieste di fabbisogno presentate al settore Ragioneria in merito all’ambito socio–culturale. Il settore sociale ha delle uscite fisse pari ad € 1.776.149,34 per canoni locativi scuola materna ed ufficio di collocamento, per mensa minori ed anziani, per Semiconvitto "Cristo Re", per trasporto disabili, per progetto assistenza specialistica scuole, per servizio trasporti scolastici, per sostegno accesso alle abitazioni in locazione, per somme destinate al Piano Sociale di Zona.

L’Assessore, inoltre, dichiara: «Si rivela di estrema urgenza individuare una figura tecnica interna di riferimento presso l'Ambito, al fine di salvaguardare al meglio le esigenze e le realtà di terzo settore locali, nonché una ricognizione delle strutture comunali in tempi stretti per l'allocazione del centro polivalente minori e del centro diurno disabili, la cui gestione è stata già concessa in affidamento. All'uopo, è agli atti dell'assessorato il capitolato di affidamento, onde consentire l'individuazione ottimale della struttura in relazione alle attività da svolgere».

Un’altra delle voci che ha inciso pesantemente sul bilancio è l’istituzionalizzazione dei minori presso alcune Comunità di Recupero. Sono stati garantiti 428.916,80 € e l’Assessore ribadisce: «Nelle more di rapportarsi con l'autorità giudiziaria in questione, dal momento che il Tribunale intima gli interventi sui minori, pena la responsabilità del servizio sociale per pregiudizi ai minori stessi, la scelta politica auspicabile è stata quella di chiedere la copertura di tali somme, onde scongiurare ogni sorta di responsabilità nel caso di scelte di mancato inserimento presso le strutture».

«Una scelta politica basilare - prosegue Spinelli - è anche quella di stanziare ulteriori fondi, richiesti in 30.000 euro e concessi in totali 25.000 euro, per la prosecuzione, con manifestazione di interesse apposita da emanare a breve giro, di progetti d'inclusione sociale finalizzato all'inserimento di soggetti svantaggiati mediante attività di gestione e manutenzione spazi verdi o raccolta differenziata porta a porta, da parte delle cooperative B del territorio, data la ricaduta ottimale sia in termini di inclusione (circa 10 utenti impiegati) sia di decoro urbano ed ambientale».

«Scelte politiche - chiosa l'Assessore - proiettate ad abbattere logiche assistenzialiste, che saranno, per giunta, attuate anche di concerto con le politiche di Città Metropolitana di Bari, Piano sociale di Zona e tavolo di concertazione locale dei servizi socio-sanitari, scolastici e di terzo settore. Tanto per un ripristino della rete socio-sanitaria e l'attuazione di interventi coordinati, che si rivelino il più possibile proficui per l'utenza beneficiaria».

Un bell’atto di trasparenza e di impegno che, ci auguriamo il neo assessore riesca a portare a termine durante il suo mandato.

Angela Redavid

Commenti  

 
#2 luigina 2015-10-20 07:48
dove questa scuola
 
 
#1 M7S 2015-09-17 21:37
Tutti interventi che si ripetono dall'amm.ne Susca.....dove sta il "nuovo" ???
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI