Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Nitti denuncia il blocco del Piano delle lottizzazioni

Casamassima- Libera Casamassima- Nitti denuncia il blocco del Piano delle lottizzazioni

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Palmieri: "Dobbiamo ridare ordine rispetto al passato"

Sempre il giovane Nitti, nell'ultimo Consiglio, ha presentato un'interpellanza che punta l'attenzione su due aspetti. Il primo è il dubbio sulla posta in Bilancio relativa agli oneri di urbanizzazione, quantificata in via previsionale in 500mila euro. Il secondo punto è la richiesta di spiegazioni sul blocco dell'istruttoria e dell'approvazione dei nuovi piani urbanistici esecutivi, i cosiddetti piani di lottizzazione.

A rispondere l'Assessore Palmieri, Vicesindaco e Assessore ai Lavori pubblici: «Per quanto concerne gli oneri di urbanizzazione, la valutazione che è stata fatta fa riferimento ai  dati del 2014 - anno devastante per il settore edilizio colpito profondamente dalla crisi - in cui sono stati incassati 400mila euro su una previsione di un milione e 200mila euro. Da gennaio 2015 ad oggi sono stati introitati 80.400 euro, ma ci sono numerosi accertamenti da svolgere, già demandati agli uffici preposti». Dunque, la cifra posta a Bilancio è congrua per Palmieri, dal momento che «ci sono segnali di inversione di tendenza nel campo edilizio che prospettano un secondo semestre di ripresa».

Sul blocco dei piani di lottizzazione quale "causa aggravante" della crisi del cemento, il Vicesindaco precisa che «si sta lavorando sulle concessioni edilizie e l'Amministrazione valuterà sicuramente un piano di incentivi per le ristrutturazione, in modo da far ripartire il settore dell'edilizia. Quanto alle lottizzazioni il discorso è più ampio, gli uffici stanno chiedendo integrazioni alle pratiche laddove necessario, ma il dato di fondo è che dobbiamo ridare ordine rispetto al passato, la vivibilità deve migliorare e per far questo bisogna partire da una nuova convenzione delle lottizzazione e da una particolare attenzione alla pianificazione dei servizi: un nuovo quartiere senza i necessari servizi non può esserci». In sostanza, le istruttorie continueranno il normale iter, nel frattempo l'Amministrazione si doterà degli opportuni strumenti per garantire a Casamassima uno sviluppo del tessuto urbanistico meno "selvaggio" di quello registrato negli anni precedenti.

Lo spirito polemico di Giuseppe Nitti non si placa ed infatti più volte durante il Consiglio contesterà il non rispetto del Regolamento e dello Statuto tanto che, proprio per un problema di forma, si rimanderà l'ultimo punto all'ordine del giorno, cioè la costituzione delle commissioni consiliari poiché, non vi è stata un'accurata ed approfondita discussione preliminare. La proposta di Nitti viene pertanto accolta e condivisa, ma i battibecchi e le frecciatine continue tra la Ferri ed il suo ex beniamino non vengono risparmiate, regalando qualche sorriso celato ai membri del Consiglio così come al pubblico presente in sala.

Alla polemica sullo scarso rispetto del Regolamento in sede di Consiglio si unisce però anche Rino Carelli di Nuovi Orizzonti. Antonello Caravella invece, Vicepresidente e Consigliere del Movimento Cinque Stelle, lamenta la mancanza, tra i punti all'ordine del giorno, di una discussione e di una proposta consiliare circa il tanto discusso DDL sulla Buona Scuola. Antonio Manzari, capogruppo Pd, risponde che la proposta è stata fatta da Caravella solo il 26 agosto quindi, secondo il Regolamento, troppo tardi per essere inserita come ordine del giorno.

VALERIA MARANGI

Commenti  

 
#1 Tiro 2015-09-07 17:40
Ottima idea del consigliere Nitti. Bene così
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI